Carrello vuoto
Papelitos
17 Gennaio

Anche Gasperini può sbagliare

Lorenzo Santucci

44 articoli
Gli insulti alla madre di Gasperini hanno sollevato un (ingiustificato) polverone.

Ha ragione Percassi: al Franchi si è toccato il fondo. Ma non a causa dei tifosi viola. Le lamentele di Giampiero Gasperini per gli insulti ricevuti durante Fiorentina – Atalanta (per la cronaca, persa dalla squadra bergamasca per 2-1) lasciano a dir poco a desiderare. Il Gasp sostiene che l’insulto Figlio di putt…na ricevuto dai tifosi avversari

 

“è una cosa esagerata che va al di là del calcio, un fatto di maleducazione e cafonaggine, un insulto pesante da accettare”.

 

Perdonate la sfrontatezza quasi stucchevole, siamo consapevoli di essere provocatori. E per questo ci scusiamo, ma a volte rimaniamo basiti dai comportamenti – in questo caso dalle dichiarazioni – di personaggi che masticano pallone da una vita. Sembrerebbe che Gasperini, durante la sua lunga carriera sui campi da calcio, non abbia mai ricevuto un insulto di questo tipo. In tal caso fortunato lui, ma ci permetterete quantomeno di rimanere dubbiosi.

 

Gasperini Iachini
Il saluto tra Gasperini e Iachini prima dell’incontro (foto di Claudio Villa/Getty Images)

 

Il patron Percassi ha addirittura chiesto la sospensione della partita. Inutile dire che, se dovessimo interrompere il gioco per insulti di questo tipo, probabilmente in Serie A, così come fuori dai confini nazionali, non si arriverebbe al secondo tempo. Non parliamo infatti dell’attacco alla libertà di una persona: non si lede, ad esempio, né l’origine culturale né tantomeno il credo. E’ semplicemente l’insulto più antico del mondo.

 

Soprattutto, il riferimento alla madre che ha combattuto la guerra è sembrato proprio fuori luogo. Che sia stata una donna eroica con un ruolo importante al quale questo paese deve essere grato nessuno lo mette in dubbio, ma non è proprio questo il punto. Alla cafonaggine si risponde con la maturità, quella che Gasperini non ha mostrato di avere, appellando tra l’altro i contestatori con lo stesso insulto.

 

“Io non ho mai insultato nessuno, sono sempre venuto da avversario ma non ho mai insultato nessuno. Mia madre ha fatto la guerra per dare la libertà di parola a quei deficienti che cantano ‘figlio di p…’, sono loro i ‘figli di p…’. E’ un insulto eccessivo, un fatto di maleducazione”.

Certo, quando viene toccata la mamma non ci si vede più (chiedere a Papa Francesco per credere), ma non possiamo dar credito a simili polemiche, né alle recriminazioni di Gasperini e Percassi: così si rischia anche di neutralizzare battaglie più serie, ma soprattutto si crea una frattura tra i rappresentanti dello sport e quello che molti – più o meno giustamente – definiscono paese reale. La rabbia del post partita ci sta tutta, la delusione anche, ma per favore: non perseveriamo nel ridicolo e torniamo ad ammirare la maschia e senza fronzoli Atalanta del Gasp.

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Italia
Valerio Santori
12 Maggio 2022

Non si vince per caso

Se non ci credete, chiedete a Marotta.
Ritratti
Marco Armocida
3 Gennaio 2022

Momo Salah è un’icona vivente

Di sicuro in Egitto, probabilmente anche nel mondo.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Dicembre 2021

Tra i tre litiganti, l’Inter gode

C'era una volta un campionato combattuto.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
9 Dicembre 2021

Non studio, non lavoro, non guardo la tv

Non vado al cinema, non faccio sport.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
6 Dicembre 2021

L’Atalanta è pronta per vincere lo Scudetto

Come è cambiata quest'anno la Dea.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
30 Agosto 2021

Ridateci la fascia di Davide Astori

La Lega insegna che anche la memoria ha una data di scadenza.
Italia
Gabriele Fredianelli
20 Agosto 2021

Il sentimento infinito di Borja Valero e Francesco Flachi

Quando il calcio è qualcosa di simile all'amore.
Ritratti
Marco Metelli
5 Giugno 2021

Alberto Malesani, l’ultimo degli umani

Sorridere in faccia al fallimento.
Ritratti
Luca Giannelli
29 Maggio 2021

Bruno Pesaola, napoletano d’adozione

Le estrose geometrie calcistiche attraverso il fumo delle sigarette.
Papelitos
Federico Brasile
16 Maggio 2021

Rocco Commisso fa l’assist ai giornalisti

Altro che “Rocco Benito” o dittatore.
Italia
Federico Brasile
23 Marzo 2021

La lettera di Prandelli riguarda tutti noi

Anche se ci crediamo assolti, siamo lo stesso coinvolti.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Febbraio 2021

Gli arbitri hanno mai giocato a calcio?

Forse sì, in un tempo molto lontano.
Ritratti
Marco Metelli
1 Febbraio 2021

Batistuta giocava con il cuore e segnava come un pazzo

Compie oggi 52 anni Gabriel Omar Batistuta.
Tennis
Alberto Fabbri
13 Gennaio 2021

Fulvio Bernardini, una vita per il pallone

Giocatore, allenatore, giornalista, dirigente. Dottore del calcio italiano.
Calcio
Francesco Andreose
30 Dicembre 2020

Le favole non esistono

Dall'uso all'abuso di un termine inflazionato.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
14 Dicembre 2020

Togliete i maledetti social ai calciatori

O insegnate loro come usarli.
Calcio
Gianluca Palamidessi
9 Novembre 2020

Bravo, fortunato e insopportabile

Giampiero Gasperini, l'allenatore più antipatico d'Italia.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
13 Agosto 2020

L’Italia che dorme aggrappata al sogno dell’Atalanta

Siamo stati costretti a credere in un miracolo.
Calcio
Diego Mariottini
30 Giugno 2020

Pruzzo faceva gol e se ne fregava del resto

Tra l'amore e la propria natura, scegliere comunque la seconda.
Calcio
Antonio Torrisi
17 Giugno 2020

La Coppa Italia è antidemocratica

Un torneo che ci rappresenta: da rifondare, ma sempre domani.
Tifo
Matteo Paniccia
28 Marzo 2020

Ultras vuol dire Comunità

Tantissime sono le curve che, da Nord a Sud, si sono attivate durante l'emergenza.
Ritratti
Gianluca Palamidessi
27 Marzo 2020

Luca Toni, tu sei per me il Numero Uno

L'italiano perfetto era pure un attaccante straordinario.
Ritratti
Roberto Tortora
26 Marzo 2020

Gianluigi Lentini contro Eupalla

Le sliding doors di un potenziale crack del calcio italiano.
Ritratti
Alberto Maresca
25 Marzo 2020

Felipe Melo, il mastino incompreso dal cuore d’oro

Controritratto del Comandante, rinato in Brasile e popolare come non mai.
Ritratti
Luigi Fattore
16 Marzo 2020

Claudio Caniggia, l’antieroe

Uno dei calciatori più sottovalutati della storia, che ha pagato a caro prezzo un gol di troppo.
Ritratti
Marco Metelli
9 Marzo 2020

Per Mondonico il calcio era condivisione

Una vita spesa per il pallone, una passione che trascendeva riconoscimenti e categorie.
Calcio
Federico Brasile
6 Marzo 2020

Agnelli, era meglio tacere

Il presidente bianconero ha in testa un modello di calcio esclusivo, elitario e antidemocratico.
Calcio
Annibale Gagliani
28 Febbraio 2020

Il modello Atalanta viene da lontano

L'Atalanta non è solo scouting e pianificazione: storia recente della polenta meccanica.
Calcio
Francesco Andreose
24 Febbraio 2020

Il riscatto del calcio di provincia

Le serie minori credono ancora nel calcio di una volta.
Papelitos
Antonio Aloi
17 Febbraio 2020

Vlahovic contro lo stato dei perbenisti

Lezioni di etica non richieste da un sistema che non ha più argomenti.
Calcio
Lorenzo Fabiano
12 Febbraio 2020

Ivan Juric, l’uomo che nessuno voleva

In estate Juric era un condannato all'esonero e il Verona una candidata alla retrocessione: oggi si è tutto rovesciato.
Calcio
Federico Brasile
4 Febbraio 2020

Quella vecchia volpe di Rocco Commisso

Come non amare il funambolico e spettacolare patron viola?
Papelitos
Lorenzo Solombrino
17 Gennaio 2020

Salviamo la Coppa Italia dalla sua depressione

Orari improponibili, stadi deserti, formazioni rimaneggiate. La Coppa Italia sta morendo lentamente.
Papelitos
Federico Brasile
12 Dicembre 2019

L’Atalanta ci fa tornare bambini

Il trionfo dell'Atalanta è la vittoria dei belli e dei giusti.
Tifo
Jacopo Benefico
29 Novembre 2019

Brescia-Atalanta è storia, ma senza tifosi che derby è?

Contro-storia del derby più sentito del Nord Italia.
Calcio
Matteo Donadoni
20 Settembre 2019

La caduta della Dea

È difficile rimproverare qualcosa all'Atalanta, ma il tracollo di Zagabria deve almeno farci interrogare.
Papelitos
Simone Meloni
28 Agosto 2019

La discriminazione territoriale è una buffonata

Quando un semplice sfottò diventa pericoloso.
Storie
Maurizio Fierro
9 Giugno 2019

Quando la Fiorentina sconvolse l’ordine costituito

Stagione 1968/1969: la Fiorentina ye ye si laurea campione d'Italia, come degna chiusura degli anni sessanta.
Papelitos
Matteo Paniccia
27 Maggio 2019

Fiorentina-Genoa, si salvi chi può!

Il biscotto è servito. L'Empoli è in B, Viola e Grifone rimangono tra i fischi.
Papelitos
Federico Brasile
10 Aprile 2019

Stefano Pioli come capro espiatorio

I Della Valle, che rimproverano ad allenatore e giocatori la mancanza di professionalità, farebbero meglio a farsi un esame di coscienza.
Ritratti
Sergio Taccone
10 Ottobre 2018

Joe Jordan, lo squalo

Dare tutto in campo, conquistare l'affetto fuori.
Critica
Pippo Russo
2 Ottobre 2018

La sensazione del remix invasivo abbastanza esondante

Dalla Gazzetta a Sky Sport, come se non ci fossimo mai lasciati.
Calcio
Matteo Mancin
20 Settembre 2018

L’epoca d’oro del calcio italiano

Quando le piccole d'Italia fecero le grandi d'Europa.
Calcio
Gezim Qadraku
3 Maggio 2018

Manuel Rui Costa e la fantasia al potere

Essere Maestro rimanendo discepolo.
Storie
Domenico Rocca
19 Gennaio 2018

L’ultima scommessa

Se pensiamo al fenomeno calcio-scommesse abbiamo in mente, nella migliore delle ipotesi, solamente confusione e vaghi ricordi.
Papelitos
Alberto Girardello
28 Dicembre 2017

Il calcio naturale di Patrick Cutrone

L'Inter sbatte nella terza sconfitta consecutiva, in un derby deciso dal miglior fiore rossonero
Papelitos
Luigi Fattore
15 Settembre 2017

Una Dea favolosa

I fuochi d'artificio dell'Atalanta in Europa League.
Ritratti
Sabato Del Pozzo
26 Maggio 2017

Osvaldo, una vita da Rockstar

La carriera Rock & Roll di un talento incompreso.
Papelitos
Luigi Fattore
18 Maggio 2017

Le dittature sono noiose

La Juventus vince la finale di Coppa Italia senza grandi sforzi.
Calcio
Luca Giannelli
14 Maggio 2017

Il “progetto” viola: primum guadagnare, poi…

Della Valle e Fiorentina, una storia sospesa.