Carrello vuoto
Papelitos
20 Aprile

Wimbledon bandirà gli atleti russi, secondo il NYT

La Redazione

60 articoli
Una discriminazione esagerata e immotivata.

Secondo il giornale più importante al mondo, il New York Times, l’organizzazione di Wimbledon annuncerà a breve il divieto di partecipare al torneo a atleti russi e bielorussi. La causa, ormai la conosciamo, l’invasione russa all’Ucraina e il sostegno della Bielorussia di Lukashenko. Così scrive Cristoforo Clarey, parlando di un “ban” che farebbe dell’All England Club il primo torneo al mondo ad escludere atleti russi e bielorussi solo per la loro nazionalità.

Già erano stati cancellati gli eventi in Russia, le federazioni russe e bielorusse erano state espulse dall’ITF (Federazione Internazionale di Tennis) e le rispettive squadre di Coppa Davis escluse dal torneo (come le Nazionali di calcio e di altri sport). Ma questa sarebbe la prima volta che si bannano dei tennisti per la sola nazionalità, malgrado si siano spesso schierati contro la guerra: pensiamo a Medvedev, che ha auspicato la pace il prima possibile, ad Anastasia Pavlyuchenkova, che ha dichiarato «sono molto impaurita, come la mia famiglia e i miei amici. Ma non temo di espormi chiaramente: sono contro la guerra e la violenza», o ad Andrey a Rublev, che dal primo momento si è schierato contro la guerra.

«Quello che sta succedendo è terribile. Capisci quanto sia importante la pace nel mondo, e rispettarsi gli uni con gli altri, non importa chi siamo. Essere uniti. Dobbiamo avere cura della Terra e del nostro prossimo. In queste ore molti mi hanno attaccato su internet solo perché sono russo, ma anche se mi tirano pietre io voglio mostrare che sono per la pace».

Andrey Rublev, 25/02/2022

Già il Ministro dello Sport britannico d’altronde, Nigel Huddleston, aveva mostrato la linea dura inglese, espressione della politica del governo Johnson: «Abbiamo bisogno della garanzia che non siano sostenitori di Putin e stiamo valutando di quali requisiti potremmo aver bisogno, per ottenere alcune assicurazioni in tal senso», lasciando intendere la possibilità di richiedere agli atleti la condanna pubblica del governo russo. Una posizione che come scrive anche il NYT «avrebbe potuto mettere loro o le loro famiglie in una situazione difficile»; a questo punto, allora, si sarebbe deciso direttamente di escluderli.

Ebbene, speriamo che l’indiscrezione non venga confermata, seppure la fonte e soprattutto la sicurezza ostentata dalla fonte non lasciano ben sperare. Sarebbe un passo indietro non solo per l’Occidente democratico, ridotto a discriminare dei singoli individui per la sola nazionalità, ma anche per lo sport: un linguaggio universale che già aveva adempiuto al suo ruolo con le dichiarazioni pacifiste degli atleti, certamente non la migliore propaganda possibile per Putin; e che invece così, usato come una clava per una discriminazione totale e immotivata, si rivela addirittura controproducente, fornendo un assist alla Russia per mostrare il volto più antidemocratico dei suoi avversari.

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Ritratti
Alessandro Di Nardo
17 Maggio 2022

Artem Dzyuba contro tutti

Non si tratta con il centravanti russo.
Ritratti
Luca Capponi
30 Aprile 2022

Boris Becker, sempre al massimo

Bum-Bum è stato il prodigio del tennis mondiale, ora è sull'orlo della bancarotta.
Tifo
Lorenzo Serafinelli
27 Marzo 2022

L’anima nera degli ultras ucraini

Dalle curve al fronte, tra guerra e ultranazionalismo.
Papelitos
La Redazione
24 Marzo 2022

Bellerin contro il “razzismo” dell’Occidente

Una presa di posizione che sta facendo discutere.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
18 Marzo 2022

Ora tremano anche i tennisti russi

Il maccartismo all'attacco di Medvedev e compagni.
Estero
Lorenzo Serafinelli
10 Marzo 2022

Facile condannare la Stella Rossa

Perché il club è legato alla Russia?
Estero
Edoardo Franzosi
7 Marzo 2022

Il ventennio blu di Roman Abramovich

Qualche ricostruzione, ora che si è concluso nel modo peggiore.
Papelitos
La Redazione
6 Marzo 2022

Nikita Mazepin, licenziato perché russo

Il neo-maccartismo continua spedito.
Tennis
Diego Mariottini
2 Febbraio 2022

Fred Perry non è solo un marchio

Il più grande tennista britannico, allergico all'etichetta.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
4 Luglio 2021

Amare la prima settimana degli Slam

Il cuore dei Major è la culla degli appassionati.
Tennis
Raffaele Cirillo
25 Giugno 2021

Pete Sampras contro il tempo

Essere il più grande ha le sue responsabilità.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
21 Giugno 2021

Matteo Berrettini non fa notizia

Il più forte tennista italiano si è imposto al Queen's.
Tennis
Filippo Peci
19 Aprile 2021

Maria Sharapova e lo spirito di gravità

La tennista russa è stata una grande promessa dello sport mondiale, mantenuta solo a metà.
Tennis
Jacopo Natali
7 Marzo 2021

Ivan Lendl, la classe al servizio della dedizione

Il primo tennista moderno, che ha trasformato un gioco in uno sport.
Tennis
Samantha Casella
16 Febbraio 2021

Quel genio pazzoide di John McEnroe

SuperBrat, il ribelle del tennis, compie 62 anni.
Tennis
Edoardo Biancardi
4 Gennaio 2021

Sampras v Federer 2001: il re è morto

Wimbledon, campo centrale. Lunga vita al (nuovo) re.
Ritratti
Emanuele Meschini
16 Dicembre 2020

Lo strano caso del dottor Dennis e di mister Wise

Compie 54 anni un fuoriclasse che amava picchiare gli avversari.
Tennis
Niccolò Maria de Vincenti
6 Luglio 2020

Federer v Nadal 2008: il miglior incontro di sempre

4 ore e 48 minuti che hanno cambiato la storia dello sport.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
29 Aprile 2020

Andre Agassi per vincere le tenebre

La vita stessa di Vegas' Kid è letteratura (sportiva).
Tennis
Diego Mariottini
23 Novembre 2019

Il glorioso principio di Boris Becker

Come il tedesco si impose, ancora minorenne, a Wimbledon nel 1985 da (quasi) perfetto sconosciuto. Le stimmate di un fuoriclasse della racchetta.
Tennis
Andrea Antonioli
15 Luglio 2019

Solo Dio è con Djokovic

Il tennis come la vita è crudele, e a Wimbledon Novak Djokovic ha negato il lieto fine a Roger Federer.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
13 Luglio 2019

Federer-Nadal è poesia

Wimbledon, 12 luglio 2019: l'ennesimo atto di un'eterna sfida.
Altri Sport
Niccolò Maria de Vincenti
16 Luglio 2018

Nole è tornato

Il serbo scaccia via i fantasmi e torna grande sull'erba di Church Road.
Altri Sport
Micael Caviglia
10 Luglio 2017

Incursione a Wimbledon

Quello che c'è da sapere sulla prima settimana di gioco all'England Club.
Editoriali
Andrea Antonioli
15 Maggio 2017

Occidentali’s karma

Da predatore a preda: la parabola sportiva e spirituale di Novak Djokovic.
Altri Sport
Remo Borgatti
8 Marzo 2017

E’ tornato lo Zio Sam

La caccia ai giganti di Sam Querrey è a dir poco appassionante. L'ultima battuta si è svolta in terra messicana.