Carrello vuoto
Calcio
21 Dicembre

Dalla fotografia alla moviola in campo

Claudio Davini

1 articoli
Un’opportunità perché non vi siano più "ingiustizie", o piuttosto uno snaturamento del gioco più bello del mondo?

Aprile 1915. A quasi un mese dall’entrata in guerra – l’ultimo capitolo del Risorgimento, com’ebbe a definirla lunedì 24 maggio il Corriere della Sera – si disputava ancora il campionato di calcio. In finale, dopo aver superato i rispettivi gironi eliminatori, erano giunte Genoa, Torino, Inter e Milan. Il 18 dello stesso mese, il Diavolo allenato da Ilario Castagner affrontava un agguerritissimo Genoa, già in possesso di ben sei scudetti. Quella che andò in scena al Velodromo Sempione di Milano, però, non fu una partita qualunque. Grazie al goal di Ferrario, che aveva approfittato di uno svarione del terzino Casanova e battuto a rete il buon Rolla, il Milan conduceva la gara per uno a zero, Sin qui, nulla di strano. Ma il Grifone doveva assolutamente pareggiare, e iniziò quindi ad aumentare i giri. Così, il caso incriminato non tardò molto a presentarsi. Dopo poco, infatti, il genoano Bernardo raccolse la palla e calciò in porta; l’estremo difensore Barbieri parò abilmente il tiro ma l’arbitro decretò comunque il goal. Le molte contestazioni per far cambiare idea al direttore di gara non sortirono alcun effetto: la partita si concludeva in parità. Era stata la prima sfida del girone finale. E dopo un avvio non particolarmente brillante, il Genoa prese man mano sempre più consistenza, sino a guadagnarne la testa con nove punti. Punti che bastarono per vincere il Campionato, quando questo venne sospeso per la chiamata alle armi. Ma prima che l’On. Sonnino facesse presentare all’ambasciatore d’Austria-Ungheria la dichiarazione di guerra, “Il Football”, una rivista settimanale illustrata che si vendeva il sabato e che era diretta da Pietro Bozzi, pubblicava il 24 aprile una documentazione fotografica attestante l’irregolarità della decisione arbitrale.

.

Corsi e ricorsi storici…

.

La Federazione riconobbe l’errore del fischietto, ma non poté lo stesso annullare il referto del signor Portigliatti di Torino. Fu questo il primo caso di prova post-gara presentata nel tentativo d’invalidare quello che era a tutti gli effetti un goal fantasma. Forse nessuno pensò, a quell’epoca, che come rimedio a simili evenienze si sarebbero potuti un giorno adottare la tecnologia di porta e la cosiddetta moviola in campo. Nondimeno, la storicità del fatto citato mostra come quella del goal-non goal sia da sempre una questione aperta nel mondo del pallone, ed offre lo spunto per una breve riflessione di carattere generale circa gli strumenti che potrebbero impedire alla terna arbitrale di commettere errori. Se infatti sono ormai trascorsi due anni dall’avvento della tecnologia di porta, impiegata per la prima volta al Mondiale brasiliano durante Francia-Honduras ed oggi diffusa in molti campionati, è di pochi giorni fa la notizia del primo rigore assegnato grazie all’ausilio della Var durante Atletico Nacional – Kashima Antlers, semifinale del Mondiale per Club. E gli appassionati s’interrogano: un’opportunità perché non vi siano più ingiustizie, o piuttosto uno snaturamento del gioco più bello del mondo?

1987007-41735634-1600-900
I giocatori dell’Atletico Nacional si interrogano sull’essenza della tecnica

I problemi di natura tecnica per l’applicazione di questa tecnologia non mancano, anzi sono parecchi. Ad esempio, in quale situazione si dovrà ricorrere a quest’aiuto? Forse in tutti i casi dubbi, interrompendo continuamente il gioco? Inoltre, chi produrrà le immagini? Un’agenzia indipendente, diversa dalle televisioni? E se l’immagine, infine, non chiarisse alcunché? Si esamini poi la seguente evenienza. Un attaccante a terra nell’area di rigore avversaria, l’arbitro non fischia e i giocatori protestano; l’azione prosegue in contropiede e la squadra che si difendeva trova il goal. Che cosa fare in un caso simile? Andare al video e, accertata lo scorrettezza dell’intervento sull’attaccante, annullare la rete e concedere il rigore alla formazione appena passata in svantaggio? Assurdo, quasi kafkiano. In ogni caso, la radice più profonda della questione è un’altra. E si pone alla base, relativamente a ciò che potremmo chiamare l’essenza del calcio. Uno sport in cui tutto cambia, letteralmente e senza alcuna eccezione; uno sport più simile al perenne flusso di Eraclito che alla fissità metafisica delle opere di De Chirico. E allora, detto questo, lo si vuole forse snaturare? Non sarà così, se il passaggio definitivo alla moviola in campo sarà ben gestito e le regole del suo utilizzo altrettanto ben definite. Non ci resta che attendere. Pensando però che l’assenza di certe sviste si farà sentire, eccome.

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Papelitos
La Redazione
1 Maggio 2022

La Serie A se la vedono giusto nel metaverso

L'ennesima conquista del progresso.
Papelitos
Federico Brasile
4 Aprile 2022

Venghino siori, nel circo della Serie A

Di rigori, VAR e altre creature leggendarie.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
14 Marzo 2022

La sospensione di Guida non ha senso

Il grave errore è di Massa al VAR, e quindi dell'AIA.
Italia
Federico Brasile
14 Marzo 2022

La Serie A decresce, ma è felice

Una lotta al vertice mai così avvincente.
Papelitos
La Redazione
18 Febbraio 2022

Verratti, dall’abbecedario al metaverso

Il centrocampista azzurro ha acquistato l'isola che non c'è (letteralmente).
Cultura
Giuseppe Gerardi
18 Febbraio 2022

Creuza de mä

La storia d'amore tra il Genoa e Fabrizio De André.
Papelitos
Federico Brasile
6 Febbraio 2022

Il VAR è il peccato originale

Non ci convincerete mai.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
6 Gennaio 2022

Bruciamo le autobiografie sportive

Liberiamoci da questa piaga.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Dicembre 2021

Elogio del sercio, il pallone di una volta

Quanti chili pesava la sfera della nostra scuola calcio?
Papelitos
Valerio Santori
19 Dicembre 2021

Ci mancava il VAR del VAR

La trasparenza della tecnica.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
12 Novembre 2021

A nessuno frega più niente della nazionale

E forse a nessuno gliene è mai importato davvero.
Editoriali
Andrea Antonioli
10 Novembre 2021

Il calcio è stanco di essere umano

La mania di controllo condannerà il football.
Papelitos
Valerio Santori
2 Novembre 2021

Il calcio non è danza classica

Bensì uno sport di contatto.
Altro
Michelangelo Freda
19 Agosto 2021

I talebani amano il cricket (e ora pure il calcio)

Il rapporto tra gli studenti del Corano e lo sport.
Ritratti
Lorenzo Santucci
18 Agosto 2021

Cambiasso, il cervello in campo

Storia del Cuchu, il nobile proletario.
Estero
Eduardo Accorroni
9 Agosto 2021

Il calcio in Cina è pura propaganda?

Per il governo cinese, il calcio è molto più di un semplice sport.
Estero
Marco Armocida
8 Agosto 2021

Lukaku al Chelsea è già Superlega

Sul ponte (italiano) sventola bandiera bianca.
Podcast
La Redazione
13 Luglio 2021

Lasciateci il pallone

Due chiacchiere con Francesco Repice.
Papelitos
Lorenzo Santucci
8 Luglio 2021

Mai più Europeo itinerante

Una formula fallimentare su tutta la linea.
Ritratti
Pierfilippo Saviotti
20 Maggio 2021

Nereo Rocco, il Paròn degli italiani

A lui il nostro calcio deve successi e identità.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Maggio 2021

Errare è umano, perseverare…

La classe arbitrale italiana ha bisogno di una rivoluzione.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Aprile 2021

È arrivato Robin Hood

Florentino Perez è venuto a “salvare il calcio”.
Editoriali
Gianluca Palamidessi
23 Marzo 2021

Il calcio è diventato noioso

La meccanica del gioco ha vinto sull'intuizione dei singoli.
Tennis
Alessandro Imperiali
2 Marzo 2021

La radio come antidoto al coronafootball

Le radiocronache sono tornate di moda.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Febbraio 2021

Gli arbitri hanno mai giocato a calcio?

Forse sì, in un tempo molto lontano.
Estero
Alberto Maresca
26 Febbraio 2021

Tunisia andata e ritorno: il calcio del popolo

Reportage dall'Africa settentrionale.
Calcio
Gianluca Palamidessi
1 Febbraio 2021

L’onnipotenza delle radio romane

L'amico/nemico di Roma e Lazio.
Ritratti
Matteo Mancin
25 Gennaio 2021

Giovanni Galeone l’integralista

Compie 80 anni un uomo del paradosso, “padre” di Max Allegri.
Calcio
Annibale Gagliani
8 Gennaio 2021

David Bowie e Andres Iniesta, gli illusionisti

Riflessioni oniriche in onore di David Bowie, che avrebbe compiuto 74 anni.
Calcio
Angelo Ceci
26 Dicembre 2020

Le origini del Boxing Day

Storia e tradizione del Santo Stefano sportivo nel Regno Unito.
Editoriali
Vito Alberto Amendolara
25 Dicembre 2020

Elogio degli stadi pieni

Il regalo che tutti vorremmo: tornare sulle gradinate.
Storie
Gianpaolo Mascaro
23 Dicembre 2020

(Piccola) Patria basca

Orgoglio e radici dell'Euskal Selekzioa.
Calcio
Carlo Brigante
19 Dicembre 2020

La cabala del numero 7

Da Garrincha a Cristiano, passando per Best e Cantona.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
14 Dicembre 2020

Togliete i maledetti social ai calciatori

O insegnate loro come usarli.
Altri Sport
Giacomo Cunial
12 Dicembre 2020

Se la tecnologia può comprare il talento

Che ne sarà del motorsport?
Papelitos
Andrea Antonioli
27 Novembre 2020

Il VAR ha ucciso l’epica

Cosa ne sarebbe stato del mito con la tecnologia?
Interviste
Gianluca Palamidessi
23 Novembre 2020

Una nuova alba per la cultura Casual?

Due chiacchiere con Sergio Tagliabue, tra Joy Division, Casuals e amicizia.
Calcio
Lorenzo Ottone
21 Novembre 2020

La nuova estetica del calcio è un ritorno al vintage

Lyle&Scott e Lovers FC, tra cultura Casual e Football.
Calcio
Gianluca Palamidessi
20 Ottobre 2020

Italiani, popolo di tifosi ma soprattutto di gufi

La partita dal trespolo si vede meglio.
Papelitos
Vittorio Ray
27 Settembre 2020

Totti è nella nuca

Inventare calcio girati di spalle.
Editoriali
Gianluca Palamidessi
13 Settembre 2020

Lo spogliatoio è l’ultimo luogo sacro

In un mondo privo di regole, c'è un posto che impone ancora la propria legge.
Tennis
Graziano Berti
9 Settembre 2020

Concetto Lo Bello: arbitro, magistrato e sacerdote

Personalità istrionica e precursore, in tutti i sensi.
Ritratti
Alessandro Imperiali
29 Luglio 2020

Giorgio Vaccaro, lo Sport come religione

Storia del generale che fece grande l'Italia nel mondo.
Calcio
Paolo Pollo
22 Luglio 2020

Il calcio del futuro: un reality show di rigori

Vi raccontiamo in anteprima la finale di Champions League 2029.
Calcio
Alessio Giussani
19 Luglio 2020

Il Basaksehir sancisce lo strapotere di Erdogan

Il club di Istanbul ha vinto ieri il campionato, inaugurando una nuova fase del calcio turco.
Altro
Alberto Fabbri
19 Luglio 2020

Per Nelson Mandela lo sport era politica

Rugby e calcio nella lotta contro l'apartheid.
Editoriali
Andrea Antonioli
9 Luglio 2020

Il calcio del futuro è con i confini

Nulla è irreversibile, nemmeno la globalizzazione.
Tennis
Lorenzo Ottone
3 Luglio 2020

Paolo Villaggio e lo sport come commedia sociale

Il ragionier Fantozzi alle prese con l'Italia sportiva.
Cultura
Giacomo Proia
1 Luglio 2020

Antonio Gramsci tra il football e lo scopone

L'originale rapporto tra il celebre intellettuale e lo sport.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
27 Giugno 2020

A dover correre è la palla

Ode ai giocatori flemmatici.