Carrello vuoto
Tifosi
2 Febbraio

Le ombre del caso Speziale

Domenico Rocca

30 articoli
Ricorre oggi l'anniversario di una tragedia dai tratti oscuri.

Nella fredda serata del 2 febbraio 2007 va in scena allo Stadio Massimino l’infuocato derby di Serie A tra Catania e Palermo, catalogate dalla questura alla voce partite ad alto rischio. Durante gli scontri avvenuti nel post-partita all’esterno dell’impianto perde la vita l’Ispettore di Polizia Filippo Raciti. Secondo la ricostruzione dei fatti, riportata dalla tesi della procura, è il diciassettenne Antonino Speziale che, utilizzando un sopra-lavello a mo’ d’ariete, uccide il funzionario di Polizia in servizio.

 

 

La vicenda, però, già nelle ore successive, inizia a suscitare qualche perplessità, specie riguardo alle dinamiche. Dubbi legittimi che nel corso dell’iter processuale si moltiplicano, attorniando la vicenda di testimonianze ritrattate, giudizi capovolti e molta disinformazione da parte dei mass media. Il caso è tutt’altro che chiaro.

 

 

Lo scrittore Simone Nastasi ne parla accuratamente nel libro Il caso Speziale. L’autore, attraverso lo studio degli atti processuali, evidenzia le molte incongruenze giungendo, in fine, alla postulazione di una domanda fondamentale:

Verità giudiziaria e verità storica possono coincidere?

Tra le anomalie del caso, la più eclatante sembra proprio quella legata alle dinamiche dell’incidente. È proprio un collega di Raciti, Salvatore Lazzaro, in un primo accertamento, a dichiarare che il poliziotto, muovendosi in retromarcia nei concitati momenti degli scontri fuori dallo Stadio, sente un brusco colpo nella parte retrostante del veicolo e vide l’Ispettore recarsi le mani al capo dolorante.

 

 

Per l’accusa è il giovane Speziale, insieme al complice Daniele Micale, ad aver preterintenzionalmente sferrato il colpo che stroncherà la vita, due ore dopo in ospedale, a Filippo Raciti. Nella successiva perizia richiesta dal GIP Alessandra Chierego al RIS di Parma, però, emerge come il trauma riportato nello sviluppo dell’incidente da parte dell’agente non risulti idoneo con la tesi del sotto-lavello.

 

 

Il servizio dell’epoca a pochi minuti dall’episodio

 

 

La tesi della difesa apre quindi ad un’ipotesi amica, che vedrebbe l’agente vittima di un tragico e fatale errore. Se non fosse che poco dopo lo stesso Salvatore Lazzaro, dinnanzi alla Magistratura si allontanerà dalla versione riportata ai suoi colleghi, allungando un processo durato sino al Novembre 2012, quando la cassazione si pronuncerà definitivamente nei confronti di Speziale e Micale condannandoli rispettivamente a 9 e 11 anni. Paradossalmente, a Micale vengono inflitti 2 anni di reclusione in più di quello che, sempre secondo l’accusa, è l’esecutore materiale dell’omicidio.

 

 

Qualche mese fa è apparso all’esterno dello stadio Renzo Barbera di Palermo uno striscione di vicinanza nei confronti di Antonino Speziale. Sono seguiti una serie di piccoli manifesti attaccati alle vie del centro storico di Palermo da parte del centro sociale Anomalia, che invitavano gli interessati a partecipare ad un dibattito dal titolo “Storia di un’ingiusta detenzione”. In entrambi i casi le forze dell’ordine, guidate dalla Digos, hanno rimosso il vario materiale ed ostacolato notevolmente le iniziative organizzate.

 

 

Non è facile, quindi, comprendere questo atteggiamento da parte delle autorità – nonché delle istituzioni – nel reprimere totalmente ogni tentativo, da parte della sfera civile, di intraprendere un’analisi critica ed oggettiva nei confronti della vicenda. Sarà forse per questo che, quando si tratta il caso Speziale, in molti giornalisti subentra quasi il timore di esprimere apertamente le contraddizioni e le criticità di un iter giudiziario complesso e travagliato.

 

”I giornalisti che si sono voluti occupare di questo caso sono stati trattati da “eretici”. Come se appunto questo caso non andasse trattato per principio. Ma basta leggersi le carte del processo per capire che gli elementi di discussione ci sono eccome” (Simone Nastasi).

 

Il mondo ultras si è sin da subito interessato alla vicenda, garantendo supporto ed evidenziando in più occasioni – attraverso eventi, pubblicazioni e manifestazioni – una totale vicinanza alle sorti di Antonino, nonché il desiderio di fare chiarezza sull’episodio. Secondo il parere del prima citato, Simone Nastasi

 

“Il fatto che a interessarsi del caso sia stato soltanto il cosiddetto “mondo ultras” ha ridotto la vicenda a una posizione di parte”.

 

“Gli ultras, continua Nastasi, si sono limitati a dare risalto ad elementi che mettevano in discussione la sentenza, che la stampa non ha voluto prendere nella giusta considerazione. E mi riferisco ai passaggi della vicenda che invece sarebbero dovuti essere raccontati per dovere di cronaca. Le difficoltà sono arrivate proprio dal carattere mediatico assunto dal processo. Una costante nella storia giudiziaria del nostro Paese, un difetto che andrebbe corretto nella tutela delle persone coinvolte. Ritengo, a mio modesto avviso, che delle vicende giudiziarie, quando sono ancora in corso, bisognerebbe parlarne con maggiore equilibrio”.

 

 

Il caso Speziale non è ovviamente paragonabile a quello di Aldrovandi, di Sandri, di Cucchi, e per una semplice ragione: mentre queste sono vittime, uccise dalle forze dell’ordine, quello è stato l’omicida di una delle forze dell’ordine presenti quella sera al Massimino. E se le oscurità rimangono tantissime, al momento resta però la conferma della cassazione.

 

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Tifosi
Jacopo Benefico
7 Novembre

Sparta contro Slavia, storia di un odio

I due volti inconciliabili della Praga calcistica.
Tifosi
Andrea Angelucci
20 Aprile

Il calcio è di tutti

Azionariato popolare e Finanziamento collettivo. L'utopia esiste.
Tifosi
Michelangelo Freda
6 Maggio

L’altro volto del Paris Saint-Germain

La storia che non conoscete dietro al PSG.
Tifosi
Alberto Fabbri
5 Ottobre

Ultras d’Italia, ep. I

Incipit della storia del tifo italiano.
Tifosi
Alessandro Imperiali
8 Gennaio

I tifosi del West Ham United tra storia e mitologia

Congratulations, you have just met the Inter City Firm.
Interviste
Alberto Fabbri
4 Novembre

Contucci, l’avvocato del diavolo

Voce all'avvocato Lorenzo Contucci, sindacalista dei tifosi.
Papelitos
Domenico Rocca
18 Luglio

Contro il campionato spezzatino

Il calcio che siamo abituati a conoscere è una carcassa abbandonata nel deserto: l’avvoltoio che la smembra è il business televisivo.
Papelitos
Domenico Rocca
4 Agosto

L’estate del buonismo

Dopo il codice etico, il daspo digitale. La direzione intrapresa dal calcio in Italia da un lato si allontana sempre di più dai tifosi, dall'altro si avvicina notevolmente ai consumatori.
Tifosi
26 Novembre

Curve pericolose: quando le gradinate minacciano il potere

Intervista-recensione a Giuseppe Ranieri, penna militante sulla strada e sui gradoni.
Tifosi
Alberto Fabbri
18 Agosto

In curva non sventola bandiera bianca

Malgrado il periodo più buio di sempre, i tifosi non si arrendono.
Interviste
Michelangelo Freda
9 Gennaio

Shkendija, non chiamateci macedoni

Intervista ai Ballistet, ultras dello Shkendija, tra nazionalismo albanese e supporto alla causa kosovara.
Editoriali
Andrea Antonioli
7 Gennaio

Se questi sono ultras

Le curve rischiano di morire di criminalità.
Interviste
La Redazione
6 Novembre

Pierluigi Spagnolo, una voce fuori dal coro

Intervista all' autore de' I ribelli degli Stadi e Contro il calcio moderno.
Tifosi
Domenico Rocca
14 Aprile

Reggina v Messina, nemmeno il ponte potrebbe unirle

Il destino ed il tempo scandiscono la storia del derby dello stretto.
Papelitos
Beniamino Scermani
24 Agosto

Attenti al lupo sessista!

Malgrado un'estate che ha messo a dura prova la tenuta del nostro calcio, le battaglie simboliche e marginali continuano ad occupare il dibattito e le prime pagine dei giornali.
Tifosi
Alessandro Imperiali
15 Dicembre

Andy Capp tra denuncia sociale e post-modernità

Icona Ultras, il fumetto ha radici storiche e politiche ben definite.
Calcio
Giuseppe Cappiello
20 Settembre

Il calcio a Bari è un Ideale

Il pallone dal basso che non si arrende al business.
Ritratti
Antonio Torrisi
28 Dicembre

Cristiano Lucarelli non è (solo) un comunista

L'uomo prima della bandiera da sventolare.
Tifosi
Michelangelo Freda
6 Giugno

Si può essere ultras a Lipsia?

Un tifo in provetta, o meglio in lattina.
Tifosi
Michelangelo Freda
30 Maggio

Il Bastia come orgoglio della Corsica

Una squadra che, insieme ai suoi tifosi, si identifica totalmente con il proprio territorio.
Tifosi
Michelangelo Freda
29 Gennaio

The Club Shakhtar, tifosi sul fronte

Intervista al The Club, il gruppo ultras più influente dello Shakhtar Donetsk, tra tifo organizzato, nazionalismo e guerra.
Cultura
Domenico Rocca
8 Aprile

La sciarpa, il tamburo e la siringa

Negli anni '70 l'eroina ha cancellato una generazione, dalle piazze e dagli stadi.
Calcio
Antonio Torrisi
6 Settembre

Il Catania è risorto dalle ceneri

La storia travagliata di una città in cui il pallone è metafisica.
Tifosi
Domenico Rocca
17 Giugno

Caccia alle streghe

Nel modello che punta agli stadi-teatro, gli ultras rappresentano una minaccia e un ostacolo da eliminare nella loro interezza.
Editoriali
Vito Alberto Amendolara
25 Dicembre

Elogio degli stadi pieni

Il regalo che tutti vorremmo: tornare sulle gradinate.
Ritratti
Antonio Torrisi
3 Aprile

La vita di Maxi Lopez è una serie tv

Con l'evoluzione umana del protagonista.
Tifosi
Alberto Fabbri
6 Maggio

La presa di Old Trafford: un’opportunità per il tifo italiano

La rivoluzione deve essere innanzitutto culturale.
Recensioni
Alberto Fabbri
22 Maggio

I Furiosi

Nanni Balestrini ha composto il primo ed inimitabile poema sugli ultras italiani.
Storie
Michelangelo Freda
21 Novembre

Shakhtar Donetsk, tra guerra e politica

In Ucraina si sta consumando da anni una guerra geopolitica, militare e infine anche calcistica.
Storie
Leonardo Catarinelli
18 Aprile

Il Cholismo forgiato dal fuoco dell’Etna

Il Catania degli argentini guidati da Diego Pablo Simeone.
Tifosi
Emanuele Meschini
17 Dicembre

Genoa-Siena: tra farsa e realtà

Una tragedia inscenata sul palcoscenico dello Stadio Ferraris.
Recensioni
La Redazione
6 Settembre

La vita segreta degli Ultras siriani

Tifosi
Michelangelo Freda
16 Dicembre

Lo Shakhtar a Kiev non è di casa

Uno striscione apparso durante il match di Champions League evidenzia la tensione interna allo stato ucraino.
Tifosi
Riccardo Santilli
19 Aprile

Good music, good drugs, goodbye hooligans!

Non fu solo la Thatcher ad allontanare i tifosi più caldi dagli stadi.
Interviste
Domenico Rocca
26 Settembre

Sulla strada puoi morire ma non invecchi mai

Oscar degli Statuto ha analizzato con noi la condizione odierna delle sottoculture giovanili. Dai mods ai casual, passando per gli ultras, qual'è stato il passato e quale sarà il futuro.
Calcio
Vito Alberto Amendolara
3 Aprile

Boca Juniors significa La Bombonera

Il 3 Aprile del 1905 nasceva il Boca Juniors, una squadra inscindibile dal suo stadio.
Tifosi
Domenico Rocca
4 Giugno

Nel nome di Antonio De Falchi

04/06/1989: il buio a San Siro.
Interviste
Michelangelo Freda
27 Aprile

Lo strano caso dello Sheriff Tiraspol

Abbiamo intervistato Roberto Bordin, allenatore dello Sheriff Tiraspol, e gli ultras indipendentisti della squadra: così abbiamo scoperto l'autoproclamatasi Repubblica di Transnistria.
Editoriali
Luca Giannelli
28 Dicembre

Il fallimento di un modello che non c’è

Concentrarsi sul singolo fatto per non mettere in discussione un sistema marcio.
Storie
Domenico Rocca
25 Settembre

San Siro a mano armata

La parabola criminale di Gilberto Cavallini, dai Boys SAN ai Nuclei Armati Rivoluzionari.
Calcio
Michelangelo Freda
22 Ottobre

Juventus: l’apparente quiete prima della tempesta

Cosa ci dobbiamo aspettare dall'inchiesta che Report manderà in onda stasera?
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
8 Novembre

Il Cile in rivolta si unisce nel calcio

La finale di Copa Libertadores cambia sede: ma nel momento in cui il Cile si è fermato, il calcio è un elemento ricorrente negli scontri in strada.
Papelitos
Matteo Paniccia
27 Giugno

Porgere la mano al tifoso. Ma accade in Francia

Il biglietto, in trasferta, avrà un prezzo unico, per tutte le partite di Ligue 1 e Ligue 2.
Tifosi
Alberto Fabbri
8 Marzo

Ragazze Ultrà

L'emancipazione femminile è passata anche dalle curve.
Tifosi
Lorenzo Serafinelli
3 Novembre

L’Europa tifa solo il giovedì

Se lo spettacolo non è in campo ma sugli spalti.
Tifosi
Domenico Rocca
15 Settembre

Supertifo, il peso del tempo

Parabola della prima storica rivista dedicata al tifo organizzato.
Papelitos
Domenico Rocca
21 Gennaio

Il tifoso non è una cavia da laboratorio

Che cosa sono gli esperimenti sociali?
Tifosi
Jacopo Benefico
21 Maggio

Perché Florentino Perez obbliga degli attori a tifare il Real?

La scomparsa degli Ultras Sur e i nuovi pupazzi del Bernabéu.
Calcio
Antonio Torrisi
22 Settembre

Joe Tacopina, il primo tifoso

Il giro d'Italia del Presidente d'America a tempo determinato.
Storie
Roberto Puglisi
7 Luglio

Schillaci era un ragazzo come noi

Gli occhi ridenti di Totò, le sere d'estate e i profumi dei gelsomini.