Editoriali
24 Ottobre 2022

In ginocchio da te: Carmelo Bene torna a teatro

Appuntamento lunedì 24 ottobre, ore 19. Teatro Testaccio (via Romolo Gessi 8, Roma). Interverranno Salomé Bene, figlia di Carmelo, e Luca Buoncristiano, curatore del libro. Letture di Gigi Mezzanotte. A moderare Andrea Antonioli.

Signore e signori, finalmente ci siamo. Dopo grande fatica e sogni di gloria, oggi è uscito in tutte le librerie (ma soprattutto sul nostro sito, lo potete trovare QUI) l’inedito di Carmelo Bene intitolato “In ginocchio da te”. Un libro che è stato possibile grazie a Giancarlo Dotto e Salomé Bene, e che per noi vuol dire tanto, tutto. Fin da quando, anni fa, scegliemmo uno slogan sportivo di CB per cominciare la nostra avventura: “l’atto, non l’azione”.

Si tratta di una raccolta inedita di articoli da una vecchia rubrica sportiva (un successo di critica e un elemento di invidia per tutti i colleghi) che Carmelo Bene teneva sul Messaggero, “Ripensandoci Bene”, le cui tracce sembravano essersi perse nel tempo. Gli articoli, delirati a notte fonda da Carmelo Bene a Giancarlo Dotto, senza tagli o ripensamenti, riguardano tutto: dalla criminologia del tifoso all’essenza filosofica del dribbling, da una lettera a Gianni Brera –”teorico dell’attentato a uomo”, arcinemico di CB – alla cronaca (estetica) calcistica e non solo.


«Fu Giancarlo Dotto, all’epoca giornalista del Messaggero, a proporre a Gianni Melidoni, allora direttore della redazione sportiva, una collaborazione tra Bene e il più popolare quotidiano romano. Nonostante l’incredulità di molti, l’affare andò in porto a compenso zero (questo invece per l’incredulità di tutti). Il titolo della rubrica fu coniato da Melidoni e copre, con intermittente costanza, gli avvenimenti sportivi e i campionati di calcio 1982-1983, 1983-1984 per poi sfumare nell’85. La rubrica fu un successo e un elemento di invidia da parte di tutti i colleghi. Il Messaggero, primo giornale di Roma, ma testata ritenuta poco culturale, d’un colpo – di genio – si ritrovava elevata» (dall’introduzione di Luca Buoncristiano, curatore del libro). 



La verità è che prepariamo questa uscita da anni, tra un lavoro di ricerca maniacale e una sorte di timore reverenziale per uno che, come Carmelo Bene, è apparso alla Madonna. E ora finalmente ce l’abbiamo fatta, sperando di essere all’altezza. Noi che siamo dei morti viventi, ma almeno consapevoli; noi che siamo giornalisti, ma come lui per “libertà di stampa” intendiamo la libertà dalla stampa. Insieme a GOG Edizioni, lanciamo la nostra bottiglia nell’oceano del conformismo contemporaneo, dei libri studiati dagli esperti di marketing, del chiacchiericcio democratico e del si dice contemporaneo.

Questo libro nasce e cresce per destabilizzare, anche noi stessi. Per coltivare la virtù dell’incoerenza, per sognare ed illuderci anche dove tutto intorno è plastica e macerie. Questo faceva Bene con lo sport: un teatro di vita, di uomini divini e mortali che rappresentano, ormai, l’ultima oasi rimasta. E un linguaggio in grado di eccedere se stesso, di trascendere, molto più nobile dell’arte. Come disse CB al Nobel consegnato a Dario Fo: «Assurdo, è meglio Platini».

Ecco, come avrebbe detto Nietzsche, e certamente convenuto Carmelo Bene “un’altro secolo di lettori e anche lo spirito emanerà fetore”. Sacrosanto, per questo si devono scegliere e selezionare solo libri aristocratici, libri-evento, che destabilizzino e lascino qualcosa. Libri scritti “in sangue e sentenze”, che non dicano quello che già sappiamo, ma svelino l’inganno nostro e delle nostre fragili e idiote certezze. Carmelo Bene riporta un po’ di sane gerarchie nel mondo ottuso in cui tutti hanno diritto di parola e uno vale uno: perché la democrazia è un enorme inganno, sistema in cui “il popolo viene preso a calci dal popolo su mandato del popolo”; e noi non valiamo Carmelo Bene, anzi: ci toglie il sonno anche il solo stamparlo.


Vi aspettiamo per presentare il libro sportivo dell’anno, e per l’evento più importante della storia di questa rivista. Per info e prenotazioni scrivere a info@gruppomagog.it


SUPPORTA !

Ormai da anni rappresentiamo un’alternativa nella narrazione sportiva italiana: qualcosa che prima non c’era, e dopo di noi forse non ci sarà. In questo periodo abbiamo offerto contenuti accessibili a tutti non chiedendo nulla a nessuno, tantomeno ai lettori. Adesso però il nostro è diventato un lavoro quotidiano, dalla prima rassegna stampa della mattina all’ultima notizia della sera. Tutto ciò ha un costo. Perché la libertà, prima di tutto, ha un costo.

Se ritenete che Contrasti sia un modello virtuoso, un punto di riferimento o semplicemente un coro necessario nell'arena sportiva (anche quando non siete d’accordo), sosteneteci: una piccola donazione per noi significa molto, innanzitutto il riconoscimento del lavoro di una redazione che di compromessi, nella vita, ne vuole fare il meno possibile. Ora e sempre, il cuore resterà il nostro tamburo.

Sostieni

Gruppo MAGOG

La Redazione

74 articoli
Tra la FIFA e la Budweiser litiganti, il Qatar gode
Calcio
La Redazione
18 Novembre 2022

Tra la FIFA e la Budweiser litiganti, il Qatar gode

Prosegue il circo occidentale sul mondiale qatariota.
Chi semina vento raccoglie tempesta (di sabbia)
Altro
La Redazione
10 Novembre 2022

Chi semina vento raccoglie tempesta (di sabbia)

Tutta l'ipocrisia di Guardiola sul Qatar.
Lazio-Salernitana, la vergogna sui biglietti del settore ospiti
Tifo
La Redazione
27 Ottobre 2022

Lazio-Salernitana, la vergogna sui biglietti del settore ospiti

La Curva Sud Siberiano ha comunicato che non partirà alla volta di Roma.

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Carmelo Bene è apparso alla Madonna grazie al ping pong
Altri Sport
Angelo Michele Arcidiacono
06 Settembre 2020

Carmelo Bene è apparso alla Madonna grazie al ping pong

Decisiva una partita alcolica con Ruggero Orlando.
Quel mitomane di Giancarlo Dotto
Interviste
Niccolò Maria de Vincenti
07 Marzo 2020

Quel mitomane di Giancarlo Dotto

Federer e Nadal, Carmelo Bene e il ping pong, Totti: abbiamo scambiato due chiacchiere con un giornalista extra-ordinario.
Carmelo Bene, il calcio come fenomeno estetico
Calcio
Ugo D'Elia
25 Giugno 2019

Carmelo Bene, il calcio come fenomeno estetico

Carmelo Bene del calcio amava soprattutto l'estetica, intesa nel senso etimologico e greco del termine.
Il Dio che non c’è
Recensioni
Annibale Gagliani
03 Giugno 2021

Il Dio che non c’è

Giancarlo Dotto ci ricorda che siamo un esercito di mitomani.
Il pilota è prima di tutto un artista
Altri Sport
Giacomo Cunial
25 Luglio 2020

Il pilota è prima di tutto un artista

Animato da un demone irrazionale ed estetico, viene oggi represso dalla tecnica.