Carrello vuoto
Tennis
23 Aprile

Nadal e Jungles, epifanie e conferme

Nadal trionfa a Montecarlo mentre Jungels vince la sua prima grande gara, la Liegi-Bastogne-Liegi.

Quasi in contemporanea, due eventi segnano il pomeriggio di domenica 22 aprile 2018. Da un lato un veterano, un campione affermato, un atleta di cui le generazioni parleranno come il Re della Terra Rossa, vince l’ennesimo trofeo, e dall’altro un giovane ciclista mette per la prima volta il suo nome tra i vincitori delle Classiche Monumento. Per Nadal quella di Montecarlo è stata una cavalcata trionfale: nessun set perso e mai più di 5 giochi ceduti ad ogni avversario. 31° Masters 1000 (battuto il record dei 30 di Novak Djokovic), 76° torneo vinto in carriera e 11° titolo nel Principato di Monaco. In finale ha incontrato un redivivo Kei Nishikori, al rientro dall’infortunio al polso destro, arrivando all’ultimo match dopo due lunghe e faticose sfide contro Cilic e A. Zverev. I primi tre game hanno permesso al nipponico di strappare l’unico break point della settimana a Nadal, sul 2-1, ma poi si è dovuto anche lui arrendere alla supremazia del maiorchino. Con la finale, Nishikori rientra nella top 30 ATP mentre Rafa, vittorioso, si consolida n.1.

 

Bob Jungels (Quick-Step) è invece l’eroe della Liegi-Bastogne-Liegi, la Classica Monumento che porta via con sé la primavera e il sapore delle corse del nord. Parliamo di ciclismo moderno, e quindi attendismo – tanto attendismo – almeno fino alla côte de la Redoute, a circa 40km dall’arrivo. Lì, poco dopo aver ripreso la fuga di giornata, iniziano le prime schermaglie e i big davanti ci sono tutti, tra cui il sempre favorito Valverde, Kreuziger, Wellens e le tre punte della Quick-Step: Alaphilippe (fresco vincitore della Freccia Vallone), Gilbert, Jungels. Dopo aver praticamente monopolizzato quasi tutte le gare del nord, questa volta la squadra belga aveva pronti tre piani diversi. L’attacco lungo di Gilbert alla Roche-au-Faucons, la sparata successiva di Jungels e Alaphilippe per un arrivo tirato. Il piano A (Gilbert, non in formissima) fallisce, ma in contropiede parte il campione di Lussemburgo Jungels: 25 anni e una purezza estetica che ricorda quella del suo ultimo connazionale vittorioso alla Doyenne, Andy Schleck. II suo allungo non è giudicato pericoloso dal gruppo di testa, che si crede forte perché numeroso. Eppure Bob pesta bene sui pedali e arriva da solo con buona pace di chi si aspettava di rientrare, e invece è rimasto a guardarsi, senza seguire i tentativi di riallacciare dei Bahrain-Merida Gasparotto (poi 6°) e Pozzovivo (5°) o del Bora Formolo (7°). Sono Woods (EF-Drapac) e Bardet (AG2R-La Mondiale) a completare il podio, a 37″ di distacco. Una sola nota su Vincenzo Nibali: arriva in forma ma trova la giornata no, peccato per tutto il lavoro fatto, ma nulla si può recriminare al campione siciliano, che infatti lascia strada libera al compagno Gasparotto.

 

Ecco dunque che se da un lato abbiamo un giovane corridore già riconosciuto come forte e talentuoso, ma ancora fino a ieri senza il grande successo, dall’altro troviamo un vero fuoriclasse del tennis. Ora inizia la parte di stagione ciclistica delle corse a tappe, e si vedrà se il lavoro di costruzione fatto finora porterà frutto. Per il tennis invece siamo davanti al terreno di caccia di Nadal: i tornei sulla terra sono il suo pane, e non c’è nessuno all’orizzonte che sembri in grado di contrastarlo. Anzi, desta un po’ di perplessità questa situazione: Nadal si ritrova a 31 anni ad essere ancora all’apice delle classifiche con prestazioni di massimo livello, e l’unico a contendergli il palco è quel Roger Federer che sopravvive alla durezza del tennis moderno centellinando le discese in campo. Oltre loro, oltre la loro “rivalità”, il nulla. Murray e Djokovic non pervenuti, Wawrinka, Dimitrov, Cilic, lo stesso Nishikori, Zverev junior…nessuno è in grado di arrivare a superare Federer o Nadal. Ancora oggi la loro presenza resta l’unico perno attorno cui tutto il circo tennistico internazionale ruota.

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Altri Sport
Luca Pulsoni
6 Maggio 2022

A nessuno piace più il Giro d’Italia

Parte da Budapest la corsa più povera degli ultimi anni.
Ritratti
Luca Capponi
30 Aprile 2022

Boris Becker, sempre al massimo

Bum-Bum è stato il prodigio del tennis mondiale, ora è sull'orlo della bancarotta.
Cultura
Giovanni Guido
21 Aprile 2022

Paolo Conte, di musica e bicicletta

Un viaggio in un mondo antico, anche sportivo.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
18 Aprile 2022

Montecarlo tra terra, mare e cielo

Rivoluzione di costume ma soprattutto tecnica.
Interviste
Luca Capponi
23 Marzo 2022

Djokovic contro tutti

Intervista a Simone Eterno, autore di “Contro: vita e destino di Novak Djokovic”.
Altro
Luca Pulsoni
14 Marzo 2022

Il Tour de France è la Superlega del ciclismo

E nessuno si fila più il Giro d'Italia.
Tennis
Giulia De Agnoi
11 Febbraio 2022

Camila Giorgi, originale non risolto

La tennista, la modella, la donna.
Tennis
Diego Mariottini
2 Febbraio 2022

Fred Perry non è solo un marchio

Il più grande tennista britannico, allergico all'etichetta.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
31 Gennaio 2022

L’immortale

Rafael Nadal ha dato l'ennesima prova di essere un uomo unico.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
6 Gennaio 2022

Bruciamo le autobiografie sportive

Liberiamoci da questa piaga.
Tennis
Andrea Antonioli
14 Novembre 2021

Carlos Alcaraz, un selvaggio meccanico

Crudele e animalesco, venuto per sbranare il tennis.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
12 Novembre 2021

Musetti al rovescio

Lorenzo sta cercando di ritrovare se stesso.
Altri Sport
Luca Pulsoni
4 Ottobre 2021

Sonny Colbrelli trionfa in un inferno di fango e pavé

22 anni dopo l'ultima vittoria, Roubaix si tinge nuovamente di azzurro.
Ritratti
Luca Pulsoni
15 Settembre 2021

Fausto Coppi, ribelle e traditore

Vivere intensamente fino a bruciarsi.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
13 Settembre 2021

Djokovic è umano, dopo tutto

L'automa che si scoprì fragile.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
12 Settembre 2021

Vincere e sorridere come Emma Raducanu

La britannica è entrata nella storia vincendo gli U.S. Open partendo dalle qualificazioni.
Papelitos
Luca Pulsoni
12 Agosto 2021

Il ciclismo italiano è a un punto di non ritorno

L'allontanamento di Cassani è solo la punta dell'iceberg.
Cultura
Andrea Muratore
22 Luglio 2021

Montanelli al Giro, un affresco d’Italia

Vent'anni fa ci lasciava un grande giornalista italiano.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
4 Luglio 2021

Amare la prima settimana degli Slam

Il cuore dei Major è la culla degli appassionati.
Tennis
Enrico Ricciulli
26 Giugno 2021

Juan Martìn Del Potro, eroe del popolo

Un gigante dal cuore d'oro che lotta per non arrendersi.
Tennis
Raffaele Cirillo
25 Giugno 2021

Pete Sampras contro il tempo

Essere il più grande ha le sue responsabilità.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
21 Giugno 2021

Matteo Berrettini non fa notizia

Il più forte tennista italiano si è imposto al Queen's.
Tennis
Andrea Antonioli
14 Giugno 2021

Il totalitarismo di Novak Djokovic

Nole contro tutti.
Tennis
Niccolò Maria de Vincenti
3 Giugno 2021

Osaka contro Osaka

Cosa ci dice la giapponese del tennis e del mondo contemporanei
Tennis
Filippo Peci
19 Aprile 2021

Maria Sharapova e lo spirito di gravità

La tennista russa è stata una grande promessa dello sport mondiale, mantenuta solo a metà.
Altro
Alessio Nannini
18 Aprile 2021

Quell’imbroglione di Lance Armstrong

La caduta in disgrazia di un mito moderno.
Tennis
Jacopo Natali
7 Marzo 2021

Ivan Lendl, la classe al servizio della dedizione

Il primo tennista moderno, che ha trasformato un gioco in uno sport.
Tennis
Samantha Casella
16 Febbraio 2021

Quel genio pazzoide di John McEnroe

SuperBrat, il ribelle del tennis, compie 62 anni.
Tennis
Francesco Albizzati
19 Gennaio 2021

Stefan Edberg era estetica allo stato puro

Un genio del tennis in giacca e cravatta.
Altro
Luca Pulsoni
6 Gennaio 2021

Cos’è Ineos e cosa vuole dallo sport

Renderlo una scienza, abbattere ogni barriera.
Tennis
Edoardo Biancardi
4 Gennaio 2021

Sampras v Federer 2001: il re è morto

Wimbledon, campo centrale. Lunga vita al (nuovo) re.
Tennis
Andrea Crisanti
3 Gennaio 2021

Marat Safin non è uno di noi

L'uomo che visse una vita mille volte.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
14 Novembre 2020

Buona la prima, ma è solo l’inizio

Un altro record di precocità, che deve essere solo il punto di partenza.
Altro
Lorenzo Fabiano
2 Novembre 2020

Chris Froome ci ha dato una lezione di sport

Da gregario, con onore ed umiltà.
Tennis
Marco Armocida
2 Novembre 2020

Andre Agassi e la morte del padre

Nel tennista americano si condensa la psicologia del Novecento.
Tennis
Andrea Crisanti
19 Ottobre 2020

Mario Fiorini, la modestia oltre la rete

Sacrificare i riflettori per la passione.
Altro
Luca Pulsoni
14 Ottobre 2020

Giro Covid

8 positivi alla Corsa Rosa. Perché la bolla anti Covid non funziona.
Recensioni
Fabrizio Naldoni
14 Ottobre 2020

Il caso Pantani, l’omicidio di un campione

Per l'atleta straordinario e per l'uomo venuto dal mare.
Altro
Luca Pulsoni
22 Settembre 2020

Il Tour de France 2020 ha battezzato la ferocia di Tadej Pogačar

Lo sloveno di Komenda, 22 anni compiuti ieri, è Il più giovane vincitore del Tour dal 1904. Un predestinato che farà parlare molto di sé.
Tennis
Andrea Antonioli
7 Settembre 2020

Il tennisticamente corretto ha stroncato Djokovic

Ormai la narrazione ha superato la realtà.
Tennis
Niccolò Maria de Vincenti
31 Agosto 2020

Caravaggio, violenza e pallacorda

E di come l'antenato del tennis ha segnato la vita del genio.
Tennis
Paolo Pollo
29 Agosto 2020

Perché Djokovic non riesce a farsi amare

L'unico riconoscimento che manca al numero uno del mondo.
Tennis
Guido Dell'Omo
23 Agosto 2020

Match Point, o dell’essenza della vita

Il tennis e l'esistenza secondo Woody Allen: un intreccio di Fortuna e Volontà.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
12 Luglio 2020

Il nostro tennis è Rino Tommasi e Gianni Clerici

Una coppia da circoletto rosso che non potremo mai dimenticare.
Tennis
Lorenzo Ottone
3 Luglio 2020

Paolo Villaggio e lo sport come commedia sociale

Il ragionier Fantozzi alle prese con l'Italia sportiva.
Altro
Giacomo Amorati
24 Giugno 2020

Il ciclismo in Eritrea: una storia italiana

Viaggio alla scoperta di Asmara, tra caffè espressi e due ruote.
Tennis
Niccolò Maria de Vincenti
24 Giugno 2020

Roma, maggio, il tennis

Gli Internazionali d'Italia si terranno a settembre, e sarà tutto diverso.
Altro
Mattia Azario
17 Giugno 2020

Il Tour unisce e rivela la Francia

Un viaggio lungo oltre cent'anni, da quando il ciclismo era sport di popolo.
Ritratti
Andrea Muratore
5 Maggio 2020

Gino Bartali nella storia d’Italia

Ginettaccio pedala al nostro fianco.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
29 Aprile 2020

Andre Agassi per vincere le tenebre

La vita stessa di Vegas' Kid è letteratura (sportiva).