Carrello vuoto
Papelitos
12 Novembre

A nessuno frega più niente della nazionale

E forse a nessuno gliene è mai importato davvero.

Ah, quindi stasera gioca la nazionale. Bene. Chi gioca? Contro chi giochiamo, e perché? Perché esistono ancora le nazionali? La pausa delle nazionali, ci sarebbe da scriverne un libro. Uno di quelli pesanti, un mattone. Joyce sarebbe l’autore ideale. È un’odissea che sembra non finire mai, quella di noi Ulisse in preda al panico da fantacalcio.

A nessuno frega più niente della nazionale. Forse a nessuno gliene è mai fregato davvero. Pensate che i fischi a Donnarumma (Italia-Galles, oltre che Italia-Spagna a San Siro) siano un episodio isolato? Che bello risvegliarsi garibaldini e non comprendersi a pochi chilometri dal vicino di casa per via dell’accento. Meravigliosa la storia di noi italiani uniti, sempre e comunque. Quindi Totti è un pazzo, quando dice dopo il Mondiale 2006 che “lo scudetto con la Roma vale di più”. Quindi non sono italiani nemmeno quelli che dopo la partita del secolo accolsero gli azzurri con lancio di pomodori all’aeroporto (per aver perso contro il più forte Brasile della storia).

Il problema dei tifosi della nazionale esiste da sempre, come scrive Roberto Perrone sul Foglio. Non avremo mai la compattezza delle altre tifoserie nazionali perché per noi nazione è quasi una parolaccia. Lo siamo, certo, state calmi, dal punto di vista statale. Ma lo siamo davvero? Nella cultura, nella lingua, nella politica? La nazionale unisce, questo è indubbio. E il ruolo della nazionale italiana di calcio nel consolidamento dell’unione nazionale è un fatto storico – come lo è, parallelamente, il tifo contro noi stessi (Italia 90 docet). L’Italia (si) unisce sì, ma solo quando vince. Unisce in vacanza con gli amici, unisce quando una voce straniera ci dice che l’italiano do it better.

L’Italia è quella dei campanili, non quella dell’Unità.

Non c’è una colpa. Non è colpa mia, non è tua, non è nostra. Non è nemmeno colpa dei calciatori che abbandonano furtivamente, come ladri nella notte, il ritiro di Coverciano (per tornare a disposizione dei club). Non è colpa dei media nazionali, che sono nazionali solo per modo di dire poi. Pensate al rapporto tra Bearzot e la stampa. E così Rivera, Baggio, Vicini. Non è un caso se gli eroi della nazionale, spesso, sono eroi non richiesti, altrimenti invisibili, passeggeri, come Totò Schillaci, o Fabio Grosso, o ancora Matteo Pessina. Proprio come gli eroi della nostra storia nazionale. Trattati a pesci in faccia, mutilati, assenti. Il simbolo del nostro Paese? Il milite ignoto, appunto.



Per non parlare poi del popolino italiano, dipinto col tricolore e italianissimo quando c’è da salire sul carro del trionfo, altrimenti brontolone e segretamente campanilistico. Chiellini e Bonucci, assenti contro la Fiorentina per malanni fisici, tornano stoicamente a difendere il tricolore e il suo destino mondiale contro Svizzera e Irlanda del Nord? Vergogna, gridano i tifosi della Juventus (qui le reazioni, esemplificative, ad un post di Riccardo Cucchi sul tema). Immobile si fa male? Lotito è una furia. Valli a biasimare i presidenti. Non se ne esce, è una disputa infinita. Basterebbe tifare l’Italia quelle poche volte che scende in campo. Niente, è più forte di noi: ancora otto giorni al ritorno del campionato, come faremo?

Chiediamoci infine cosa è stato quel festeggiamento furioso, giovanile, liberatorio, dopo Spagna vs Italia e Italia vs Inghilterra? Pensavamo fosse Rinascimento, era nichilismo puro. La nazionale è nostra, non dimentichiamocelo. Ma forse è proprio questo a spaventarci. Gridiamo allo scandalo se i club lanciano fan token, piattaforme virtuali e altre stregonerie lontane dal calore di noi tifosi, ma siamo i primi a reclamare a gran voce il ritorno delle partite di club. Ci fanno schifo, idealmente, le 7 partite in 21 giorni, ma il nostro culo caldo e soddisfatto, h24 sul divano di casa, ci smentisce puntualmente. Wenger continua a proporre il Mondiale ogni due anni. Si vede proprio che è un mangiabaguette.


Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Papelitos
Gianluca Palamidessi
2 Luglio 2022

L’arcobaleno, i gay e il cortocircuito dell’occidente

Cronache (annunciate) di un'ipocrisia galoppante.
Papelitos
Federico Brasile
15 Giugno 2022

Nel calcio ci sono le categorie

E la nostra è sempre più bassa.
Italia
Gabriele Tassin
13 Giugno 2022

La storia si ripete, come l’Italia fuori dai Mondiali

Anche nel calcio, la storia è ciclica.
Tifo
Nicole Pezzato
9 Giugno 2022

A Venezia i bambini non tifano l’Unione

Marketing, sabermetrica ed una società confusa.
Tifo
Alberto Fabbri
13 Maggio 2022

Le sottoculture contro la società moderna

Intervista a Mauro Bonvicini, esperto ed interprete delle sottoculture giovanili.
Ritratti
Raffaele Scarpellini
3 Maggio 2022

Paul Breitner tra Marx, Mao e Che Guevara

Eroe della controcultura, fino ai patti col sistema.
Calcio
Matteo Mancin
3 Aprile 2022

Maurizio Mosca, il colto giullare

Qual è il vero Maurizio Mosca?
Papelitos
Gianluca Palamidessi
1 Aprile 2022

L’Iran impari dalla FIFA il rispetto dei diritti umani!

La battaglia liberale, democratica e moralista dell'occidente prosegue a vele spiegate.
Altri Sport
Lorenzo Innocenti
22 Marzo 2022

A che punto è la notte del rugby italiano?

Stato della (dis)unione dell'ovale tricolore.
Tifo
Jacopo Benefico
20 Marzo 2022

Feyenoord v Ajax, il classico del calcio olandese

Due Olande diverse, due visioni del mondo inconciliabili.
Ritratti
Emanuele Iorio
22 Febbraio 2022

La telecronaca è una cosa seria

Ritratto di Nando Martellini.
Cultura
Giuseppe Gerardi
18 Febbraio 2022

Creuza de mä

La storia d'amore tra il Genoa e Fabrizio De André.
Ritratti
Edoardo Franzosi
8 Gennaio 2022

Paolo Mantovani, il presidente

Ritratto dell'imprenditore romano che fece grande la Sampdoria.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
6 Gennaio 2022

Bruciamo le autobiografie sportive

Liberiamoci da questa piaga.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
29 Dicembre 2021

Calciatori, state attenti: meno partite significa meno soldi

Salute contro denaro, chi la spunterà?
Papelitos
Alessandro Imperiali
26 Dicembre 2021

Il caos plusvalenze e la figuraccia della federazione

Ci risvegliamo tutti sudati, come troppo spesso capita.
Editoriali
Federico Brasile
24 Dicembre 2021

L’ipocrisia occidentale sul Qatar

Il potere (mediatico) dei più buoni.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Dicembre 2021

Elogio del sercio, il pallone di una volta

Quanti chili pesava la sfera della nostra scuola calcio?
Tifo
Alessandro Imperiali
15 Dicembre 2021

Andy Capp tra denuncia sociale e post-modernità

Icona Ultras, il fumetto ha radici storiche e politiche ben definite.
Tifo
Alberto Fabbri
12 Dicembre 2021

ToroMio: un altro Toro è possibile!

Intervista a Guido Regis, presidente della più attiva associazione di tifosi granata.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
9 Dicembre 2021

Non studio, non lavoro, non guardo la tv

Non vado al cinema, non faccio sport.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Novembre 2021

Sarri e Ancelotti parlano anche per noi

Troppe partite, troppo calcio. Ma noi tifosi siamo pronti a rinunciarci?
Estero
Luca Pulsoni
25 Novembre 2021

Orfani di Maradona

Un anno senza Diego e al calcio è già successo di tutto.
Tifo
Alessandro Imperiali
24 Novembre 2021

Francia violenta

Negli stadi d'oltralpe la situazione sta degenerando.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Novembre 2021

Serie A isola Felix (per gli stranieri)

Cosa ci dice la doppietta del classe 2003 giallorosso.
Ritratti
Alberto Fabbri
16 Novembre 2021

Edmondo Fabbri, il controritratto

Verità e bugie sull'allenatore della Nazionale eliminata dalla Corea del Nord.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Novembre 2021

Questi siamo

Campioni d'Europa, ma dove sono i campioni?
Interviste
Eduardo Accorroni
14 Novembre 2021

Conta vincere, conta il risultato

Intervista a Stefano Cusin, allenatore del Sud Sudan.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
12 Novembre 2021

Musetti al rovescio

Lorenzo sta cercando di ritrovare se stesso.
Italia
Enrico Leo
4 Novembre 2021

Padova, amare l’amaro

Sotto la notte stellata di Giotto, il calcio è una ferita aperta.
Tifo
Lorenzo Serafinelli
3 Novembre 2021

L’Europa tifa solo il giovedì

Se lo spettacolo non è in campo ma sugli spalti.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Ottobre 2021

Evil Beckham

L'Europa si è svegliata.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
5 Ottobre 2021

Il futuro del calcio? Lo decidono i vecchi

Wenger come Perez: giudici supremi del pallone che verrà.
Altri Sport
Luca Pulsoni
4 Ottobre 2021

Sonny Colbrelli trionfa in un inferno di fango e pavé

22 anni dopo l'ultima vittoria, Roubaix si tinge nuovamente di azzurro.
Tifo
Alessandro Imperiali
25 Settembre 2021

Tutti in piedi, in Inghilterra si torna a tifare

Sono tornate le standing areas.
Motori
Giacomo Cunial
24 Settembre 2021

Nino Vaccarella: Professore, Pilota, Semi-Dio

L'automobilismo siciliano perde il suo simbolo.
Interviste
Leonardo Aresi
21 Settembre 2021

A tu per tu con Dino Zoff

Conversazione con il campione friulano.
Altri Sport
Luca Pulsoni
20 Settembre 2021

É Bagnaia l’erede di Valentino?

Il ducatista trionfa a Misano nel giorno del saluto al Dottore.
Italia
Edoardo Franzosi
17 Settembre 2021

Gianluca Vialli e il tempo della gratitudine

Il cancro, la fede, il calcio.
Tifo
Alberto Fabbri
16 Settembre 2021

O tutti o nessuno: il tifo organizzato si divide ancora

Le curve si dividono sugli stadi al 50%, mentre gli ultras del basket chiedono un confronto alle istituzioni.
Ritratti
Luca Pulsoni
15 Settembre 2021

Fausto Coppi, ribelle e traditore

Vivere intensamente fino a bruciarsi.
Papelitos
Valerio Santori
10 Settembre 2021

Salutava sempre

A suon di milioni, s'intende.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
8 Settembre 2021

Ci son Cassano di nuovo!

Antonio pensa sia un gioco.
Tennis
Gabriele Fredianelli
7 Settembre 2021

La quasi perfetta simmetria delle Paralimpiadi

La spedizione olimpica giapponese è stata la punta dell’iceberg della migliore Italia sportiva paralimpica.
Estero
Vito Alberto Amendolara
6 Settembre 2021

Una follia studiata a tavolino

La sospensione di Brasile-Argentina non è puro teatro.
Italia
Luca Pulsoni
24 Agosto 2021

La Serie A non par(l)a più italiano

Su 20 squadre di A, 13 hanno il portiere titolare straniero.
Altro
Michelangelo Freda
19 Agosto 2021

I talebani amano il cricket (e ora pure il calcio)

Il rapporto tra gli studenti del Corano e lo sport.
Ritratti
Lorenzo Santucci
18 Agosto 2021

Cambiasso, il cervello in campo

Storia del Cuchu, il nobile proletario.
Estero
Gianluca Palamidessi
16 Agosto 2021

Dottore chiami un dottore

Tutti contro il PSG. Con qualche anno di ritardo.
Italia
Diego Mariottini
15 Agosto 2021

Berlino 1936, il Ferragosto d’oro del calcio italiano

La nazionale di Pozzo che vinse l'oro alle Olimpiadi.