Ultra
23 Febbraio 2024

Verso il Sette Nazioni

Dove sta andando il rugby?

Il dibattito pubblico sul rugby in Italia risulta fatalmente legato alla contingenza, alla cronaca. Mancando un sistema diffuso di giornali, riviste, canali, podcast (offerta scarsa per via della bassa domanda, del resto), l’approfondimento di determinati fattori, pure decisivi per la comprensione del gioco e della sua progressiva evoluzione semplicemente manca. Del tutto.

Dove sta andando il rugby? Qual è la ratio delle progressive modifiche al regolamento? Perché difficilmente rivedremo una edizione dei Mondiali in Nuova Zelanda? Cosa spinge il Sud Africa verso l’emisfero Nord (e il Sei Nazioni)? E ancora: perché le nazionali contano più dei club? Perché il 20% dei giocatori professionisti totali viene dalle isole del Sud Pacifico ma Figi, Samoa e Tonga non vinceranno mai un Mondiale?

Sono alcune delle domande che occorrerebbe porsi, ma la cui discussione – nel nostro Paese – non esce dalle stanze dei bottoni federali (e solo quelle più alte).

Questa la ragione per cui sarebbe importante che il Centro studi della stessa FIR si incaricasse della traduzione in italiano e della conseguente pubblicazione di Unholy Union. When Rugby collided with the modern World, saggio di Michael Aylwin, giornalista del Guardian, scritto con la consulenza di Mark Evans, nel tempo direttore tecnico di vari club, fra cui i Saracens.

La prima parte del libro si concentra su una critica dura e documentata all’amatorialità del Gioco, perseguita scientemente dalla Rugby Football Union, che difese con ostinazione il dilettantismo sino al 1995 – anno dell’avvento del professionismo. Una scelta che sancì tuttavia il drammatico ritardo nello sviluppo del rugby e che, nel 1995 stesso, fece balzare d’improvviso il Gioco in avanti di due secoli: dal XIX al XXI secolo, in una notte soltanto. Un evento troppo poco graduale che creò (e crea ancora) scompensi, scossoni e false partenze.

Il grande tema dibattuto nel libro è proprio l’avvento del professionismo: di come sia stato recepito da un sistema estremamente codificato e, appunto, refrattario ai cambiamenti; di come abbia fatto evolvere il Gioco, da allora; di quanto tempo sia stato perduto cullandosi nel senso di superiorità del non mescolare la pratica sportiva con il vile denaro.

Contrasti ULTRA

Dopo sette anni lanciamo la nostra sfida. E chiediamo il vostro sostegno per farlo. Contrasti ULTRA, il piano di abbonamenti della rivista, è lo sbocco naturale di un progetto che vuole svincolarsi dalle logiche dei trend topic e del clickbaiting, delle pubblicità invasive e degli investitori invadenti. Un progetto che vuole costruirsi un futuro solido e indipendente.

L'abbonamento darà accesso ai migliori articoli del sito e ad una newsletter settimanale di lotta, di visione e di governo. Il vostro sostegno, in questo grande passo, sarà decisivo: per continuare a rifiutare i compromessi, e percorrere fino alla fine questa strada - lunga, tortuosa, solitaria - che ci siamo scelti. Ora e sempre, il cuore resterà il nostro tamburo. Grazie.

Abbonati

Gruppo MAGOG

L’arte di perdere, il 6 Nazioni dell’Italrugby
Altri Sport
Lorenzo Innocenti
22 Marzo 2023

L’arte di perdere, il 6 Nazioni dell’Italrugby

Abituati a vivere di rincorse e abbordaggi, abbiamo ceduto alla paura di vincere.
A che punto è la notte del rugby italiano?
Altri Sport
Lorenzo Innocenti
22 Marzo 2022

A che punto è la notte del rugby italiano?

Stato della (dis)unione dell'ovale tricolore.
Il rugby in Italia parla veneto
Altri Sport
Lorenzo Innocenti
21 Dicembre 2020

Il rugby in Italia parla veneto

Il nord-est è la patria dell'ovale nostrana.

Ti potrebbe interessare

Fiji, l’ovale che unisce
Altri Sport
Cristian Lovisetto
01 Marzo 2017

Fiji, l’ovale che unisce

Le isole Fiji, paradiso naturale per turisti e surfisti. Un Paese divorato da tensioni interne, golpe di Stato e divisioni sociali. Dove l'unico vero collante tra chi decide di restare è una palla ovale, quella da rugby.
Le origini del successo dell’Italrugby
Altri Sport
La Redazione
18 Marzo 2024

Le origini del successo dell’Italrugby

Il miglior Sei Nazioni della storia della palla ovale italiana impone delle riflessioni.
Hagakure. L’arte della palla ovale
Altri Sport
Filippo Peci
09 Gennaio 2017

Hagakure. L’arte della palla ovale

Ogni pomeriggio in Giappone, allo scoccare della campanella, miriadi di studenti escono nelle strade delle grandi città e si riversano sulle tante occupazioni post-scolastiche a loro disposizione. Questa consuetudine ormai consolidata sta assistendo negli ultimi anni a una lenta e irreversibile inversione di tendenza. Sempre meno giovani calcano i campi da baseball, i tappeti delle […]
Sei Nazioni 2019, terzo atto
Altri Sport
Cristian Lovisetto
26 Febbraio 2019

Sei Nazioni 2019, terzo atto

Come è andata la terza giornata di gioco tra i titani europei della palla ovale.
Rugby senza mischia, l’ultima follia da Covid-19
Papelitos
Lorenzo Ottone
26 Maggio 2020

Rugby senza mischia, l’ultima follia da Covid-19

Abolita la mischia, la palla ovale avrebbe ancora senso?