Carrello vuoto
Papelitos
3 Settembre

Disintossichiamoci dal calciomercato

Federico Brasile

66 articoli
In un Paese civile il calciomercato si sarebbe dovuto chiudere già da tempo.

Finalmente è terminata l’agonia del mercato, cosa che in un Paese normale sarebbe dovuta accadere già prima dell’inizio del campionato, come in Inghilterra. Invece siamo andati avanti per altre due settimane con squadre incomplete, trasferimenti in sospeso, colpi dell’ultim’ora in entrata e in uscita: il calciomercato è diventato un mostro che ci ha schiavizzato tutti in un modo o nell’altro, nevrotici come siamo sui siti di news a cercare gli aggiornamenti delle trattative delle nostre squadre. Il tutto mentre la Serie A aveva già preso il via, e in linea di principio due giornate con il mercato aperto potrebbero anche incidere pesantemente sulla classifica finale.

 

D’altronde in Italia la politica del gambero, o almeno quella di chi fa un passo avanti e due indietro, è un po’ un vizio storico. Ecco allora che la stagione passata si erano adottati due accorgimenti che venissero incontro alle esigenze dei tifosi, o quantomeno che arginassero lo strapotere di tutto un “sistema”: la chiusura del mercato anticipata a metà agosto e l’introduzione del Boxing day. Quest’anno, ovviamente, sono state abolite entrambe.

 

Il Boxing day non si sa bene per quale motivo (anche se lo si potrà immaginare dalle storie instagram dei calciatori sul finire di Dicembre), lo slittamento del calciomercato invece per “adeguarci alle altre federazioni” – solo quelle europee però, fosse mai che in Inghilterra siano troppi seri. L’accordo è necessariamente sempre verso il basso, per la peggiore delle ipotesi: le nostre mamme ci avvertivano fin da piccoli, quando ci lamentavamo di avere qualcosa in meno degli altri: “e se gli altri si buttano dal ponte, tu che fai?”, beh, a quanto pare ci buttiamo pure noi.

 

Così anche quest’anno, tra Natale e Capodanno, torneremo a morire di noia

 

Comunque adesso è acqua passata, finalmente ci diamo un taglio con Gianluca Di Marzio, quel traffichino da prima repubblica con quaranta telefoni, con “la squadra mercato”, con questi giovinetti figli unici, derisi sfruttati e malpagati, eterni precari, costretti ad andare nelle sedi di mercato a pedinare il DS del Brescia o del Parma. Quella del calciomercato è diventata una telenovela folle, mandata avanti da noi e dal nostro desiderio bulimico di sapere sempre tutto: forse è anche l’ultima forma di sogno rimasta, d’altronde prima che la nostra squadra inizi a fare schifo in campionato durante il mercato possiamo almeno sognare. Il calcio estivo è bello proprio per questo, perché irreale, perché ad Agosto si possono passare ore in spiaggia con la Gazzetta a parlare di pallone, senza l’amara smentita della realtà.

 

Chiudiamo in ogni caso con un auspicio: dall’anno prossimo, riconquistiamo almeno questo traguardo di civiltà e riportiamo la chiusura del mercato a metà Agosto. Vedrete ne beneficeremo tutti, anche noi nevrotici, sognatori a ribasso, maniaci di fantacalcio. Non è questo il calcio che ci dovrebbe appassionare, fatto di interviste a procuratori, sedi del mercato, indiscrezioni, conferme e smentite. Terminiamo quest’agonia prima che si inizi con il calcio giocato, e già che siamo mandiamo in disocuppazione tutti quei personaggetti in cerca di gloria con le “raffiche”, abituati ormai a modalità di stalking da codice penale.

 

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Calcio
Annibale Gagliani
29 Aprile 2022

Quale girone dell’inferno per Mino Raiola?

Vita e non morte di Mino da Nocera Inferiore.
Calcio
Matteo Mancin
3 Aprile 2022

Maurizio Mosca, il colto giullare

Qual è il vero Maurizio Mosca?
Estero
La Redazione
19 Marzo 2022

Haaland, quando troppo è troppo?

Prima o poi ci sarà un limite.
Italia
Raffaele Scarpellini
18 Marzo 2022

La tragica commedia del Parma di Manenti

La pagina più triste della storia dei Ducali.
Papelitos
Valerio Santori
7 Febbraio 2022

I want you, Serie A TIM!

Siete pronti a trasferirvi a Nuova York?
Italia
Guglielmo Russo Walti
29 Gennaio 2022

Con Vlahovic la Juventus è andata all-in

Arrivabene ha mentito a tutti.
Papelitos
Valerio Santori
18 Gennaio 2022

Gli arbitri non contano più nulla

Dopo il VAR, ora addirittura le scuse dell'AIA.
Italia
Vito Alberto Amendolara
13 Gennaio 2022

L’anno del Serpente

L'Inter è ancora la squadra da battere.
Papelitos
Alessandro Imperiali
9 Gennaio 2022

Chissenefrega dei tifosi

Questo, in sostanza, è il messaggio congiunto di Lega calcio e governo.
Italia
Lorenzo Serafinelli
9 Gennaio 2022

È la Lazio a sceglierti

122 anni di gioia, sofferenza e senso d'appartenenza.
Italia
Marco Armocida
6 Gennaio 2022

La crisi della Juventus non può sorprendere

Analisi alla prima parte di stagione della Vecchia Signora.
Italia
Gianluca Palamidessi
4 Gennaio 2022

Il sarrismo non esiste, Sarri sì

Il tecnico toscano ha bisogno di più tempo e meno retorica.
Papelitos
Alessandro Imperiali
29 Dicembre 2021

Cosa ci fa Er Faina a Sportitalia?

O della crisi irreversibile dell'informazione sportiva in Italia.
Papelitos
Alessandro Imperiali
26 Dicembre 2021

Il caos plusvalenze e la figuraccia della federazione

Ci risvegliamo tutti sudati, come troppo spesso capita.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Dicembre 2021

Tra i tre litiganti, l’Inter gode

C'era una volta un campionato combattuto.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
6 Dicembre 2021

L’Atalanta è pronta per vincere lo Scudetto

Come è cambiata quest'anno la Dea.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
3 Dicembre 2021

Commisso solo contro tutti

Il patron viola è tornato all'attacco su procuratori e agenti.
Italia
Lorenzo Santucci
28 Novembre 2021

La normalità di Simone Inzaghi

L'allenatore dell'Inter non fa notizia, ed è un bene.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Novembre 2021

Sarri e Ancelotti parlano anche per noi

Troppe partite, troppo calcio. Ma noi tifosi siamo pronti a rinunciarci?
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Novembre 2021

Serie A isola Felix (per gli stranieri)

Cosa ci dice la doppietta del classe 2003 giallorosso.
Editoriali
Andrea Antonioli
10 Novembre 2021

Il calcio è stanco di essere umano

La mania di controllo condannerà il football.
Papelitos
Lorenzo Santucci
9 Novembre 2021

DAZN fa rima con disperazione

Tolta la concurrency.
Papelitos
Federico Brasile
8 Novembre 2021

Un derby che viene dal futuro

Per intensità, ritmo, qualità. La partita dell'anno.
Papelitos
Federico Brasile
1 Novembre 2021

Il Milan (in Italia) sta un passo avanti

Almeno ad oggi, almeno in Serie A.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
25 Ottobre 2021

Zero a zero è puro punk

Roma vs Napoli è stata la partita perfetta.
Tennis
Marco Armocida
19 Ottobre 2021

Radja Nainggolan, guerriero incompreso

Un giocatore irripetibile, come i suoi eccessi.
Italia
Edoardo Franzosi
3 Ottobre 2021

Il Pisa parla russo

Una squadra da capogiro con un progetto serissimo alle spalle.
Calcio
Gianluigi Sottile
1 Ottobre 2021

I campionati non valgono più nulla

Ormai, per le grandi squadre, è solo la Champions il metro della stagione.
Papelitos
Luca Rubeo
24 Settembre 2021

Ridateci la Gioconda

Donnarumma è vittima o partecipe delle manovre di Raiola?
Papelitos
Gianluca Palamidessi
23 Settembre 2021

Anche basta

Il terribile teatrino dei calciatori allenatori.
Italia
Antonio Torrisi
22 Settembre 2021

Joe Tacopina, il primo tifoso

Il giro d'Italia del Presidente d'America a tempo determinato.
Interviste
Leonardo Aresi
21 Settembre 2021

A tu per tu con Dino Zoff

Conversazione con il campione friulano.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
21 Settembre 2021

Impossibile nascondersi

Zitto zitto, il Napoli di Spalletti è in testa alla classifica.
Italia
Antonio Aloi
18 Settembre 2021

Allenatore padre padrone

Quanto incide sul risultato finale il lavoro di un tecnico.
Papelitos
Valerio Santori
11 Settembre 2021

Il lancio degli Inter Fan Token è stato imbarazzante

Il sonno dei tifosi produce mostri.
Papelitos
Vittorio Ray
5 Settembre 2021

Lunga vita ai fantallenatori

Vitelloni, immobili, finto-impegnati. Meravigliosamente italiani.
Papelitos
Luca Pulsoni
1 Settembre 2021

Alleluja! Il mercato è finito (forse)

Siamo usciti stanchi e nauseati da questa sessione.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
30 Agosto 2021

Ridateci la fascia di Davide Astori

La Lega insegna che anche la memoria ha una data di scadenza.
Papelitos
Marco Armocida
26 Agosto 2021

Ci vuole equilibrio

La stampa italiana e la sindrome da titolite.
Italia
Luca Pulsoni
24 Agosto 2021

La Serie A non par(l)a più italiano

Su 20 squadre di A, 13 hanno il portiere titolare straniero.
Italia
Gabriele Fredianelli
20 Agosto 2021

Il sentimento infinito di Borja Valero e Francesco Flachi

Quando il calcio è qualcosa di simile all'amore.
Ritratti
Edoardo Franzosi
17 Agosto 2021

Smetto quando voglio

Da campione a clochard. Le mille vite di Maurizio Schillaci.
Estero
Gianluca Palamidessi
16 Agosto 2021

Dottore chiami un dottore

Tutti contro il PSG. Con qualche anno di ritardo.
Papelitos
Lorenzo Santucci
12 Agosto 2021

Non prendiamocela con Messi e Lukaku

Guardare il dito e non la luna.
Italia
Raffaele Scarpellini
31 Luglio 2021

Lo Scudetto dimenticato a La Spezia

Sotto le bombe i Vigili del Fuoco diventavano Campioni d'Italia.
Editoriali
Andrea Antonioli
28 Luglio 2021

Umano, troppo umano

Walter Sabatini, una sintesi impossibile.
Ritratti
Marco Metelli
23 Luglio 2021

Julio Cruz, il giardiniere di San Siro

Il dodicesimo uomo nerazzurro.
Papelitos
Luca Pulsoni
19 Luglio 2021

Il boomerang del Decreto Crescita

Il capolavoro di Mancini rischia di essere un episodio isolato.
Papelitos
Guglielmo Russo Walti
16 Luglio 2021

Il calcio (non) è un gioco per tutti

Tra il dire e il fare, il mare di soldi del PSG.
Podcast
La Redazione
13 Luglio 2021

Lasciateci il pallone

Due chiacchiere con Francesco Repice.