Carrello vuoto
Calcio
21 Agosto

Grazie, Brescia

Marco Metelli

21 articoli
Una grande piazza del nostro calcio è tornata a sognare.

L’annuncio a fugare ogni dubbio è arrivato nella serata dell’ultima domenica d’estate senza campionato. Nel mezzo una giornata di silenzio, per aggirare quel numero diciassette tanto sgradito all’iper-scaramantico Massimo Cellino. Un effetto sintomatico dell’attaccamento a rituali magici e amuleti di un mondo arcaico che persiste nelle viscere del Presidente, nonostante la sua attività imprenditoriale lo porti a passare buona parte del suo tempo tra Londra e Miami – due culle tutt’altro che strapaesane.

 

Il sogno proibito di portare a casa Balotelli non è mai stato nascosto dal boss delle Rondinelle, che pochi mesi fa eleggeva Mario a proprio feticcio, all’indomani dell’intervista in cui l’attaccante apriva all’eventualità di un futuro in maglia biancoblu, prima della fine della carriera s’intendeva. Insomma, una cosa che sembrava buttata un po’ a caso agli occhi di qualsiasi calciofilo, la solita frase di rito. Alle orecchie del presidente, le parole di Balotelli significavano molto di più di una semplice suggestione da fantacalcio.

 

I festeggiamenti per la promozione in A (foto di Emilio Andreoli/Getty Images for Lega B)

 

Il corteggiamento ha dato i suoi frutti e “i due leoni per la Leonessa”, parole di Cellino, riportano il Brescia Calcio sotto le luci dei riflettori a livello nazionale, e non solo, tre lustri dopo la fine dell’era di sua santità Roberto Baggio. Ovviamente il paragone riguarda soprattutto l’esposizione mediatica di una città finita per troppo tempo ai margini del grande fútbol e che oggi, un po’ come in quel lontano settembre 2000, si riscopre protagonista. Nel mezzo una storia recente fatta di non poche sofferenze per chi è stato vicino alle Rondinelle anche nella cattiva sorte. Basti ricordare lo spettro del fallimento societario, sfiorato nel gennaio 2015 e le due salvezze consecutive dalla serie C, all’ultima giornata, nelle stagioni che hanno preceduto quella della tanto agognata promozione.

 

Poche mezze misure rileggendo questi anni del Brescia: o gloria o dimenticatoio. Poche mezze misure anche per Mario Balotelli, che a diciassette anni castigava la Juventus con una doppietta in Coppa Italia, illudendo tutti e dimostrando di non sentire minimamente il peso di giocare in un’Inter che dominava il calcio italiano. Esperienza vissuta tra mille vicissitudini e contraddizioni, come il resto della carriera, ma che almeno gli avrebbe regalato l’affetto di Roberto Mancini, attuale ct che nonostante tutto e tutti vorrebbe portarsi Mario all’Europeo, ma che stavolta non ammette deroghe alla prova di maturità.

 

E Balo in Azzurro chi se lo scorda… (foto di Jonathan Moscrop – LaPresse)

La scelta di tornare nella sua città è la migliore che Balotelli potesse fare per rilanciarsi a 29 anni, un’età in cui nel professionismo passano gli ultimi treni per scrivere qualcosa di grande. Ad accoglierlo l’entusiasmo di un’intera piazza affamata di rivincite, proprio come Mario, a cui sarà riservato l’onore, e l’onere, di vestire per la prima volta i panni del leader. Una veste inedita cucitagli addosso direttamente da presidente e tifosi. Dalla panchina toccherà all’occhio vigile di Eugenio Corini, artefice del ritorno della Leonessa nella massima serie, sorvegliare il nuovo pupillo.

 

Da profeta in patria, è probabile che il mister, all’occorrenza, spronerà il suo gnaro (ragazzo) con la maglia numero 45 anche in dialetto bresciano, come i tifosi, che in questi giorni hanno preso d’assalto la sede della società per accaparrarsi gli ultimi abbonamenti disponibili, oltre a recarsi in migliaia al primo allenamento di Balo. Tutti entusiasti, anche i più scettici, alla sola pazza idea di poter contribuire alla definitiva consacrazione di Mario, in una palpitante attesa per la stagione alle porte che non si vedeva, appunto, dai tempi della gestione Corioni, che riuscì a portare in provincia campioni leggendari come il Divin Codino e Pep Guardiola, allenati da Carletto Mazzone.

 

Le voci di calciomercato continuano a susseguirsi e il presidente Cellino potrebbe non fermarsi qui, ma in ogni caso la strada è tracciata e l’appuntamento da segnare in rosso sul calendario è la quinta giornata, probabile esordio di Balotelli contro la Juventus al Rigamonti, effetto della squalifica rimediata ai tempi del Marsiglia. E poi c’è il tanto atteso derby contro l’Atalanta, per rivivere un’atmosfera come quella immortalata per sempre dalla corsa di sor Carletto verso la curva dei bergamaschi, in quell’ormai lontano 2001, sotto il cielo di Mompiano. Solo il campo decreterà se il matrimonio tra Mario e la Leonessa avrà un lieto fine. Intanto Brescia sogna e chiede di non essere svegliata.

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Calcio
Matteo Mancin
3 Aprile 2022

Maurizio Mosca, il colto giullare

Qual è il vero Maurizio Mosca?
Italia
Raffaele Scarpellini
18 Marzo 2022

La tragica commedia del Parma di Manenti

La pagina più triste della storia dei Ducali.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
4 Marzo 2022

Cosa accomuna Balotelli, Berlusconi e Jeff Bezos?

Non è l'iniziale del cognome.
Cultura
Giuseppe Gerardi
18 Febbraio 2022

Creuza de mä

La storia d'amore tra il Genoa e Fabrizio De André.
Papelitos
Valerio Santori
7 Febbraio 2022

I want you, Serie A TIM!

Siete pronti a trasferirvi a Nuova York?
Papelitos
Valerio Santori
18 Gennaio 2022

Gli arbitri non contano più nulla

Dopo il VAR, ora addirittura le scuse dell'AIA.
Italia
Vito Alberto Amendolara
13 Gennaio 2022

L’anno del Serpente

L'Inter è ancora la squadra da battere.
Papelitos
Alessandro Imperiali
9 Gennaio 2022

Chissenefrega dei tifosi

Questo, in sostanza, è il messaggio congiunto di Lega calcio e governo.
Italia
Lorenzo Serafinelli
9 Gennaio 2022

È la Lazio a sceglierti

122 anni di gioia, sofferenza e senso d'appartenenza.
Italia
Marco Armocida
6 Gennaio 2022

La crisi della Juventus non può sorprendere

Analisi alla prima parte di stagione della Vecchia Signora.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
6 Gennaio 2022

Bruciamo le autobiografie sportive

Liberiamoci da questa piaga.
Italia
Gianluca Palamidessi
4 Gennaio 2022

Il sarrismo non esiste, Sarri sì

Il tecnico toscano ha bisogno di più tempo e meno retorica.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Dicembre 2021

Elogio del sercio, il pallone di una volta

Quanti chili pesava la sfera della nostra scuola calcio?
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Dicembre 2021

Tra i tre litiganti, l’Inter gode

C'era una volta un campionato combattuto.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
6 Dicembre 2021

L’Atalanta è pronta per vincere lo Scudetto

Come è cambiata quest'anno la Dea.
Italia
Lorenzo Santucci
28 Novembre 2021

La normalità di Simone Inzaghi

L'allenatore dell'Inter non fa notizia, ed è un bene.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Novembre 2021

Sarri e Ancelotti parlano anche per noi

Troppe partite, troppo calcio. Ma noi tifosi siamo pronti a rinunciarci?
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Novembre 2021

Serie A isola Felix (per gli stranieri)

Cosa ci dice la doppietta del classe 2003 giallorosso.
Italia
Federico Brasile
19 Novembre 2021

Balotelli, Joao Pedro… chi offre di più?

La Nazionale è una cosa seria.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
12 Novembre 2021

A nessuno frega più niente della nazionale

E forse a nessuno gliene è mai importato davvero.
Papelitos
Lorenzo Santucci
9 Novembre 2021

DAZN fa rima con disperazione

Tolta la concurrency.
Papelitos
Federico Brasile
8 Novembre 2021

Un derby che viene dal futuro

Per intensità, ritmo, qualità. La partita dell'anno.
Papelitos
Federico Brasile
1 Novembre 2021

Il Milan (in Italia) sta un passo avanti

Almeno ad oggi, almeno in Serie A.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
25 Ottobre 2021

Zero a zero è puro punk

Roma vs Napoli è stata la partita perfetta.
Tennis
Marco Armocida
19 Ottobre 2021

Radja Nainggolan, guerriero incompreso

Un giocatore irripetibile, come i suoi eccessi.
Italia
Edoardo Franzosi
3 Ottobre 2021

Il Pisa parla russo

Una squadra da capogiro con un progetto serissimo alle spalle.
Calcio
Gianluigi Sottile
1 Ottobre 2021

I campionati non valgono più nulla

Ormai, per le grandi squadre, è solo la Champions il metro della stagione.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
23 Settembre 2021

Anche basta

Il terribile teatrino dei calciatori allenatori.
Italia
Antonio Torrisi
22 Settembre 2021

Joe Tacopina, il primo tifoso

Il giro d'Italia del Presidente d'America a tempo determinato.
Interviste
Leonardo Aresi
21 Settembre 2021

A tu per tu con Dino Zoff

Conversazione con il campione friulano.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
21 Settembre 2021

Impossibile nascondersi

Zitto zitto, il Napoli di Spalletti è in testa alla classifica.
Italia
Antonio Aloi
18 Settembre 2021

Allenatore padre padrone

Quanto incide sul risultato finale il lavoro di un tecnico.
Papelitos
Valerio Santori
11 Settembre 2021

Il lancio degli Inter Fan Token è stato imbarazzante

Il sonno dei tifosi produce mostri.
Papelitos
Vittorio Ray
5 Settembre 2021

Lunga vita ai fantallenatori

Vitelloni, immobili, finto-impegnati. Meravigliosamente italiani.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
30 Agosto 2021

Ridateci la fascia di Davide Astori

La Lega insegna che anche la memoria ha una data di scadenza.
Ritratti
Marco Metelli
29 Agosto 2021

Enzo Maresca il saggio

Un allenatore da seguire.
Papelitos
Marco Armocida
26 Agosto 2021

Ci vuole equilibrio

La stampa italiana e la sindrome da titolite.
Italia
Luca Pulsoni
24 Agosto 2021

La Serie A non par(l)a più italiano

Su 20 squadre di A, 13 hanno il portiere titolare straniero.
Italia
Gabriele Fredianelli
20 Agosto 2021

Il sentimento infinito di Borja Valero e Francesco Flachi

Quando il calcio è qualcosa di simile all'amore.
Altro
Michelangelo Freda
19 Agosto 2021

I talebani amano il cricket (e ora pure il calcio)

Il rapporto tra gli studenti del Corano e lo sport.
Ritratti
Lorenzo Santucci
18 Agosto 2021

Cambiasso, il cervello in campo

Storia del Cuchu, il nobile proletario.
Ritratti
Edoardo Franzosi
17 Agosto 2021

Smetto quando voglio

Da campione a clochard. Le mille vite di Maurizio Schillaci.
Estero
Eduardo Accorroni
9 Agosto 2021

Il calcio in Cina è pura propaganda?

Per il governo cinese, il calcio è molto più di un semplice sport.
Estero
Marco Armocida
8 Agosto 2021

Lukaku al Chelsea è già Superlega

Sul ponte (italiano) sventola bandiera bianca.
Italia
Raffaele Scarpellini
31 Luglio 2021

Lo Scudetto dimenticato a La Spezia

Sotto le bombe i Vigili del Fuoco diventavano Campioni d'Italia.
Ritratti
Marco Metelli
23 Luglio 2021

Julio Cruz, il giardiniere di San Siro

Il dodicesimo uomo nerazzurro.
Papelitos
Luca Pulsoni
19 Luglio 2021

Il boomerang del Decreto Crescita

Il capolavoro di Mancini rischia di essere un episodio isolato.
Podcast
La Redazione
13 Luglio 2021

Lasciateci il pallone

Due chiacchiere con Francesco Repice.
Papelitos
Lorenzo Santucci
8 Luglio 2021

Mai più Europeo itinerante

Una formula fallimentare su tutta la linea.
Ritratti
Marco Metelli
3 Luglio 2021

La leggenda di Osvaldo Bagnoli

Compie oggi 86 anni un mito della panchina.