Carrello vuoto
Papelitos
6 Settembre

Griezmann l’eterno indeciso

Eduardo Accorroni

10 articoli
Dallo strappo con la Cina (Huawei) al ritorno all'Atletico (Wanda Metropolitano).

Citando l’intramontabile Gianni Mura: “In una battaglia, di civiltà e culturale, si possono arruolare solo volontari consapevoli e motivati, altrimenti è un’operazione di facciata.” Nel dicembre del 2020, Antoine Griezmann ha pubblicamente attaccato, con sorprendente veemenza, il governo della Repubblica Popolare Cinese. Dopo un anno, caratterizzato da stravolgimenti geopolitici internazionali di complessa lettura, la presa di posizione dell’attaccante originario di Mâcon ha incendiato ulteriormente il dibattito tra Stati Uniti d’America e Cina. Una specie di velenosa ‘ciliegina sulla torta’ con la quale Griezmann ha sancito la sua decisione di rompere il contratto che lo vedeva legato al gigante della telecomunicazione Huawei.

“A seguito dei forti sospetti che Huawei abbia contribuito allo sviluppo di un sistema alerte ouïghour utilizzando un software di riconoscimento facciale, annuncio che metto immediatamente fine alla mia partnership con questa società”.

Antoine Griezmann dal proprio profilo Instagram

Le critiche e le accuse di Griezmann, che, dopo la replica stizzita di Huawei, si è limitato a sollecitare la società cinese a “battersi per contribuire all’uguaglianza tra uomo e donna”, per quanto comprensibili, scatenano interrogativi di diversa natura. La pluriabusata e persino logora citazione di José Mourinho: “Chi sa solo di calcio, non sa niente di calcio”, non giustifica però l’esposizione politica, più o meno involontaria, da parte di atleti in grado di veicolare, con una facilità disarmante, messaggi ad un pubblico di massa.



Può sembrare decisamente controproducente vedere gli sportivi come una massa di indifferenti, privi di coscienza politica ed interessi al di fuori del rettangolo di gioco, ma altrettanto deleterio è contribuire alla creazione di una Repubblica di atleti professionisti politicamente impegnati, sempre in linea con il buonismo della stampa mainstream, sempre ovviamente dalla parte della ragione, a prescindere. Griezmann, nell’ultima sessione di calciomercato, dopo solo 2 stagioni con la maglia blaugrana, è tornato all’Atletico Madrid. Grizou tornerà al Wanda Metropolitano – i namin rights dello stadio appartengono al gruppo cinese Wanda Group 万达集团 –, e riprenderà ad allenarsi nel centro sportivo di Alcalá de Henares – rivoluzionato grazie agli ingenti investimenti di Wang Jianlin 王建林, fondatore del conglomerato di Dalian.

Contraddizione non da poco, evidentemente. Difficile dire se il buon Antoine sia consapevole di come gli investimenti del Wanda Group, storicamente connesso al governo di Pechino, abbiano contribuito, almeno quanto le sue reti, alla creazione di un top club in grado di raggiungere il dominio interno di Real e Barça. Inoltre, il progetto di una soccer city nell’area intorno allo stadio Wanda Metropolitano, costo stimato intorno ai 60 milioni di euro, fortemente voluto dal lider maximo Wang Jianlin, sta facendo passi avanti dal punto di vista burocratico, e potrebbe vedere la luce entro il 2024. Tutto ciò, sotto la luce del sole. Ma non ditelo a Grizou: potrebbe svegliarsi.

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Calcio
Gennaro Malgieri
22 Novembre

In campo per la rivoluzione

La campagna contro la città, il popolo contro le èlites. Un giro per l'Europa passando in rassegna le sorprese (e le speranze) all'attacco dei centri del potere.
Calcio
Lorenzo Santucci
11 Ottobre

Il calcio è politica

Calcio e politica hanno sempre vissuto insieme.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Maggio

Il caso Mkhitaryan e il silenzio della UEFA

Il lato corrotto del politicamente corretto.
Papelitos
Giuseppe Masciale
11 Maggio

Lo spirito sportivo

Lo sport è come la guerra, ma senza l'esecuzione. Parola di George Orwell.
Calcio
Niccolò Maria de Vincenti
23 Agosto

Il Dragone che dorme

Una speranza per aumentare i ricavi, l'immenso mercato, i capitali in Europa: il Celeste Impero è un miraggio per tutto il calcio globale. Ma qual è lo stato dell'arte? Un'opinione.
Editoriali
Niccolò Maria de Vincenti
20 Febbraio

J’accuse

Chi è che davvero non vuole lo stadio della Roma?
Storie
Leonardo Catarinelli
18 Aprile

Il Cholismo forgiato dal fuoco dell’Etna

Il Catania degli argentini guidati da Diego Pablo Simeone.
Calcio
Matteo D'Argenio
11 Luglio

Un giorno questo dolore ti sarà utile

La vita di Saúl Ñíguez è un diario pieno di dolore, rivincite e finali perse. A 22 anni però sembra già pronto per aggiungere pagine nuove e decisive alla sua carriera.
Calcio
Gianluca Palamidessi
12 Luglio

L’importanza del simbolo

Ricordare se stessi.
Altro
Gennaro Chiappinelli
23 Febbraio

Il Tiro con l’arco ha radici profonde

Una disciplina in cui riecheggiano millenni di storia.
Editoriali
Andrea Antonioli
3 Maggio

Hasta el Cholo siempre

Apologia del cholismo, dopo la nottata più difficile.
Calcio
Jacopo Benefico
6 Febbraio

Il calcio in Libano tra guerra, politica e religione

Crocevia di culture e religioni, il Libano è oggi un Paese sconvolto e senza futuro (anche nel calcio).
Calcio
Davide Aiello
11 Dicembre

Le trame giallorosse di Giulio Andreotti

Il grande burattinaio non si limita agli intrighi di potere.
Recensioni
Gianluca Palamidessi
25 Novembre

Qatar 2022, l’isola che (non) c’è

Inchiesta dal libro di Gianluca Mazzini.
Calcio
Eduardo Accorroni
9 Agosto

Il calcio in Cina è pura propaganda?

Per il governo cinese, il calcio è molto più di un semplice sport.
Calcio
Alessandro Imperiali
10 Agosto

Sarri alla Lazio è una rivoluzione

Ambientale, culturale, politica.
Calcio
Alessandro Previdi
15 Gennaio

La Cina si è presa l’Africa, anche nel calcio

Un riassunto di come la Cina, attraverso la diplomazia degli stadi, ha colonizzato sportivamente l'Africa.
Calcio
Federico Brasile
23 Gennaio

Il Mihajlovic politico

Non possiamo giudicare Sinisa Mihajlovic con le nostre categorie.
Papelitos
Federico Brasile
17 Agosto

Gli Stati (dis)Uniti nello sport

Black lives matter divide anche nel basket e nel calcio.
Papelitos
Lorenzo Santucci
2 Agosto

Senza CR7 e Neymar non è circo

Nei Paesi privi di cultura calcistica conta più il singolo della squadra, in una deriva individualista che sta spolpando il calcio.
Interviste
Antonio Aloi
8 Ottobre

Il pallone è rotondo come il mondo

Intervista ad Antonio Stelitano, tornato a Messina dopo aver giocato (quasi) ovunque.
Storie
Luigi Della Penna
15 Giugno

Mussolini e il calcio come arma di consenso

Il Duce intuì il valore politico e sociale del pallone.
Ritratti
Nicola Ventura
3 Marzo

Oscar Washington Tabarez, filosofo e guerriero

El camino es la recompensa.
Calcio
Niccolò Giusti
17 Dicembre

Il risveglio nel pallone

«Il calcio, come la letteratura, se ben praticato è forza di popolo. I dittatori passano. Passeranno sempre. Ma un gol di Garrincha è un momento eterno. Non lo dimentica nessuno».
Calcio
Andrea Antonioli
16 Marzo

Scatole cinesi

Le cessioni di Carrasco e Gaitàn dall'Atletico Madrid al Dalian Yifang, un affare tutto interno al Wanda Group.
Editoriali
Andrea Antonioli
20 Maggio

Trump, il wrestling e l’America profonda

Il successo sta tutto nella conquista dell'immaginario.
Cultura
Giacomo Proia
1 Luglio

Antonio Gramsci tra il football e lo scopone

L'originale rapporto tra il celebre intellettuale e lo sport.
Editoriali
Andrea Antonioli
29 Agosto

La purezza di Joao Felix

Il collettivo viene prima dell'individualità: ecco perché Joao Felix non è solo uomo da copertina, e ha scelto l'Atletico di Madrid.
Recensioni
Roberto Tortora
29 Luglio

I giusti dello sport

Un libro collettivo, con racconti tra gli altri di Gianni Mura e Darwin Pastorin, sugli sportivi impegnati in nobili lotte politiche e sociali.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
11 Luglio

Griezmann, il Giuda del Cholismo

Il successo vale più dell'onore.
Editoriali
Luca Giannelli
30 Dicembre

La rivoluzione che non c’è

Dopo lo scaricabarile seguito all'eliminazione mondiale, eccoci da punto e a capo: intrecci malsani tra sport e politica, giornalisti compiacenti e leggi ad personam.
Calcio
Luca Pulsoni
23 Aprile

La Brexit nel calcio di Boris Johnson

Il primo ministro britannico ha deciso la partita.
Storie
Gianfranco Franchi
4 Febbraio

Il Tibet sopravvive nel calcio

Un popolo perduto che si ritrova in campo.
Calcio
Gianluigi Sottile
8 Ottobre

Odiare Diego Costa è troppo facile

Forse è arrivato il momento di rivalutarlo.
Calcio
Mattia Curmà
19 Luglio

Spagna, la cantera d’Europa

Dalla strada al tetto del Mondo.
Storie
Jacopo Falanga
19 Giugno

Sangue catalano

Da Santpedor a Barcellona: Pep Guardiola, una vita da ambasciatore della causa catalana.
Calcio
Marco Gambaudo
5 Dicembre

Gli sportivi e la politica, una breve storia conformista

Le battaglie degli sportivi sono, ormai, l'infallibile ritornello del mediaticamente corretto.
Calcio
Eduardo Accorroni
5 Settembre

Ultima fermata Pyongyang

Un paese che soffre la fame non ha tempo per il calcio.
Interviste
Leonardo Palma
15 Aprile

Il mestiere del dolore

Intervista a Fabio Polese, reporter di guerra, dalla lontana Thailandia, dove la Muay Thai non è sport, ma vita.
Storie
Luca Giorgi
6 Marzo

Il nuovo imperatore

La Cina diventerà davvero una potenza calcistica mondiale?
Ritratti
Matteo D'Argenio
27 Novembre

Le tre vite del Mono Burgos

Calciatore, allenatore, rockstar: un personaggio straordinario.
Calcio
Alberto Fabbri
12 Marzo

Dammi solo un minuto, un soffio di fiato, un attimo ancora

Ad Anfield ci siamo dimenticati di tutto il resto.
Calcio
Alberto Maresca
26 Febbraio

Tunisia andata e ritorno: il calcio del popolo

Reportage dall'Africa settentrionale.
Calcio
Gianluca Losito
23 Maggio

L’Atletico Madrid non muore mai

Gli uomini di Simeone hanno vinto l'undicesimo titolo.
Tennis
Marco Metelli
30 Settembre

Nel nome del figlio

Son Heung-Min, un calciatore pazzesco dalla storia incredibile.
Calcio
Sabato Del Pozzo
15 Settembre

Tessera del tifoso 2.0

La tessera ritratta la sua natura e riapre al passato.
Papelitos
Guy Chiappaventi
22 Agosto

Agosto, mese mio non ti riconosco

Dalla vita in spiaggia sintonizzata con il calciomercato alla buvette di Montecitorio: com'è cambiata l'estate italiana al tempo della crisi.
Editoriali
Gennaro Malgieri
2 Dicembre

Perchè il calcio non è solo uno sport

L’irresistibile “calcistizzazione” che ha ormai contagiato tutti gli strati e i ceti sociali, si spiega con un'inconscia e primordiale "spinta comunitaria" che è uno dei fondamenti, probabilmente il più importante, della “nuova” politicità, trascendente le forme tradizionali legate ai partiti e ai movimenti, che si va affermando ovunque.
Papelitos
Emanuele Iorio
3 Ottobre

La nuova dimensione del Barcellona

Da grandissima a piccola squadra.
Calcio
Giuseppe Masciale
12 Giugno

Perché il calcio deve avere paura di Erdogan

Misteri e verità sul rapporto tra la presidenza turca e il mondo del calcio.