Carrello vuoto
Critica
18 Novembre

Portate Aldo Cazzullo (e il Corrierone) nel 2017

Pippo Russo

24 articoli
Il Corriere della Sera ha bisogno d'un viaggio nel tempo.

Il caso è grave sicché vi pregherei di non riderci sopra. Riguarda Aldo Cazzullo, inviato del Corriere della Sera che s’occupa di tutto un po’, e dunque anche di pallone e di fallimenti della nazionale di calcio. E a dire il vero, sul tema del calcio egli si cimenta con frequenza pur mantenendo una dignitosa incompetenza specifica. Cosa che in altri tempi sarebbe stata condizione ostativa dell’occuparsi giornalisticamente della vera religione civile italiana. Ma si sa com’è, i tempi cambiano e dall’inizio di questo secolo a non capirci una mazza di calcio si rischia d’essere nominati direttori della Gazzetta. Nell’edizione del 15 novembre, in un commento che partiva dalla prima pagina, Cazzullo ha presentato alcune riflessioni sulla crisi della nazionale azzurra come riflesso della crisi del Paese. E fra le tante considerazioni ce n’era una sul deficit della scuola calcistica italiana come deficit del suo sistema formativo:

Sul crollo delle vocazioni calcistiche e sportive si è detto molto. Introdurre una quota di italiani in campionato – almeno tre in campo per squadra – non sarebbe una cattiva idea.

Ottima idea, avrebbe detto il presidente della FIGC in data 14 dicembre 1995 se avesse letto con 22 anni d’anticipo il commento di Cazzullo. Peccato che, giusto l’indomani, la Corte di Gustizia del Lussemburgo abbia pronunciato una cosina semi-clandestina chiamata Sentenza Bosman, che da allora dichiara fuorilegge ogni limitazione alla circolazione e all’utilizzo in campo degli atleti professionisti comunitari nei campionati dei paesi UE. E a essere illegali sono anche le quote minime d’utilizzo degli atleti nazionali. Ché se fosse stato possibile adottarle, da mo’ che le federazioni nazionali l’avrebbero fatto. Non so dove sia stato Cazzullo da allora, ma per certo è necessario portarlo, d’urgenza e di peso, nel 2017. E bisognerebbe portarci anche l’intera redazione del Corriere della Sera, che non ha colto un errore così clamoroso contenuto da un commento di prima pagina (da quanti desk passerà un commento di prima pagina, e quanti redattori lo “revisionano“?) e l’ha lasciato andare in stampa come se nulla fosse.

 

Avessero tolto le virgolette, sarebbe stato un titolo perfetto

In quell’edizione del Corriere della Sera c’erano almeno altri due articoli degni di menzione. Uno era firmato da Mario Sconcerti, e meriterebbe una puntata di Pallonate dedicata. L’altro è stato scritto da Paolo Tomaselli, e era dedicato a Gigi Buffon. Nel bel mezzo del pezzo veniva dato conto dell’ipotesi che il portiere della Juventus diventi CT della nazionale:

Da ieri per i bookmakers c’è anche il suo nome tra i possibili ct, assieme a Totti e Del Piero, oltre ovviamente ai nomi più gettonati. La quota è molto alta (se giochi 1 euro puoi vincerne 100…), perché ovviamente Buffon fino a fine stagione è ancora portiere della Juventus.

Meraviglioso Tomaselli. Parla di Buffon e tira in ballo allibratori, scommesse e quote. Mancava giusto che consigliasse di andare a fare la giocata presso la tabaccheria di via Garibaldi, a Parma. Ma non crediate che vi siano malizia e allusioni in questo frammento. Basta leggere una decina di righe d’un qualsiasi pezzo di Tomaselli per scoprire d’essere al cospetto d’una spotless mind. Gli è venuta così, e anche a spiegargliela si rischia d’avere in risposta lo sguardo della mucca al treno.

 

Chi mi segue da qualche tempo sa che ho un debole per Antonio Giordano del Corriere dello Sport-Stadio, il vate assoluto del giornalismo sportivo italiano. I suoi pezzi hanno il respiro dell’immenso. Per capire, basta leggere l’incipit di quello pubblicato nell’edizione del 16 novembre:

Un anno (circa), in un mese (più o meno): è il football del Terzo Millennio, una maledetta (o benedetta) centrifuga che può demolire o anche dissolvere la concorrenza: è il Napoli proiettato nel proprio orizzonte, quella scia azzurra e luminosa che si staglia in vicinanza del San Paolo, nel quale c’è racchiuso il destino.

E dunque, fra un “anno circa“, un “mese più o meno“, una “maledetta o benedetta” centrifuga, e un “demolire ma anche dissolvere” la concorrenza, il pezzo di Giordano ha una sola certezza: la scia azzurra e luminosa che si staglia in vicinanza del San Paolo, dove c’è racchiuso il destino. Più chiaro di così, come lo volete detto?

 

La Gazzetta dello Sport del 15 ottobre ospitava un’intervista col direttore di Rai Sport, Gabriele Romagnoli. Il tema, ancora una volta, era la mancata qualificazione della nazionale italiana ai Mondiali di Russia. Titolo dell’articolo: Romagnoli: “Per la Rai è una mazzata”. Avessero tolto le virgolette, sarebbe stato un titolo perfetto.

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Tifo
Alberto Fabbri
13 Maggio 2022

Le sottoculture contro la società moderna

Intervista a Mauro Bonvicini, esperto ed interprete delle sottoculture giovanili.
Ritratti
Raffaele Scarpellini
3 Maggio 2022

Paul Breitner tra Marx, Mao e Che Guevara

Eroe della controcultura, fino ai patti col sistema.
Calcio
Matteo Mancin
3 Aprile 2022

Maurizio Mosca, il colto giullare

Qual è il vero Maurizio Mosca?
Altri Sport
Lorenzo Innocenti
22 Marzo 2022

A che punto è la notte del rugby italiano?

Stato della (dis)unione dell'ovale tricolore.
Ritratti
Emanuele Iorio
22 Febbraio 2022

La telecronaca è una cosa seria

Ritratto di Nando Martellini.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
29 Dicembre 2021

Calciatori, state attenti: meno partite significa meno soldi

Salute contro denaro, chi la spunterà?
Papelitos
Alessandro Imperiali
26 Dicembre 2021

Il caos plusvalenze e la figuraccia della federazione

Ci risvegliamo tutti sudati, come troppo spesso capita.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Novembre 2021

Sarri e Ancelotti parlano anche per noi

Troppe partite, troppo calcio. Ma noi tifosi siamo pronti a rinunciarci?
Estero
Luca Pulsoni
25 Novembre 2021

Orfani di Maradona

Un anno senza Diego e al calcio è già successo di tutto.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Novembre 2021

Serie A isola Felix (per gli stranieri)

Cosa ci dice la doppietta del classe 2003 giallorosso.
Ritratti
Alberto Fabbri
16 Novembre 2021

Edmondo Fabbri, il controritratto

Verità e bugie sull'allenatore della Nazionale eliminata dalla Corea del Nord.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Novembre 2021

Questi siamo

Campioni d'Europa, ma dove sono i campioni?
Interviste
Eduardo Accorroni
14 Novembre 2021

Conta vincere, conta il risultato

Intervista a Stefano Cusin, allenatore del Sud Sudan.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
12 Novembre 2021

Musetti al rovescio

Lorenzo sta cercando di ritrovare se stesso.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
12 Novembre 2021

A nessuno frega più niente della nazionale

E forse a nessuno gliene è mai importato davvero.
Italia
Enrico Leo
4 Novembre 2021

Padova, amare l’amaro

Sotto la notte stellata di Giotto, il calcio è una ferita aperta.
Ritratti
Matteo Mancin
17 Ottobre 2021

Beppe Viola, l’anticonvenzionale

Ritratto della breve e memorabile esistenza di Pepinoeu.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
5 Ottobre 2021

Il futuro del calcio? Lo decidono i vecchi

Wenger come Perez: giudici supremi del pallone che verrà.
Altri Sport
Luca Pulsoni
4 Ottobre 2021

Sonny Colbrelli trionfa in un inferno di fango e pavé

22 anni dopo l'ultima vittoria, Roubaix si tinge nuovamente di azzurro.
Motori
Giacomo Cunial
24 Settembre 2021

Nino Vaccarella: Professore, Pilota, Semi-Dio

L'automobilismo siciliano perde il suo simbolo.
Interviste
Leonardo Aresi
21 Settembre 2021

A tu per tu con Dino Zoff

Conversazione con il campione friulano.
Altri Sport
Luca Pulsoni
20 Settembre 2021

É Bagnaia l’erede di Valentino?

Il ducatista trionfa a Misano nel giorno del saluto al Dottore.
Ritratti
Luca Pulsoni
15 Settembre 2021

Fausto Coppi, ribelle e traditore

Vivere intensamente fino a bruciarsi.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
8 Settembre 2021

Ci son Cassano di nuovo!

Antonio pensa sia un gioco.
Tennis
Gabriele Fredianelli
7 Settembre 2021

La quasi perfetta simmetria delle Paralimpiadi

La spedizione olimpica giapponese è stata la punta dell’iceberg della migliore Italia sportiva paralimpica.
Italia
Luca Pulsoni
24 Agosto 2021

La Serie A non par(l)a più italiano

Su 20 squadre di A, 13 hanno il portiere titolare straniero.
Italia
Diego Mariottini
15 Agosto 2021

Berlino 1936, il Ferragosto d’oro del calcio italiano

La nazionale di Pozzo che vinse l'oro alle Olimpiadi.
Papelitos
Luca Pulsoni
12 Agosto 2021

Il ciclismo italiano è a un punto di non ritorno

L'allontanamento di Cassani è solo la punta dell'iceberg.
Altro
Antonio Aloi
7 Agosto 2021

Luigi Busà, il Gorilla d’Avola con l’oro al collo

Il primo karateka a vincere un oro olimpico è italiano.
Cultura
Gabriele Fredianelli
5 Agosto 2021

Il lungo viaggio della scherma italiana

La scherma in Italia, parte II: il Novecento e i Giochi Olimpici.
Podcast
La Redazione
4 Agosto 2021

Mamma Italia

Un podcast con Bruno Pizzul.
Altro
Gabriele Fredianelli
2 Agosto 2021

Il momento cruciale della scherma italiana

Non (più) top ma nemmeno flop.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
2 Agosto 2021

Sul tetto del mondo

L'estate italiana non è mai stata così dolce.
Altro
Antonio Aloi
1 Agosto 2021

Irma Testa, nella direzione giusta

La rivincita della scuola pugilistica italiana.
Altro
Gabriele Fredianelli
29 Luglio 2021

L’ultimo ballo di Aldo Montano

Il campione dice addio alla pedana con un argento al collo.
Cultura
Gabriele Fredianelli
27 Luglio 2021

La disciplina del vero cavaliere

La storia della scherma in Italia, parte I: dal Rinascimento a fine '800.
Altro
Gabriele Fredianelli
25 Luglio 2021

Luigi Samele, l’argento contro tutti i pronostici

Lo schermidore foggiano ha vissuto il punto più luminoso della sua carriera.
Papelitos
Luca Pulsoni
19 Luglio 2021

Il boomerang del Decreto Crescita

Il capolavoro di Mancini rischia di essere un episodio isolato.
Italia
Lorenzo Ottone
18 Luglio 2021

Il (difficile) Rinascimento italiano

La patria del tifo non ha un tifo nazionale.
Estero
Alberto Maresca
16 Luglio 2021

Viaggio calcistico nel Messico mitologico

Siamo stati a Città del Messico tra calcio, vita e morte.
Ritratti
Giacomo Rossetti
16 Luglio 2021

Arturo Gatti, o dell’elogio del dolore

Non è stato il più forte, non è stato il più tecnico. Ma è stato uno dei pugili più appassionanti mai saliti su un ring.
Podcast
La Redazione
13 Luglio 2021

Lasciateci il pallone

Due chiacchiere con Francesco Repice.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
7 Luglio 2021

Occhi lucidi

Il cuore dell'Italia non muore mai.
Ritratti
Gabriele Fredianelli
4 Luglio 2021

Aldo Montano, la scherma nel sangue

Cinque olimpiadi e non sentirle.
Ritratti
Gianluca Palamidessi
3 Luglio 2021

Uno, nessuno e Nicolò Barella

L'amore per la Sardegna, l'importanza della famiglia.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Giugno 2021

La sofferenza aiuta a crescere

La vittoria mette a tacere inutili polemiche, almeno per ora.
Italia
Raffaele Scarpellini
23 Giugno 2021

Dal Pescara alla Nazionale

Immobile, Insigne e Verratti: da Zeman a Mancini.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
21 Giugno 2021

Matteo Berrettini non fa notizia

Il più forte tennista italiano si è imposto al Queen's.
Papelitos
Luca Pulsoni
17 Giugno 2021

Governare l’entusiasmo

Non soffiare sul fuoco, ma nemmeno spegnerlo.
Italia
Edoardo Franzosi
25 Maggio 2021

Salvate il Tardini, salvate Parma

Cosa si nasconde dietro al rifacimento dello stadio gialloblu.