Carrello vuoto
Calcio
8 Febbraio

Suning naviga in cattive acque

Luca Pulsoni

82 articoli
Nel frattempo l'Inter non può concedersi distrazioni.

Fermo. Sminuito, ridimensionato ma non ancora naufragato. Antonio Conte ha detto che è inutile nasconderlo, perchè l’Inter era partita con un progetto «e il progetto si è fermato ad agosto». Il gruppo Suning, proprietario del 68,55% delle quote del club, naviga in cattive acque. Il Covid-19 e le restrizioni dalla Cina hanno ridotto in brandelli i conti della galassia Zhang. Secondo il Financial Times, che cita dati Dealogic, entro l’anno Suning, già alle prese con l’aumento dell’indebitamento e la contrazione dei ricavi, deve onorare le scadenze di bond per 1,2 miliardi di dollari, dopo aver ripagato 1,5 miliardi lo scorso anno.

 

 

La crisi improvvisa ha stravolto anche i piani dell’Inter. La società nerazzurra, rilevata da Suning nel giugno 2016, aveva concentrato nelle ultime stagioni ingenti investimenti per ridurre il gap con la Juventus e tornare a recitare un ruolo di primo piano nel calcio italiano ed europeo. Le spese degli ultimi anni (gli acquisti di Lukaku, Eriksen e Hakimi su tutte), unite alle perdite causate dalla pandemia, hanno compromesso la strada verso la sostenibilità finanziaria.

 

L’Inter ha chiuso il 2020 con una perdita di 102 milioni, dovuta in gran parte ai mancati introiti causa Covid. Il club è afflitto da altre grane: stipendi arretrati, debiti di mercato e altre scadenze finanziarie. Urge, dunque, un’immediata immissione di liquidità.

 

Il Financial Times parla di una cifra compresa tra i 150 e i 200 milioni. Incombenze che hanno contraddistinto anche le ultime due sessioni di calciomercato, con i nerazzurri rimasti alla finestra in attesa dell’operazione low cost.

 

Zhang Jindong e Steven Zhang, i due volti dell’impero Suning, a bordocampo in quel di San Siro nel settembre del 2016 (Ph Claudio Villa – Inter/FC Internazionale via Getty Images)

 

 

Il piano di Suning è quello di sbarazzarsi del fondo Lion Rock (proprietario del 31,05%) e trovare un partner finanziario in grado di traghettare la società lontano dalla tempesta. I giornali hanno parlato della trattativa esclusiva con il fondo inglese di private equity Bc Partners che, dopo la due diligence dei conti nerazzurri, ha formalizzato un’offerta di acquisto di 750 milioni di dollari. Valutazione lontana da quella dei cinesi, fermi a un miliardo.

 

Secondo alcuni media internazionali, la trattativa non si sarebbe arenata del tutto. Nel caso di rottura definitiva del tavolo con Bc Partners, Suning avrebbe altri assi nella manica: il gruppo Eqt e gli americani di Arctos.

 

Non mancano colloqui avviati con altri colossi della finanza. Il Financial Times fa i nomi di Ares e SoftBank, mentre la famiglia Zhang ha affidato a Goldman Sachs il ruolo di advisor nelle trattative. La volontà di Suning sarebbe quella di proseguire nell’investimento Inter ma non è esclusa alcuna ipotesi visto i venti di tempesta che soffiano sull’impero di Nanchino.

 

 

Suning, gruppo cinese che opera nella distribuzione al dettaglio di elettrodomestici e prodotti elettronici, vanta tra i propri azionisti il colosso cinese dell’e-commerce Alibaba, che nel 2016 ha rilevato il 19,9% delle quote dopo aver staccato un assegno da 4,2 miliardi di dollari. L’investimento nell’Inter è arrivato dopo quello nello Jiangsu (poi ribattezzato Jiangsu Suning), club che milita nella Chinese Super League e che ha vinto il suo primo campionato nella scorsa stagione.

 

Lukaku è stato l’acquisto più costoso in casa Inter durante la gestione Suning (Ph Marco Luzzani – Inter/FC Internazionale via Getty Images)

 

 

A dicembre scorso – come riportato dai media cinesi e dal Corriere della Sera – la famiglia Zhang avrebbe dato in pegno alla Taobao, una controllata del gruppo Alibaba, il 100% di Suning Holdings Group, la società che include, tra le altre, anche la quota di controllo dell’Inter. Operazione dal valore totale di un miliardo di yuan, circa 130 milioni di euro. Il gruppo Suning aveva così commentato:

 

«Il pegno azionario è un normale accordo d’affari che non ha alcun impatto sullo sviluppo commerciale e sulla consueta attività».

 

Steven Zhang, 29enne e più giovane presidente nella storia dell’Inter, è il figlio di Jindong, fondatore del gruppo Suning e uno degli uomini più ricchi della Cina. Secondo un articolo di Bloomberg dell’ottobre scorso, Zhang senior avrebbe subito una riduzione del patrimonio personale per più di 2 miliardi di dollari. Un crollo vertiginoso dovuto alla flessione dei numeri di Suning. Nella prima metà del 2020, il colosso cinese ha registrato una riduzione dei ricavi del 13%. Ad aggravare il quadro è l’aumento dell’indebitamento del gruppo unito alla flessione delle vendite (che Bloomberg stima in un terzo rispetto all’esercizio precedente).

 

 

La famiglia Zhang non se la passa bene nemmeno per quanto concerne i rapporti con il regime di Pechino. Le autorità hanno imposto un secco giro di vite sugli investimenti di capitali all’estero, puntando sullo sviluppo del mercato interno nel nuovo piano quinquennale stilato dal governo. Nonostante il trend in crescita del mercato cinese (un unicum nel panorama internazionale flagellato dal Covid), Suning ha dovuto invertire la rotta.

 

I sorrisi di Appiano Gentile all’inizio dell’avventura cinese nel 2019. Ora le cose potrebbero drasticamente cambiare (Ph Claudio Villa – Inter/FC Internazionale via Getty Images)

 

 

Difficoltà economiche palesate già alla fine dello scorso anno, quando la proprietà ha prorogato il pagamento di alcuni emolumenti del Jiangsu. Piano analogo riproposto anche per l’Inter, con gli Zhang costretti all’accordo con calciatori e dipendenti per spalmare gli ingaggi rispettando le scadenze federali e dribblando possibili penalizzazioni sportive. A certificare lo stato di crisi della galassia Suning è arrivata anche la notizia della sospensione temporanea del rapporto tra IMG, concessionaria dei diritti tv della Serie A all’estero, e PPTV, la televisione di cui il gruppo Suning è proprietario.

 

I giornali italiani parlano di un grave ritardo nei pagamenti da parte della famiglia Zhang. Motivo per il quale, in Cina, non è stato trasmesso il match di venerdì scorso tra Fiorentina e Inter.

 

Notizie che rimbalzano dall’Oriente e che alimentano le preoccupazioni in Viale della Liberazione. Marotta e Conte stanno provando a costruire una campana di vetro attorno alla squadra, impegnata nella lotta scudetto. Le nubi si sono addensate sui cieli dell’Inter proprio nella stagione in cui i nerazzurri erano chiamati al definitivo salto di qualità, dopo il secondo posto nello scorso campionato e la finale di Europa League persa contro il Siviglia. L’obiettivo dei dirigenti è quello di non far filtrare nello spogliatoio malumori connessi alla crisi di liquidità che sta interessando gli azionisti. Ma Conte ha già confessato: «È inutile nasconderlo». La crisi sembra appena iniziata.

 

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Tifo
Nicole Pezzato
9 Giugno 2022

A Venezia i bambini non tifano l’Unione

Marketing, sabermetrica ed una società confusa.
Tifo
Domenico Rocca
4 Giugno 2022

Nel nome di Antonio De Falchi

04/06/1989: il buio a San Siro.
Calcio
Matteo Mancin
3 Aprile 2022

Maurizio Mosca, il colto giullare

Qual è il vero Maurizio Mosca?
Italia
Luca Pulsoni
30 Marzo 2022

I ragazzi che diventeranno uomini senza l’Italia ai mondiali

Storia di un disamore antico: quello tra i ragazzi italiani e il pallone.
Italia
Valerio Santori
28 Marzo 2022

La disfatta dell’Italia senza un capro espiatorio

Perché la conferma di Mancini è una buona notizia per il movimento.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
26 Marzo 2022

Capello: seguire il modello tedesco, non quello (defunto) di Guardiola

Don Fabio indica la via al calcio italiano.
Papelitos
Andrea Antonioli
25 Marzo 2022

È giusto così

Il male oscuro dell'Italia è tornato.
Italia
Raffaele Scarpellini
18 Marzo 2022

La tragica commedia del Parma di Manenti

La pagina più triste della storia dei Ducali.
Papelitos
Matteo Paniccia
9 Marzo 2022

Non tifare, investi! (e perdi)

Perché i fan token sono pericolosi.
Podcast
La Redazione
23 Febbraio 2022

Il più sudamericano dei nove italiani

Un podcast con Bruno Giordano.
Papelitos
Valerio Santori
7 Febbraio 2022

I want you, Serie A TIM!

Siete pronti a trasferirvi a Nuova York?
Papelitos
Valerio Santori
18 Gennaio 2022

Gli arbitri non contano più nulla

Dopo il VAR, ora addirittura le scuse dell'AIA.
Italia
Vito Alberto Amendolara
13 Gennaio 2022

L’anno del Serpente

L'Inter è ancora la squadra da battere.
Italia
Alberto Fabbri
12 Gennaio 2022

Palermo vive di calcio

Il tifo per i rosanero, il Palermo Calcio Popolare e l'amore per il meraviglioso gioco.
Papelitos
Alessandro Imperiali
9 Gennaio 2022

Chissenefrega dei tifosi

Questo, in sostanza, è il messaggio congiunto di Lega calcio e governo.
Italia
Lorenzo Serafinelli
9 Gennaio 2022

È la Lazio a sceglierti

122 anni di gioia, sofferenza e senso d'appartenenza.
Italia
Marco Armocida
6 Gennaio 2022

La crisi della Juventus non può sorprendere

Analisi alla prima parte di stagione della Vecchia Signora.
Italia
Gianluca Palamidessi
4 Gennaio 2022

Il sarrismo non esiste, Sarri sì

Il tecnico toscano ha bisogno di più tempo e meno retorica.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Dicembre 2021

Tra i tre litiganti, l’Inter gode

C'era una volta un campionato combattuto.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
6 Dicembre 2021

L’Atalanta è pronta per vincere lo Scudetto

Come è cambiata quest'anno la Dea.
Cultura
Gabriele Fredianelli
30 Novembre 2021

Luciano Bianciardi e quella notte speciale a Cagliari

Conversazioni alcolico-notturne con Scopigno tra Hegel, Guttuso e Gershwin.
Italia
Lorenzo Santucci
28 Novembre 2021

La normalità di Simone Inzaghi

L'allenatore dell'Inter non fa notizia, ed è un bene.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Novembre 2021

Sarri e Ancelotti parlano anche per noi

Troppe partite, troppo calcio. Ma noi tifosi siamo pronti a rinunciarci?
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Novembre 2021

Serie A isola Felix (per gli stranieri)

Cosa ci dice la doppietta del classe 2003 giallorosso.
Papelitos
Lorenzo Santucci
9 Novembre 2021

DAZN fa rima con disperazione

Tolta la concurrency.
Papelitos
Federico Brasile
8 Novembre 2021

Un derby che viene dal futuro

Per intensità, ritmo, qualità. La partita dell'anno.
Papelitos
Federico Brasile
1 Novembre 2021

Il Milan (in Italia) sta un passo avanti

Almeno ad oggi, almeno in Serie A.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
29 Ottobre 2021

L’Inter ha licenziato tre magazzinieri (ma Lautaro ha rinnovato)

Il motivo? Carenza di liquidità.
Altri Sport
Gabriele Fredianelli
26 Ottobre 2021

Stefano Cerioni diventerà il Mancini della scherma?

Un parallelo tra i CT del fioretto e del calcio.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
25 Ottobre 2021

Zero a zero è puro punk

Roma vs Napoli è stata la partita perfetta.
Papelitos
Federico Brasile
20 Ottobre 2021

L’Europa chiama, l’Italia non risponde

Il calcio italiano deve guardarsi allo specchio.
Tennis
Marco Armocida
19 Ottobre 2021

Radja Nainggolan, guerriero incompreso

Un giocatore irripetibile, come i suoi eccessi.
Italia
Edoardo Franzosi
3 Ottobre 2021

Il Pisa parla russo

Una squadra da capogiro con un progetto serissimo alle spalle.
Calcio
Gianluigi Sottile
1 Ottobre 2021

I campionati non valgono più nulla

Ormai, per le grandi squadre, è solo la Champions il metro della stagione.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
23 Settembre 2021

Anche basta

Il terribile teatrino dei calciatori allenatori.
Italia
Antonio Torrisi
22 Settembre 2021

Joe Tacopina, il primo tifoso

Il giro d'Italia del Presidente d'America a tempo determinato.
Interviste
Leonardo Aresi
21 Settembre 2021

A tu per tu con Dino Zoff

Conversazione con il campione friulano.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
21 Settembre 2021

Impossibile nascondersi

Zitto zitto, il Napoli di Spalletti è in testa alla classifica.
Italia
Antonio Aloi
18 Settembre 2021

Allenatore padre padrone

Quanto incide sul risultato finale il lavoro di un tecnico.
Papelitos
Valerio Santori
11 Settembre 2021

Il lancio degli Inter Fan Token è stato imbarazzante

Il sonno dei tifosi produce mostri.
Papelitos
Vittorio Ray
5 Settembre 2021

Lunga vita ai fantallenatori

Vitelloni, immobili, finto-impegnati. Meravigliosamente italiani.
Italia
Michelangelo Freda
4 Settembre 2021

Il modello del Südtirol

La Bolzano biancorossa sogna il calcio che conta, ma è divisa tra tedeschi e italiani.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
30 Agosto 2021

Ridateci la fascia di Davide Astori

La Lega insegna che anche la memoria ha una data di scadenza.
Papelitos
Marco Armocida
26 Agosto 2021

Ci vuole equilibrio

La stampa italiana e la sindrome da titolite.
Italia
Luca Pulsoni
24 Agosto 2021

La Serie A non par(l)a più italiano

Su 20 squadre di A, 13 hanno il portiere titolare straniero.
Italia
Gabriele Fredianelli
20 Agosto 2021

Il sentimento infinito di Borja Valero e Francesco Flachi

Quando il calcio è qualcosa di simile all'amore.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
19 Agosto 2021

Ci mancava solo la Conference League

La competizione di cui proprio non avevamo bisogno.
Ritratti
Lorenzo Santucci
18 Agosto 2021

Cambiasso, il cervello in campo

Storia del Cuchu, il nobile proletario.
Ritratti
Edoardo Franzosi
17 Agosto 2021

Smetto quando voglio

Da campione a clochard. Le mille vite di Maurizio Schillaci.
Estero
Eduardo Accorroni
9 Agosto 2021

Il calcio in Cina è pura propaganda?

Per il governo cinese, il calcio è molto più di un semplice sport.