Carrello vuoto
Papelitos
6 Dicembre

L’Atalanta è pronta per vincere lo Scudetto

Gianluca Palamidessi

126 articoli
Come è cambiata quest'anno la Dea.

L’avevamo data per spacciata, come ogni anno, l’Atalanta di Gasperini. Non può ripetersi, pensavamo. Un anno la frattura col Papu, l’anno dopo quella con Ilicic (rientrata) e Muriel (mai esistita probabilmente): sarà pure bravo Gasperini, ma alla fine pagherà il suo carattere coi risultati negativi, credevamo. Certo, come no. Mentre noi chiacchieravamo, l’Atalanta tornava a correre, a giocare il solito meraviglioso calcio, soprattutto a vincere. Ecco, quest’anno la Dea a differenza degli scorsi campionati sembra avere reale consapevolezza della propria forza, non solo sulla singola partita ma in vista dell’intero campionato. Lo si vede dal modo in cui vince.

Dobbiamo però subito correggere quanto detto poco sopra. Non è vero che l’Atalanta gioca il solito meraviglioso calcio, perché qualcosa ha aggiunto anche sotto l’aspetto tattico. È una squadra che a) sta riproponendo a distanza di mezzo secolo il Total Voetbal dei terribili olandesi; basti guardare i tre gol contro il Napoli, dove Toloi partecipa sistematicamente all’azione offensiva – senza considerare la rete del 2-2, nata da un filtrante proprio di Toloi per l’inserimento senza palla, con destro imprendibile sotto la traversa, di Demiral. È una squadra, l’Atalanta, che oltre a giocare un calcio rivoluzionario per quello che siamo abituati a vedere dalle nostre parti, b) ha imparato ad avere pazienza. L’arma delle grandi squadre, meglio di quelle vincenti.

Sbarazzina nel finale contro il Napoli, dove però ha la scusante di aver affrontato nel suo tempio una squadra altrettanto forte e motivata, c’è una vittoria che, almeno per chi scrive, può aver rappresentato per come è arrivata la vera svolta della stagione dell’Atalanta in Serie A: quella contro la Juventus allo Stadium, dove non aveva mai vinto. La svolta di cui parliamo non va ricondotta alla cabala, non solo almeno: contro la Juventus di Allegri, l’Atalanta ha fatto la (vecchia) Juventus di Allegri. Ha segnato nell’unica vera occasione da gol capitatagli durante i 90’, con un attaccante che sembra giunto alla maturazione definitiva, per poi difendersi a tratti anche bassa, senza disdegnare la sofferenza collettiva nei minuti finali – autentica prerogativa di chi vuole vincere, oltre a giocare un bel calcio. Prendete gli ultimi due cambi: Palomino per Zappacosta (71’) e Koopmeiners per Malinovskyi (87’).

«È un’Atalanta rigida, meno fantasiosa. Non è un caso abbia vinto quando è entrato Ilicic. Gioca più per gestire, mentre il meglio lo dà quando sposta in avanti il suo calcio come fosse un convoglio di guerra».

Mario Sconcerti, Corriere della Sera, 5 dicembre 2021

Gasperini, intervistato dopo Napoli vs Atalanta, una delle più belle e intense partite della stagione, ha detto una cosa molto semplice: «vi svelo un segreto: l’Atalanta non è mai stata prima. Neanche per una giornata. Quando accadrà, parleremo di Scudetto». Curiosamente, nessun allenatore delle “quattro” sorelle ha mai vinto il campionato. La comunicazione conterà tantissimo arrivati ad un certo punto della stagione. Anche perché la rivoluzione dei calendari, idea inutile davvero, porterà quasi tutti gli scontri diretti del girone di ritorno tra gennaio e febbraio. Andate a guardare il calendario dell’Atalanta da qui alla sfida con l’Inter (16.1): Verona, Roma, Genoa, Torino, Udinese. Nessuna partita nel nostro calcio è semplice, sia chiaro, e l’equilibrio tra la quinta e la decima lo dimostra. Forse però stiamo parlando di due campionati diversi. Il treno si è staccato, e mentre noi parliamo l’Atalanta va veloce. Lo ha scritto Antonio Giordano sul Corriere dello Sport, con una frase tanto ad effetto quanto efficace:

«la Dea si accomoda nel suo splendore al tavolo per lo scudetto».

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Aprile

Serie A, c’è solo la Juventus

In una scialba giornata di campionato, la Juventus mette una seria ipoteca sul settimo scudetto consecutivo.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
11 Luglio

Cristiano Re

Alla fine è successo davvero.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
25 Ottobre

Zero a zero è puro punk

Roma vs Napoli è stata la partita perfetta.
Critica
Pippo Russo
3 Novembre

Il portafoglio dagli occhi a mandorla

Champions League, Fritti Misti e letture esilaranti.
Papelitos
Lorenzo Santucci
17 Gennaio

Anche Gasperini può sbagliare

Gli insulti alla madre di Gasperini hanno sollevato un (ingiustificato) polverone.
Calcio
Matteo Mancin
21 Giugno

Zdeněk Zeman

Il fumo del bel gioco.
Calcio
Luigi Fattore
14 Giugno

È stata Bellezza vera

La Bellezza è un enigma, dice Myškin. Attraverso di essa si è salvato il mondo, si è salvato il Napoli, ci siamo salvati noi.
Calcio
Gabriele Fredianelli
20 Agosto

Il sentimento infinito di Borja Valero e Francesco Flachi

Quando il calcio è qualcosa di simile all'amore.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Maggio

Errare è umano, perseverare…

La classe arbitrale italiana ha bisogno di una rivoluzione.
Papelitos
Beniamino Scermani
24 Agosto

Attenti al lupo sessista!

Malgrado un'estate che ha messo a dura prova la tenuta del nostro calcio, le battaglie simboliche e marginali continuano ad occupare il dibattito e le prime pagine dei giornali.
Recensioni
Andrea Antonioli
9 Novembre

L’atto, non l’azione

Interviste
Leonardo Aresi
21 Settembre

A tu per tu con Dino Zoff

Conversazione con il campione friulano.
Calcio
Vito Alberto Amendolara
20 Marzo

Pirelli è scritto nella storia dell’Inter

Dopo 26 anni finirà il rapporto di sponsorizzazione più bello del nostro calcio.
Ritratti
Marco Metelli
9 Marzo

Per Mondonico il calcio era condivisione

Una vita spesa per il pallone, una passione che trascendeva riconoscimenti e categorie.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
13 Dicembre

Maledetto campionato

Quarto caffè al Bar Sport, offre Allegri. La Serie A è un campionato serio. Rectius: è tornato alla serietà. Sì, perché in Europa paiono essersi allineati i pianeti.
Papelitos
Federico Brasile
8 Novembre

Un derby che viene dal futuro

Per intensità, ritmo, qualità. La partita dell'anno.
Calcio
Antonio Torrisi
22 Settembre

Joe Tacopina, il primo tifoso

Il giro d'Italia del Presidente d'America a tempo determinato.
Storie
Maurizio Fierro
13 Novembre

La Lazio di Maestrelli: un mucchio selvaggio

Una banda di anarchici all'assalto del calcio italiano.
Storie
Domenico Rocca
19 Gennaio

L’ultima scommessa

Se pensiamo al fenomeno calcio-scommesse abbiamo in mente, nella migliore delle ipotesi, solamente confusione e vaghi ricordi.
Calcio
Francesco Andreose
30 Dicembre

Le favole non esistono

Dall'uso all'abuso di un termine inflazionato.
Ritratti
Marco Metelli
3 Luglio

La leggenda di Osvaldo Bagnoli

Compie oggi 86 anni un mito della panchina.
Ritratti
Marco Metelli
23 Luglio

Julio Cruz, il giardiniere di San Siro

Il dodicesimo uomo nerazzurro.
Calcio
Michelangelo Freda
28 Marzo

Avellino resiliente

L'Avellino calcio è l'espressione di un popolo abituato a soffrire ma che ha sempre saputo rialzarsi, anche nei momenti più duri.
Calcio
Gianluca Palamidessi
23 Luglio

L’altro Claudio Lotito

Elogio del patron laziale.
Calcio
Edoardo Franzosi
3 Ottobre

Il Pisa parla russo

Una squadra da capogiro con un progetto serissimo alle spalle.
Papelitos
Alessandro Imperiali
9 Gennaio

Chissenefrega dei tifosi

Questo, in sostanza, è il messaggio congiunto di Lega calcio e governo.
Calcio
Gianluca Palamidessi
25 Gennaio

Vedere Mauro Zarate alla Lazio e piangere

Ricordo di Mauro Zarate con la maglia della Lazio.
Ritratti
Vito Alberto Amendolara
24 Settembre

Paolo Rossi vuol dire Italia

Icona popolare e nazionale.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
2 Agosto

L’avvenire non è bianconero

Vincere sì, ma subito.
Calcio
Gianluigi Sottile
18 Febbraio

Giorgio Chiellini è la Juventus

Il rientro del capitano è cruciale per i bianconeri.
Calcio
Carlo Garzotti
17 Febbraio

Adriano alla fine dell’impero

Un fenomeno vittima dei propri demoni.
Calcio
Umberto De Marchi
15 Ottobre

Le multiproprietà rischiano di uccidere il calcio

Come se non bastasse tutto il resto, il tema delle multiproprietà si sta imponendo nel calcio in modo sempre più problematico.
Storie
Sergio Taccone
6 Maggio

Il Milan della Stella

Quarant’anni fa i rossoneri, guidati da Nils Liedholm, conquistarono il decimo scudetto, l’unico della storia milanista vinto con una rosa tutta italiana.
Calcio
Rudy Galetti
5 Agosto

L’eccezionale normalità di Jack Bonaventura

L'addio al Milan in un silenzio dal rumore assordante.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
30 Agosto

Ridateci la fascia di Davide Astori

La Lega insegna che anche la memoria ha una data di scadenza.
Papelitos
Luca Pulsoni
19 Luglio

Il boomerang del Decreto Crescita

Il capolavoro di Mancini rischia di essere un episodio isolato.
Calcio
Gianluca Palamidessi
6 Febbraio

Meglio di Inzaghi la Lazio non potrebbe chiedere

Ottimo allenatore, grande tifoso.
Calcio
Daniele Dell'Orco
24 Gennaio

De Laurentiis, il silenzio è d’oro

Le scintille tra Aurelio De Laurentiis e Maurizio Stirpe hanno messo a nudo tutta l'ipocrisia del patron napoletano.
Interviste
Annibale Gagliani
14 Febbraio

Fabio Liverani, lo scopriremo solo vivendo

Intervista a Fabio Liverani, l’autore della rinascita salentina.
Calcio
Michelangelo Freda
6 Aprile

Fuori i mercanti dal tempio

È ora di finirla con lo strapotere dei procuratori sportivi.
Editoriali
Gianluca Palamidessi
23 Marzo

Il calcio è diventato noioso

La meccanica del gioco ha vinto sull'intuizione dei singoli.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Dicembre

Tra i tre litiganti, l’Inter gode

C'era una volta un campionato combattuto.
Ritratti
Remo Gandolfi
2 Agosto

Francesco Rocca, con la Roma nel cuore

Kawasaki è tuttora nel cuore dei tifosi giallorossi.
Editoriali
Federico Brasile
29 Maggio

Un campionato da sfigati, guardoni e addetti ai lavori

Pronti a ripartire, nel menefreghismo di milioni di tifosi.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
30 Giugno

La fattoria degli animali

Questo calcio mette a rischio la salute dei giocatori.
Calcio
Diego Mariottini
17 Febbraio

Ciro Immobile non è pop

Eppure in Europa segna nettamente più di tutti.
Papelitos
Federico Brasile
12 Dicembre

L’Atalanta ci fa tornare bambini

Il trionfo dell'Atalanta è la vittoria dei belli e dei giusti.
Calcio
Lorenzo Santucci
28 Maggio

Sempre il solito Conte

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
14 Dicembre

Togliete i maledetti social ai calciatori

O insegnate loro come usarli.
Calcio
Annibale Gagliani
8 Luglio

Lecce-Lazio: cronache di un triste calcio senza tifosi

Il silenzio di uno stadio vuoto, ballare senza musica. Una partita vista dagli occhi un sacerdote tifoso.