Carrello vuoto
Tennis
10 Giugno

La Top 10 secondo Fabio

Fabio Fognini è nella Top 10 del tennis mondiale. E, non ce ne voglia l'immenso Rino, è un grande giocatore.

“La Francia ha Gasquet, noi purtroppo abbiamo Fognini”. Rino Tommasi, Maestro del giornalismo italiano e, a buon diritto, inserito nella hall of fame del tennis di Newport (insieme al sodale Gianni Clerici), nel lontano 2007 era stato laconico nei confronti del giovane tennista ligure, speranza della racchetta azzurra. Il cronista di Verona ne aveva da subito evidenziato un carattere fumantino, una totale mancanza di concentrazione e continuità nell’arco di una partita, e una chiara tendenza alla polemica e all’ira più che alla cultura del lavoro. “Non sarà mai un grande giocatore”, diceva.

 

Oggi, dopo un numero indefinito di racchette spaccate, diversi warning per turpiloquio, copiose polemiche con i giudici di sedia e un paio di insulti alle incolpevoli madri dei giudici di linea, Fabio Fognini è nella Top 10 del tennis mondiale. E, non ce ne voglia l’immenso Rino, è un grande giocatore.

 

Il sorriso smagliante di quel pazzo del Fogna (LaPresse)

 

Fognini arriva a questo traguardo sulla scia di un anno in costante crescita in cui il trofeo di Montecarlo ha rappresentato il coronamento di una carriera e la spinta necessaria per guadagnare posizioni nel ranking. Un traguardo quantomai storico, se è vero che oggi (lunedì 10, se credete ai segni) si rivede un italiano nella Top 10 dopo Corrado Barazzutti che aveva raggiunto la settima posizione mondiale nell’Agosto ’78. Sì, esattamente, parliamo di quarantuno anni fa (41!). Il secondo sport per numero di tesserati in Italia, era riuscito dal 1973, introduzione della classifica computerizzata, a inserire due soli giocatori nel gotha del tennis mondiale: oltre al citato Barazzutti, ovviamente Adriano Panatta, che nel ’76 si appostò ai piedi del podio virtuale. Un’assenza imbarazzante che deve far riflettere sulla fallace struttura delle istituzioni federali, immobili dai successi generazionali della Davis del 1976, e che ha sempre e solo sperato nell’apparizione di talenti molto più che nel loro svezzamento e crescita. Una federazione incapace di sfruttare la buona tradizione tennistica e sportiva degli albori e che si è vista surclassare da potenze prima totalmente estranee alla racchetta.

 

In questo contesto non stupisce che sia proprio Fabio Fognini ad aver rinverdito lo splendore del tennis di casa nostra, avendo richiesto asilo in Spagna e Stati Uniti per allenarsi e crescere trovando altrove le strutture e le condizioni ideali per alimentare il suo talento. L’affermazione del ligure non deve necessariamente lasciar presagire un’ondata di freschezza per il nostro movimento (anche se Berrettini e soprattutto Sinner lasciano ben sperare). Quella di Fognini è una storia di puro talento, condita da colpi estrosi che ci hanno fatto divertire moltissimo nell’epoca dei robot del tennis, muri di gomma calcolatori e cultori di alimentazione e forma fisica.

 

Fognini assieme a Pietrangeli, padre nobile del tennis italiano (LaPresse)

 

E’ vero, forse fosse stato un giocatore assennato e un atleta provetto, avremmo cantato le lodi di ben altri trofei, ma in fondo queste argomentazioni ipotetiche hanno sempre più infastidito che giovato. Perché l’unica certezza che ci rimane è che Fabio Fognini abbia deciso di rimanere sempre fedele a sé stesso, al suo personalissimo modo di essere, a volte irreverente e insofferente, ma pur sempre coerente.

 

In una carriera spesa a condividere il campo con i più grandi giocatori di tutti i tempi (a proposito ieri Rafa il cannibile ha messo in bacheca la dodicesima Coppa dei Moschettieri), questo è finalmente un obiettivo straordinariamente raggiunto, sempre con il sorriso e l’attitudine estrosa degna dei grandi del passato, ormai estinta nei campi del circuito odierno. Perciò grazie Fabio, per aver riportato l’Italia nel tennis che conta, ma soprattutto di essere rimasto te stesso.

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Tifo
Alberto Fabbri
13 Maggio 2022

Le sottoculture contro la società moderna

Intervista a Mauro Bonvicini, esperto ed interprete delle sottoculture giovanili.
Calcio
Matteo Mancin
3 Aprile 2022

Maurizio Mosca, il colto giullare

Qual è il vero Maurizio Mosca?
Altri Sport
Lorenzo Innocenti
22 Marzo 2022

A che punto è la notte del rugby italiano?

Stato della (dis)unione dell'ovale tricolore.
Ritratti
Emanuele Iorio
22 Febbraio 2022

La telecronaca è una cosa seria

Ritratto di Nando Martellini.
Papelitos
Alessandro Imperiali
26 Dicembre 2021

Il caos plusvalenze e la figuraccia della federazione

Ci risvegliamo tutti sudati, come troppo spesso capita.
Estero
Luca Pulsoni
25 Novembre 2021

Orfani di Maradona

Un anno senza Diego e al calcio è già successo di tutto.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Novembre 2021

Serie A isola Felix (per gli stranieri)

Cosa ci dice la doppietta del classe 2003 giallorosso.
Ritratti
Alberto Fabbri
16 Novembre 2021

Edmondo Fabbri, il controritratto

Verità e bugie sull'allenatore della Nazionale eliminata dalla Corea del Nord.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Novembre 2021

Questi siamo

Campioni d'Europa, ma dove sono i campioni?
Tennis
Vito Alberto Amendolara
12 Novembre 2021

Musetti al rovescio

Lorenzo sta cercando di ritrovare se stesso.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
12 Novembre 2021

A nessuno frega più niente della nazionale

E forse a nessuno gliene è mai importato davvero.
Italia
Enrico Leo
4 Novembre 2021

Padova, amare l’amaro

Sotto la notte stellata di Giotto, il calcio è una ferita aperta.
Altri Sport
Luca Pulsoni
4 Ottobre 2021

Sonny Colbrelli trionfa in un inferno di fango e pavé

22 anni dopo l'ultima vittoria, Roubaix si tinge nuovamente di azzurro.
Motori
Giacomo Cunial
24 Settembre 2021

Nino Vaccarella: Professore, Pilota, Semi-Dio

L'automobilismo siciliano perde il suo simbolo.
Interviste
Leonardo Aresi
21 Settembre 2021

A tu per tu con Dino Zoff

Conversazione con il campione friulano.
Altri Sport
Luca Pulsoni
20 Settembre 2021

É Bagnaia l’erede di Valentino?

Il ducatista trionfa a Misano nel giorno del saluto al Dottore.
Ritratti
Luca Pulsoni
15 Settembre 2021

Fausto Coppi, ribelle e traditore

Vivere intensamente fino a bruciarsi.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
8 Settembre 2021

Ci son Cassano di nuovo!

Antonio pensa sia un gioco.
Tennis
Gabriele Fredianelli
7 Settembre 2021

La quasi perfetta simmetria delle Paralimpiadi

La spedizione olimpica giapponese è stata la punta dell’iceberg della migliore Italia sportiva paralimpica.
Italia
Luca Pulsoni
24 Agosto 2021

La Serie A non par(l)a più italiano

Su 20 squadre di A, 13 hanno il portiere titolare straniero.
Italia
Diego Mariottini
15 Agosto 2021

Berlino 1936, il Ferragosto d’oro del calcio italiano

La nazionale di Pozzo che vinse l'oro alle Olimpiadi.
Papelitos
Luca Pulsoni
12 Agosto 2021

Il ciclismo italiano è a un punto di non ritorno

L'allontanamento di Cassani è solo la punta dell'iceberg.
Altro
Antonio Aloi
7 Agosto 2021

Luigi Busà, il Gorilla d’Avola con l’oro al collo

Il primo karateka a vincere un oro olimpico è italiano.
Cultura
Gabriele Fredianelli
5 Agosto 2021

Il lungo viaggio della scherma italiana

La scherma in Italia, parte II: il Novecento e i Giochi Olimpici.
Podcast
La Redazione
4 Agosto 2021

Mamma Italia

Un podcast con Bruno Pizzul.
Altro
Gabriele Fredianelli
2 Agosto 2021

Il momento cruciale della scherma italiana

Non (più) top ma nemmeno flop.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
2 Agosto 2021

Sul tetto del mondo

L'estate italiana non è mai stata così dolce.
Altro
Antonio Aloi
1 Agosto 2021

Irma Testa, nella direzione giusta

La rivincita della scuola pugilistica italiana.
Altro
Gabriele Fredianelli
29 Luglio 2021

L’ultimo ballo di Aldo Montano

Il campione dice addio alla pedana con un argento al collo.
Cultura
Gabriele Fredianelli
27 Luglio 2021

La disciplina del vero cavaliere

La storia della scherma in Italia, parte I: dal Rinascimento a fine '800.
Altro
Gabriele Fredianelli
25 Luglio 2021

Luigi Samele, l’argento contro tutti i pronostici

Lo schermidore foggiano ha vissuto il punto più luminoso della sua carriera.
Papelitos
Luca Pulsoni
19 Luglio 2021

Il boomerang del Decreto Crescita

Il capolavoro di Mancini rischia di essere un episodio isolato.
Italia
Lorenzo Ottone
18 Luglio 2021

Il (difficile) Rinascimento italiano

La patria del tifo non ha un tifo nazionale.
Ritratti
Giacomo Rossetti
16 Luglio 2021

Arturo Gatti, o dell’elogio del dolore

Non è stato il più forte, non è stato il più tecnico. Ma è stato uno dei pugili più appassionanti mai saliti su un ring.
Podcast
La Redazione
13 Luglio 2021

Lasciateci il pallone

Due chiacchiere con Francesco Repice.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
7 Luglio 2021

Occhi lucidi

Il cuore dell'Italia non muore mai.
Ritratti
Gabriele Fredianelli
4 Luglio 2021

Aldo Montano, la scherma nel sangue

Cinque olimpiadi e non sentirle.
Ritratti
Gianluca Palamidessi
3 Luglio 2021

Uno, nessuno e Nicolò Barella

L'amore per la Sardegna, l'importanza della famiglia.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Giugno 2021

La sofferenza aiuta a crescere

La vittoria mette a tacere inutili polemiche, almeno per ora.
Italia
Raffaele Scarpellini
23 Giugno 2021

Dal Pescara alla Nazionale

Immobile, Insigne e Verratti: da Zeman a Mancini.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
21 Giugno 2021

Matteo Berrettini non fa notizia

Il più forte tennista italiano si è imposto al Queen's.
Papelitos
Luca Pulsoni
17 Giugno 2021

Governare l’entusiasmo

Non soffiare sul fuoco, ma nemmeno spegnerlo.
Italia
Edoardo Franzosi
25 Maggio 2021

Salvate il Tardini, salvate Parma

Cosa si nasconde dietro al rifacimento dello stadio gialloblu.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Maggio 2021

Errare è umano, perseverare…

La classe arbitrale italiana ha bisogno di una rivoluzione.
Italia
Raffaele Scarpellini
8 Aprile 2021

Mundialgate, le ombre dell’Italia ’82

Fu vera gloria?
Tennis
Vito Alberto Amendolara
5 Aprile 2021

Anche Sinner è umano

E questo è solo un bene per la sua carriera.
Altro
Leonardo Aresi
17 Marzo 2021

Luna Rossa ci ha fatto sognare

La sconfitta in Coppa America non scalfisce la portata dell'impresa.
Ritratti
Marco Armocida
17 Marzo 2021

Giovanni Trapattoni, il contadino che conquistò il mondo

Compie 82 anni l'allenatore italiano più vincente di sempre.
Interviste
Gianluca Losito
15 Marzo 2021

Clemente Russo, una vita sul ring

Intervista con il pugile campano, pronto per la sua quinta Olimpiade.
Interviste
Giuseppe Cappiello
12 Marzo 2021

US Fasano, il calcio del suo popolo

Il pallone come rito e bene collettivo.