Ultra
15 Aprile 2024

Avellino vs Benevento, il derby dei liquori

Alla scoperta di una rivalità culturale ancor prima che sportiva.

Ci sono derby e derby in Italia ma nessuno in cui i colori stessi delle squadre, quelli delle loro storie e identità, si costruiscono proprio a partire dalla rivalità stessa, dalla necessità di schierarsi l’una contro l’altra e così sottolineare la propria differenza. Quest’anno, nel campionato di Serie C girone C, è tornato uno dei derby più affascinanti del meridione: quello tra Avellino e Benevento. Da una parte una squadra, quella biancoverde, famosa per i 10 anni di Serie A e per aver scritto, negli anni ‘80, pagine importanti del calcio italiano. Dall’altro un club, quello giallorosso, con una tradizione nel grande calcio più recente, fatta di due apparizioni nel massimo campionato ma anche di una caduta libera dalla Serie A alla Lega Pro in appena due anni.

La posta in palio sarà importante, con le due formazioni che si contendono il secondo posto in classifica per sperare in una partenza sprint nella lotteria dei playoff. Già l’andata, disputata allo stadio Vigorito di Benevento e conclusa con la vittoria degli irpini per 1-0 grazie al gol di Cosimo Patierno, è stata una partita particolare, balzata agli onori della cronaca nazionale per il gigantesco qr code mostrato dai tifosi dell’Avellino (e costato una multa e la chiusura della Curva Sud per un turno) il quale, una volta scannerizzato, mostrava uno sfottò tanto innovativo quanto offensivo nei confronti dei tifosi rivali.


Una rivalità antica, quella tra Avellino e Benevento, che affonda le sue radici a inizio Novecento, quando le due formazioni appena fondate si affrontavano nei vari campionati di competenza. La prima gara, seppure in un torneo regionale, risale al 13 aprile del 1924: una domenica delle palme, solitamente dedicata alla pace e al perdono e che invece, quel giorno, scatena una vera e propria guerra. Il Benevento passa infatti in vantaggio con Ambrosini, scatenando un parapiglia tra i giocatori delle due squadre. Fino a che un calciatore del Benevento, seduto in panchina, estrae addirittura dalla tasca una rivoltella e punta il portiere dell’Avellino Serafino Galasso. La situazione tuttavia non degenera in quanto il capitano dell’esercito Umberto Penna, presente all’incontro, blocca il giocatore per arrestarlo. La partita, ça va sans dire, viene sospesa dall’arbitro Manlio Cadini. . .


Contrasti ULTRA

Dopo sette anni lanciamo la nostra sfida. E chiediamo il vostro sostegno per farlo. Contrasti ULTRA, il piano di abbonamenti della rivista, è lo sbocco naturale di un progetto che vuole svincolarsi dalle logiche dei trend topic e del clickbaiting, delle pubblicità invasive e degli investitori invadenti. Un progetto che vuole costruirsi un futuro solido e indipendente.

L'abbonamento darà accesso ai migliori articoli del sito e ad una newsletter settimanale di lotta, di visione e di governo. Il vostro sostegno, in questo grande passo, sarà decisivo: per continuare a rifiutare i compromessi, e percorrere fino alla fine questa strada - lunga, tortuosa, solitaria - che ci siamo scelti. Ora e sempre, il cuore resterà il nostro tamburo. Grazie.

Abbonati

Gruppo MAGOG

Guai a dissentire da Gravina, parola di Balata
Papelitos
Michelangelo Freda
11 Aprile 2024

Guai a dissentire da Gravina, parola di Balata

Il presidente FIGC e il potere come ricatto.
AFC Ajax, storia di un odio
Ultra
Michelangelo Freda
18 Marzo 2024

AFC Ajax, storia di un odio

Tutti contro la squadra più forte d'Olanda.
L’indagine su Gravina e il silenzio della Lega Pro
Calcio
Michelangelo Freda
16 Marzo 2024

L’indagine su Gravina e il silenzio della Lega Pro

È il momento di fare chiarezza.

Ti potrebbe interessare

Feyenoord v Ajax, il classico del calcio olandese
Calcio
Jacopo Benefico
20 Marzo 2022

Feyenoord v Ajax, il classico del calcio olandese

Due Olande diverse, due visioni del mondo inconciliabili.
Il riscatto del calcio di provincia
Calcio
Francesco Andreose
24 Febbraio 2020

Il riscatto del calcio di provincia

Le serie minori credono ancora nel calcio di una volta.
Partite truccate, clan e soldi maltesi
Papelitos
Michelangelo Freda e Andrea Fantucchio
14 Dicembre 2019

Partite truccate, clan e soldi maltesi

L'inchiesta sul calcioscommesse si è allargata fino ad arrivare a Malta, e all'omicidio di Daphne Caruana Galizia.
Romagna capitale, Romagna superstar
Calcio
Marco Battistini
08 Aprile 2024

Romagna capitale, Romagna superstar

La resurrezione del Cesena nelle parole di Raoul Casadei.
La mafia nel pallone
Calcio
Domenico Rocca
11 Dicembre 2017

La mafia nel pallone

Le mafie nel calcio sono entrate dal fischio d’inizio, e non subentrate a partita iniziata.