Ultra
24 Gennaio 2024

Isak, l'Eritrea e il calcio

Le origini non si possono dimenticare.

Nel 2008 usciva L’inattesa piega degli eventi, bel libro ucronico in cui Enrico Brizzi immaginava gli anni Sessanta di un’Italia che aveva vinto la Seconda guerra mondiale tenendosi le colonie, Eritrea, Somalia ed Etiopia, in cui si giocava un campionato combattutissimo chiamato Serie Africa. In quel contesto, il calcio eritreo esprimeva talenti combattivi e un tifo caldissimo per la Garibaldi Asmara, seconda squadra più antifascista del campionato, mentre nella realtà non è mai stato capace di andare oltre i tantissimi problemi che da decenni tormentano il Corno d’Africa.

Senza entrare nel merito di una situazione politica che, in un articolo recente, ha spinto un magazine dell’Economist a definire il presidente di lungo corso Isaias Afewerki “il Kim Jong-Un africano”, è facile notare che siano il fondo e il ciclismo gli sport in cui la nazione nata nel 1992 da una sanguinosa guerra civile con l’Etiopia riesce a esprimere il meglio di sé. Il calcio, che pure è molto seguito nel Paese, rimane indietro.



L’ultima partita ufficiale giocata dalla nazionale maschile dell’Eritrea è un’amichevole contro il Sudan del gennaio 2020 e il motivo sembra essere il timore da parte del governo che qualche giocatore chieda asilo politico all’estero in occasione dei match in trasferta. Il Guardian ha stimato che dal 2009, più di sessanta giocatori e giocatrici abbiano sfruttato queste occasioni per riparare in altre nazioni e sfuggire al servizio di leva – soldati eritrei combattono ancora oggi nella guerra del Tigrai, in Etiopia – una cifra che da sola spiegherebbe perché il calcio faccia fatica a svilupparsi.

Se aggiungiamo che secondo la Caf, l’Uefa africana, gli stadi eritrei non sono adatti a ospitare gare internazionali e che la nazionale non parteciperà alle qualificazioni al prossimo Mondiale – la giustificazione ufficiale è stata la mancanza di fondi per le trasferte – è facile intuire perché l’amore degli eritrei per il calcio non sfoci in un movimento capace di creare calciatori in loco.

Contrasti ULTRA

Dopo sette anni lanciamo la nostra sfida. E chiediamo il vostro sostegno per farlo. Contrasti ULTRA, il piano di abbonamenti della rivista, è lo sbocco naturale di un progetto che vuole svincolarsi dalle logiche dei trend topic e del clickbaiting, delle pubblicità invasive e degli investitori invadenti. Un progetto che vuole costruirsi un futuro solido e indipendente.

L'abbonamento darà accesso ai migliori articoli del sito e ad una newsletter settimanale di lotta, di visione e di governo. Il vostro sostegno, in questo grande passo, sarà decisivo: per continuare a rifiutare i compromessi, e percorrere fino alla fine questa strada - lunga, tortuosa, solitaria - che ci siamo scelti. Ora e sempre, il cuore resterà il nostro tamburo. Grazie.

Abbonati

Gruppo MAGOG

Tommaso Guaita

10 articoli
Extraterrestre portami via
Italia
Tommaso Guaita
28 Aprile 2024

Extraterrestre portami via

Il ricordo di una giornata sensazionale.
Mauro Icardi bussa alla porta
Calcio
Tommaso Guaita
24 Ottobre 2023

Mauro Icardi bussa alla porta

Un calciatore di cui ci siamo dimenticati troppo in fretta.
Albert Gudmundsson non cade mai
Ritratti
Tommaso Guaita
29 Settembre 2023

Albert Gudmundsson non cade mai

Alla scoperta di un calciatore meraviglioso e unico.

Ti potrebbe interessare

Lo sport secondo Ernest Hemingway
Cultura
Edoardo Franzosi
02 Luglio 2021

Lo sport secondo Ernest Hemingway

Il 2 luglio del '61 moriva suicida un'icona del Novecento.
Cosa ci dice l’elezione di Matteo Marani
Calcio
Michelangelo Freda
11 Febbraio 2023

Cosa ci dice l’elezione di Matteo Marani

Il nuovo presidente della Lega Pro tra programmi e correnti.
I due mondi di Italo Balbo
Cultura
Beniamino Scermani
06 Giugno 2024

I due mondi di Italo Balbo

Vita e morte dell'unico uomo che avrebbe potuto uccidere Mussolini.
Con Marquez la Ducati si consacra
Motori
Giacomo Cunial
05 Giugno 2024

Con Marquez la Ducati si consacra

Nel 2025 il dream team che scalda già gli appassionati.
666 Partners
Estero
Emanuele Iorio
04 Giugno 2024

666 Partners

Perché gli Ultras dello Standard Liegi (e non solo loro) vogliono l'allontanamento della holding americana?