Carrello vuoto
Recensioni
15 Aprile

Il tifo è una malattia giovanile che dura tutta la vita

Lorenzo Santucci

44 articoli
Il Pasolino calciofilo, calciatore e amante dello sport più bello del mondo. L'opera di Curcio diventa essenziale nelle nostre biblioteche sportive.

 

Il calcio è l’ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. È rito nel fondo, anche se è evasione. Mentre altre rappresentazioni sacre, persino la messa, sono in declino, il calcio è l’ultima rimastaci.

 

Poeta, scrittore, regista, giornalista. Pensatore in tutta la potenza che questa parola esprime. Definire Pasolini è talmente semplice che ogni volta che ci si prova sembra sempre che manchi qualcosa. Élite intellettuale idealmente lontana da qualsiasi essere umano ma allo stesso tempo fragile, vera. Uomo come ciascuno di noi. L’osservava, l’amava, si sentiva parte di quella massa. A lui interessavano solo loro, o solo lei. La società. Le sue metamorfosi, i suoi vizi ed i capricci. Le esigenze, tacite o esplicite che fossero. La risposta alla motivazione per cui un uomo così profondo dovrebbe appassionarsi ad un gioco così banale, come quello di prendere a calci una palla, trovatela nelle prime righe di questo elogio.

 

 

Quando non sapete come giustificare il vostro comportamento di fronte ad una partita di pallone, non sentitevi in difficoltà. Non capiranno o non vorranno capire, l’affare non vi riguarda.

 

Anzi, se devo dirvela tutta non è neanche colpa loro. Sono stati indottrinati, sono figli di un calcio, pardon pallone, neanche lontano parente di quello polveroso, fisico, umano e cittadino giocato da Pier Paolo durante il liceo, ma anche ogni qual volta ne aveva l’occasione. E se questa non c’era, la si trovava. Era il momento più intimo, dove lasciava che quell’impenetrabilità del suo animo ritornasse liberamente alla fanciullezza. Non importa se si gioca con una palla sgonfia o in mezzo ai rifiuti, perché rimane calcio nella sua essenza primordiale, una sorta di linguaggio universale che permette di comunicare con i piedi e pallone” (cit. p.73).

 

Risultati immagini per pasolini calcio
PPP

 

Leggere questo libro è una continua goduria, un perenne immedesimarsi nelle idee e nelle parole che scorrono di fronte ai propri occhi. Valerio Curcio – che mastica calcio quotidianamente lavorando nella redazione de Il Romanista di cui è anche il responsabile dell’area digitale – dona questo libro a chiunque abbia un minimo interesse per Pasolini. Il gioco del pallone fa soltanto da cornice e viene unicamente utilizzato come motore della narrazione e strumento che permette di entrare ancora più in profondità nella vita di questo personaggio tanto amato e talmente discusso che ancora oggi in molti si sentono dubbiosi quando ne parlano.

 

Il gioco del pallone ha accompagnato la vita di PPP fin dai primi anni. Nato a Bologna, emigrò immediatamente dalla città emiliana. Eppure i colori per i quali tenne tutta la vita furono proprio quelli rossoblù ma, attenzione, non perché ci fosse nato. No, per Pasolini quello dell’appartenenza alla città non era un requisito importante. Non ha importanza, non è determinante dove si è nati, conta quando e dove si sono avuti i primi approcci col calcio, per diventare un appassionato, un tifoso. Il tifo è una malattia giovanile che dura tutta la vita(cit. p.14). Con questo concetto libera metaforicamente, ma neanche troppo, tutti quei ragazzi che si sentono in minoranza sia quando vincono che quando perdono perché vivono in un altro contesto, e non riescono neanche a spiegare il perché di quell’amore così viscerale per una squadra che non dovrebbe appartenergli per una mera questione territoriale.

 

Risultati immagini per pasolini calcio
Pier Paolo e Gianni Morandi prima di una partita a scopo benefico al Dall’Ara di Bologna.

 

 

Pasolini, come noi, amava il calcio nudo in tutta la sua purezza. Era realmente se stesso solo quando si alzava i pantaloni del vestito e si arrotolava le maniche della camicia tra una pausa e l’altra che si concedeva sul set. Non è un libro sul calcio, è un libro sulla vita. A chi ancora ci crede, ancora, ed ha voglia di cambiarlo questo sport. Di farlo tornare a quel bambinesco gioco del pallone senza tutte le sovrastrutture economiche che oggigiorno lo accompagnano. Un calcio malato, privo di emozioni se non quelle regalate dai tifosi, che quotidianamente vengono messi alla gogna attraverso una generalizzazione medievale. Pasolini starebbe dalla loro parte, come sempre.

 

 

Il libro viene diviso per sezioni dall’autore, dal tifoso all’intellettuale passando per il calciatore e giornalista, ed è proprio nella sua vita di cronista per l’Unità che viene esaltata la massa. Un inviato totalmente inusuale, che prediligeva sedere e vivere la partita tra i tifosi, parlare dei loro modi di dire piuttosto che narrare l’evento in sé e si faceva anche condizionare su ciò che avrebbe scritto per il quotidiano da quello che loro, umilmente ma con una capacità artistica quasi fuori dal comune, gli suggerivano (Er morto puzzerà tutta la settimana). Era fortunato, perché si godeva un qualcosa che era di proprietà esclusivamente della gente. Ma già all’epoca aveva visto i primi inizi di un cambiamento e se ne allontanava, li ripudiava.

 

 

Un libro semplicemente articolato e pieno di insegnamenti (meritano la prefazione di Antonio Padellaro e l’intervista a Dacia Maraini) che Valerio Curcio ha saputo riportare fedelmente, non andando a toccare niente ma lasciando andare la sua penna mossa dalla passione. Che accomuna noi e Pier Paolo. Uomo, prima di tutto.

 

 

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Cultura
Alberto Fabbri
5 Marzo 2022

Pasolini, il calcio e la vita

Il pallone è un linguaggio che riassume l'esistenza.
Cultura
Giuseppe Gerardi
18 Febbraio 2022

Creuza de mä

La storia d'amore tra il Genoa e Fabrizio De André.
Cultura
Andrea Mainente
10 Febbraio 2022

Vittorio Sereni e il fantasma nerazzurro

Un amore dolce e intenso come pochi, consumato a San Siro.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
6 Gennaio 2022

Bruciamo le autobiografie sportive

Liberiamoci da questa piaga.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Dicembre 2021

Elogio del sercio, il pallone di una volta

Quanti chili pesava la sfera della nostra scuola calcio?
Papelitos
Gianluca Palamidessi
12 Novembre 2021

A nessuno frega più niente della nazionale

E forse a nessuno gliene è mai importato davvero.
Papelitos
Valerio Santori
8 Novembre 2021

Sogno un Lautaro con capelli lunghi e scompigliati

In nome delle radici sudamericane, e della divinità delle punte.
Cultura
Andrea Mainente
7 Ottobre 2021

Alfonso Gatto, un poeta allo stadio

Vita, calcio e ciclismo come un'unica testimonianza d'amore.
Altro
Michelangelo Freda
19 Agosto 2021

I talebani amano il cricket (e ora pure il calcio)

Il rapporto tra gli studenti del Corano e lo sport.
Ritratti
Lorenzo Santucci
18 Agosto 2021

Cambiasso, il cervello in campo

Storia del Cuchu, il nobile proletario.
Estero
Eduardo Accorroni
9 Agosto 2021

Il calcio in Cina è pura propaganda?

Per il governo cinese, il calcio è molto più di un semplice sport.
Estero
Marco Armocida
8 Agosto 2021

Lukaku al Chelsea è già Superlega

Sul ponte (italiano) sventola bandiera bianca.
Papelitos
Lorenzo Santucci
8 Luglio 2021

Mai più Europeo itinerante

Una formula fallimentare su tutta la linea.
Ritratti
Pierfilippo Saviotti
20 Maggio 2021

Nereo Rocco, il Paròn degli italiani

A lui il nostro calcio deve successi e identità.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Aprile 2021

È arrivato Robin Hood

Florentino Perez è venuto a “salvare il calcio”.
Editoriali
Gianluca Palamidessi
23 Marzo 2021

Il calcio è diventato noioso

La meccanica del gioco ha vinto sull'intuizione dei singoli.
Tennis
Alessandro Imperiali
2 Marzo 2021

La radio come antidoto al coronafootball

Le radiocronache sono tornate di moda.
Estero
Alberto Maresca
26 Febbraio 2021

Tunisia andata e ritorno: il calcio del popolo

Reportage dall'Africa settentrionale.
Motori
Andrea Antonioli
15 Febbraio 2021

Un direttore operaio, anarchico e conservatore

Chiacchierata d'altri tempi (e in libertà) con Italo Cucci.
Calcio
Gianluca Palamidessi
1 Febbraio 2021

L’onnipotenza delle radio romane

L'amico/nemico di Roma e Lazio.
Ritratti
Matteo Mancin
25 Gennaio 2021

Giovanni Galeone l’integralista

Compie 80 anni un uomo del paradosso, “padre” di Max Allegri.
Calcio
Annibale Gagliani
8 Gennaio 2021

David Bowie e Andres Iniesta, gli illusionisti

Riflessioni oniriche in onore di David Bowie, che avrebbe compiuto 74 anni.
Calcio
Angelo Ceci
26 Dicembre 2020

Le origini del Boxing Day

Storia e tradizione del Santo Stefano sportivo nel Regno Unito.
Editoriali
Vito Alberto Amendolara
25 Dicembre 2020

Elogio degli stadi pieni

Il regalo che tutti vorremmo: tornare sulle gradinate.
Storie
Gianpaolo Mascaro
23 Dicembre 2020

(Piccola) Patria basca

Orgoglio e radici dell'Euskal Selekzioa.
Calcio
Carlo Brigante
19 Dicembre 2020

La cabala del numero 7

Da Garrincha a Cristiano, passando per Best e Cantona.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
14 Dicembre 2020

Togliete i maledetti social ai calciatori

O insegnate loro come usarli.
Interviste
Gianluca Palamidessi
23 Novembre 2020

Una nuova alba per la cultura Casual?

Due chiacchiere con Sergio Tagliabue, tra Joy Division, Casuals e amicizia.
Calcio
Lorenzo Ottone
21 Novembre 2020

La nuova estetica del calcio è un ritorno al vintage

Lyle&Scott e Lovers FC, tra cultura Casual e Football.
Calcio
Gianluca Palamidessi
20 Ottobre 2020

Italiani, popolo di tifosi ma soprattutto di gufi

La partita dal trespolo si vede meglio.
Papelitos
Vittorio Ray
27 Settembre 2020

Totti è nella nuca

Inventare calcio girati di spalle.
Editoriali
Gianluca Palamidessi
13 Settembre 2020

Lo spogliatoio è l’ultimo luogo sacro

In un mondo privo di regole, c'è un posto che impone ancora la propria legge.
Tennis
Graziano Berti
9 Settembre 2020

Concetto Lo Bello: arbitro, magistrato e sacerdote

Personalità istrionica e precursore, in tutti i sensi.
Ritratti
Alessandro Imperiali
29 Luglio 2020

Giorgio Vaccaro, lo Sport come religione

Storia del generale che fece grande l'Italia nel mondo.
Calcio
Alessio Giussani
19 Luglio 2020

Il Basaksehir sancisce lo strapotere di Erdogan

Il club di Istanbul ha vinto ieri il campionato, inaugurando una nuova fase del calcio turco.
Altro
Alberto Fabbri
19 Luglio 2020

Per Nelson Mandela lo sport era politica

Rugby e calcio nella lotta contro l'apartheid.
Editoriali
Andrea Antonioli
9 Luglio 2020

Il calcio del futuro è con i confini

Nulla è irreversibile, nemmeno la globalizzazione.
Tennis
Lorenzo Ottone
3 Luglio 2020

Paolo Villaggio e lo sport come commedia sociale

Il ragionier Fantozzi alle prese con l'Italia sportiva.
Cultura
Giacomo Proia
1 Luglio 2020

Antonio Gramsci tra il football e lo scopone

L'originale rapporto tra il celebre intellettuale e lo sport.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
27 Giugno 2020

A dover correre è la palla

Ode ai giocatori flemmatici.
Recensioni
Andrea Catalano
27 Giugno 2020

Tifosi, l’epoca d’oro del calcio italiano

Un ricordo della pellicola più amata dai calciofili italiani.
Tennis
Alberto Fabbri
25 Giugno 2020

Breviario di stile dello scarpino da calcio

La lotta alla degenerazione dei costumi continua in campo.
Interviste
Leonardo Aresi
15 Giugno 2020

L’epica di Hugo Pratt, tra sport e avventura

Marco Steiner racconta il padre nobile della letteratura disegnata italiana.
Papelitos
Matteo Paniccia
14 Giugno 2020

Vogliamo ballare in Curva, non nelle discoteche

L'ultimo DPCM si è dimenticato dei tifosi, ancora una volta.
Papelitos
Lorenzo Santucci
2 Giugno 2020

Il calcio riparte, ma gli altri sport che fine fanno?

Non si vive di solo calcio.
Altro
Andrea Catalano
28 Maggio 2020

Elogio del riscatto per sopravvivere in tempi difficili

Cadere, rialzarsi, cadere di nuovo, ballare.
Cultura
Leonardo Aresi
17 Maggio 2020

Il Bar Sport è l’Italia

Le corti dei baristi come crocevia del nostro vivere sportivo.
Calcio
Mattia Curmà
10 Maggio 2020

Ode al Dribbling

Il gesto tecnico che riassume la bellezza del calcio.
Calcio
Francesco Andreose
9 Maggio 2020

La maglia più bella è quella Made in Italy

Un viaggio nei marchi storici della provincia italiana.
Calcio
Lorenzo Ottone
4 Maggio 2020

Support your local team!

Un viaggio nell'utopia dei nuovi ultras del calcio amatoriale britannico.