Carrello vuoto
Papelitos
4 Marzo

Se il VAR diventa kafkiano

Federico Brasile

48 articoli
A fianco dei tifosi della Spal, in rivolta contro il mondo moderno (e l'assurdo).

Quanto verificatosi allo stadio Paolo Mazza di Ferrara era (ed è) esattamente ciò che non doveva accadere con il VAR. E qui non si parla delle opinioni personali sull’assistenza video, dei dubbi sulla tecnica che ormai domina l’uomo o della preoccupazione per cui l’irrazionale vuole essere cancellato anche dal pallone. Certo, di base noi vogliamo sempre la “verità”: la scienza e la tecnologia ci devono dare risposte, e non siamo disposti ad accettare che la ruota giri un po’ per tutti, dobbiamo sempre avere il controllo (anche perché, c’è da dirlo, l’errore ci sta fino a quando la ruota che deve girare non è truccata). Ormai siamo diffidenti in tutto e abbiamo anche ragione. Non crediamo più ai politici o ai media perché ci hanno raccontato una valanga di baggianate, e non ci fidiamo più del sistema arbitrale perché in passato, insomma, l’esperienza ci ha spesso portato a pensarla così.

Un rapido riepilogo fotografico

Tuttavia per i fatti di ieri non parliamo di questo. Lo abbiamo detto infatti mille volte, l’assistenza video nasce per intervenire solo su un “chiaro errore”, e quanto successo tra Spal e Sampdoria non fa altro che allontanare i tifosi da una procedura apparentemente infallibile ma perversa (che poi parliamo di Spal – Sampdoria, altrimenti il caso terrebbe banco sulle prime pagine di tutti i giornali). Qualcuno ci dovrebbe spiegare perché Pasqua è stato chiamato al VAR per un fuorigioco (?) millimetrico di un calciatore che forse influisce (??) sulla dinamica dell’azione. Un episodio che a rivederlo da casa dieci e cento volte, con moviole e fermi immagine, comodamente sul divano, resta a dir poco oscuro: certamente non si parla di un errore evidente, ed è difficile capire anche solo se fosse un errore.

 

E non basta l’urlo strozzato in gola dei tifosi di casa – conseguenza questa, del VAR, che già sfiora la crudeltà assoluta, quella dell’esultanza mancata o del timore di non poter gioire in contemporanea. No, ieri abbiamo assistito a un caso in cui il VAR diventa quasi kafkiano, profondamente ingiusto e insensato ma allo stesso tempo impossibile da combattere. A questo punto stiamo paradossalmente con quei tifosi, anche della Curva Ovest, che hanno rotto il codice d’onore dello stadio, abbandonando il Paolo Mazza prima del triplice fischio in rivolta contro il mondo moderno: in fondo questa è (ancora) la cosa più umana a cui abbiamo assistito ieri.

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Storie
Maurizio Fierro
13 Novembre

La Lazio di Maestrelli: un mucchio selvaggio

Una banda di anarchici all'assalto del calcio italiano.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
8 Dicembre

Meno Sarri più Inzaghi

Lazio-Juventus non è stata una sorpresa.
Storie
Domenico Rocca
11 Febbraio

La Ternana di Corrado Viciani è stata rivoluzionaria

Il 12 febbraio di sei anni fa ci lasciava Corrado Viciani, l'allenatore che voleva ribaltare il calcio italiano.
Calcio
Vito Alberto Amendolara
13 Gennaio

L’anno del Serpente

L'Inter è ancora la squadra da battere.
Recensioni
Andrea Antonioli
9 Novembre

L’atto, non l’azione

Ritratti
Luca Pulsoni
20 Aprile

Pierluigi Collina è stato più di un arbitro

Fenomenologia del più famoso fischietto mondiale.
Calcio
Umberto De Marchi
15 Ottobre

Le multiproprietà rischiano di uccidere il calcio

Come se non bastasse tutto il resto, il tema delle multiproprietà si sta imponendo nel calcio in modo sempre più problematico.
Ritratti
Patrizio Ruviglioni
31 Maggio

Daniele Massaro

La storia di Daniele Massaro. Giocatore tuttofare, uomo della provvidenza.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Maggio

Errare è umano, perseverare…

La classe arbitrale italiana ha bisogno di una rivoluzione.
Storie
Alberto Fabbri
13 Luglio

Il Piccolo Brasile

L’incredibile favola del Mantova che, con quattro promozioni in cinque anni, raggiunge la serie A nel 1961.
Calcio
Diego Mariottini
12 Aprile

Cagliari Campione. Lo Scudetto del popolo sardo

Il 12 aprile di cinquant'anni fa il Cagliari si laureava Campione d'Italia.
Papelitos
Lorenzo Solombrino
17 Gennaio

Salviamo la Coppa Italia dalla sua depressione

Orari improponibili, stadi deserti, formazioni rimaneggiate. La Coppa Italia sta morendo lentamente.
Papelitos
Federico Brasile
9 Marzo

Quel pasticciaccio brutto della Serie A

Un Paese sportivo d'accordo su una sola cosa: la deresponsabilizzazione, l'incapacità di prendere decisioni.
Calcio
Lorenzo Solombrino
14 Marzo

Ivan Gazidis e l’House Of Cards del calcio italiano

La storia di un manager machiavellico, tra luci (finanziarie) e ombre (sportive).
Papelitos
Luca Pulsoni
19 Luglio

Il boomerang del Decreto Crescita

Il capolavoro di Mancini rischia di essere un episodio isolato.
Interviste
La Redazione
16 Gennaio

British storytelling

La parola a Matthew Lorenzo, fra i più noti presentatori calcistici del Regno Unito.
Papelitos
Andrea Antonioli
8 Marzo

A Roma serve lucidità

L'ambiente Roma è strutturalmente incapace di valutare ed elaborare i fatti: Ranieri, che piaccia o meno, era l'unica scelta possibile.
Tifosi
Alberto Fabbri
3 Luglio

Il Virtual audio e il trionfo del grottesco

I cori registrati non potranno mai sostituire il calore di una curva.
Papelitos
Matteo Paniccia
13 Gennaio

Agli ordini di Sanremo

Perché Sanremo è Sanremo.
Papelitos
Domenico Rocca
18 Luglio

Contro il campionato spezzatino

Il calcio che siamo abituati a conoscere è una carcassa abbandonata nel deserto: l’avvoltoio che la smembra è il business televisivo.
Papelitos
Valerio Santori
19 Dicembre

Ci mancava il VAR del VAR

La trasparenza della tecnica.
Calcio
Remo Gandolfi
14 Aprile

Piermario Morosini

In memoriam.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Febbraio

Gli arbitri hanno mai giocato a calcio?

Forse sì, in un tempo molto lontano.
Recensioni
Massimiliano Vino
9 Aprile

I primi cinquant’anni del calcio in Italia

Enrico Brizzi racconta il pallone tricolore, dalle sue origini fino al Grande Torino.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Dicembre

Tra i tre litiganti, l’Inter gode

C'era una volta un campionato combattuto.
Papelitos
Matteo D'Argenio
5 Dicembre

Quel pomeriggio di un giorno da Inter

La via nazionale dell'Inter alla ricostruzione, ovvero come adattarsi perfettamente al nostro campionato.
Calcio
Carlo Garzotti
17 Febbraio

Adriano alla fine dell’impero

Un fenomeno vittima dei propri demoni.
Calcio
Michele Di Virgilio
24 Gennaio

Nel nome del VAR

C'è ancora posto per l'uomo (e per il pallone) nell'età della tecnica?
Calcio
Rudy Galetti
5 Agosto

L’eccezionale normalità di Jack Bonaventura

L'addio al Milan in un silenzio dal rumore assordante.
Calcio
Raffaele Arabia
8 Aprile

Il punto sulla B

A otto giornate dal termine, la serie cadetta non ha ancora annunciato il suo verdetto.
Calcio
Lorenzo Serafinelli
9 Gennaio

È la Lazio a sceglierti

122 anni di gioia, sofferenza e senso d'appartenenza.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
12 Settembre

L’insostenibile inutilità della mascherina in campo

Un triste e confuso tentativo di educazione sociale.
Ritratti
Marco Metelli
2 Novembre

Antonio Cassano

Il ragazzo che non voleva crescere.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
30 Ottobre

L’Antinferno della Serie A

Il Benevento non esiste, la SPAL però ci crede. Chi sono dunque le ignave del campionato?
Papelitos
Gianluca Palamidessi
2 Dicembre

L’umiltà di essere grandi

Napoli-Juventus, o "l'arte di saper vincere".
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
13 Febbraio

Contro l’ Ünder-mania

Si plachi l’entusiasmo per il calciatore, si plachi la turcofilia (governativa) che comporta.
Calcio
Luca Pulsoni
20 Agosto

La dura vita delle neopromosse in Italia

Neanche salgono in Serie A, e già sono con un piede in Serie B.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Agosto

Il caso De Ligt tra chiacchiera ed equivoco

Il calciatore moderno deve sempre dire la sua.
Calcio
Luigi Fattore
17 Febbraio

La difesa di Zeman

Zemanlandia è ancora viva, grazie al cielo!
Ritratti
Edoardo Franzosi
17 Agosto

Smetto quando voglio

Da campione a clochard. Le mille vite di Maurizio Schillaci.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
24 Dicembre

Più si gioca, meno si gioca

Un calendario sanguinoso che sta alterando il paradigma.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Aprile

Serie A, c’è solo la Juventus

In una scialba giornata di campionato, la Juventus mette una seria ipoteca sul settimo scudetto consecutivo.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
6 Dicembre

L’Atalanta è pronta per vincere lo Scudetto

Come è cambiata quest'anno la Dea.
Critica
Pippo Russo
11 Novembre

Gagliardini e Baselli, i meravigliosi

E' tornato Daniele Word Cloud Adani!
Calcio
Luca Pulsoni
4 Giugno

Un Italiano a La Spezia

Il Golfo dei poeti ha stregato la Serie A.
Editoriali
Lorenzo Santucci
5 Ottobre

Serie ASL

Nell'anarchia legislativa ci si fa giustizia da soli.
Ritratti
Andrea Catalano
18 Luglio

Giacinto Facchetti, capitano mio capitano

Il 18 Luglio del '42 nasceva una leggenda dell'Inter e colonna della Nazionale.
Calcio
Remo Gandolfi
28 Dicembre

Pierluigi Casiraghi aveva due palle così

Contro-storia di Pierluigi Tyson Casiraghi
Calcio
Daniele Dell'Orco
24 Gennaio

De Laurentiis, il silenzio è d’oro

Le scintille tra Aurelio De Laurentiis e Maurizio Stirpe hanno messo a nudo tutta l'ipocrisia del patron napoletano.
Papelitos
Matteo Paniccia
26 Marzo

Tra Sky e Dazn ci rimettono i tifosi

La battaglia per i diritti tv ha più vinti che vincitori.