Carrello vuoto
Motori
28 Agosto

Scontro titanico

Hamilton spietato, Vettel magistrale: Il Gran Premio di Spa non lascia mai indifferenti.

Il Gran Premio di Spa non lascia mai indifferenti gli appassionati del mondo dei motori. La Formula 1, quella dei duelli che hanno segnato un’epoca, è tornata prepotentemente e lo ha fatto attraverso la meravigliosa interpretazione di Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Il britannico, leader della gara dal primo giro fino alla bandiera a scacchi, ha dato un’ulteriore dimostrazione di forza mentale ma il tedesco ha inseguito fino all’ultimo giro la monoposto argentata, rievocando sfide affascinanti che da troppo tempo non si vedevano. La Ferrari è tornata e non può né vuole nascondersi, la Scuderia di Maranello arriva al GP di Monza in testa nel Mondiale piloti (sette i punti di distanza tra Vettel e Hamilton) e con tanta consapevolezza nei propri mezzi, figlia di una prestazione magistrale in una pista etichettata, forse troppo presto, ‘Mercedes’. Raikkonen paga un errore piuttosto stupido ma nel finale alza la testa ed infila Bottas, quinto, portando a casa un quarto posto, preceduto dall’inaspettato Ricciardo che è stato abilissimo nello sfruttare le imprecisioni degli altri piloti. Gara frizzante anche nelle retrovie, con le due vetture della Force India, Sergio Perez ed Esteban Ocon, che si sono sfidati in una guerra senza esclusione di colpi non tipica di compagni di scuderia.

.

Ineccepibile Hamilton – Prendete questo gran premio e consegnatelo ai posteri, contiene il manifesto di quel meraviglioso pilota che é Lewis Hamilton: la prima guida Mercedes si prende la pole position grazie ad un giro magnifico ed eguaglia Michael Schumacher, a quota 68, commuovendosi nel team radio quando i parenti di Schumi si sono complimentati con lui. Se la prestazione del sabato è stata fantastica, la domenica è riuscito a fare di meglio: la vittoria, nei suoi occhi, non è mai stata in discussione ma il morso di Vettel subito dopo l’intervento della Safety Car non deve aver fatto piacere al tre volte campione del mondo che, a fine Gran Premio, ha liberato tutta l’adrenalina in corpo festeggiando animosamente con gli uomini del box. In pista Lewis è stato il solito martello e i tanti tifosi inglesi giunti in Belgio lo hanno ricompensato con un’ovazione quanto mai meritata. Weekend perfetto, con la lode e la possibilità, già tra una settimana a Monza, di superare il record di Schumacher.

 

L’orgoglio di Vettel – Se Hamilton merita un dieci e lode, Seb non è da meno perché in una pista che non sorride da un po’ alla Ferrari è riuscito ad essere un’ingombrante ombra dietro la vettura di Hamilton il quale ha sudato freddo quando la sagoma della Rossa di Maranello gli si è affiancata sulla sinistra, salvo poi non riuscire a completare il sorpasso. Vettel è ancora, e con merito, in testa alla classifica del mondiale piloti solo che ora la distanza è dimezzata e Monza ci saprà dire molto, sopratutto da questo punto di vista. Probabilmente la scuderia italiana utilizzerà il quarto motore a disposizione sperando possa regalare un vantaggio (e magari un’altra doppietta) e ristabilire una differenza di punti che permetterebbero all’ex Red Bull di affrontare le altre gare con una tranquillità che lo squalo britannico sta cercando in tutti i modi di privargli. Il tedesco però sogna di regalarsi il quinto titolo mondiale e gare come questa gli offrono un’iniezione di fiducia che non può che far bene. Il siparietto a fine gara tra i primi della classe fa ben capire cosa accadrà a Monza: “Eravamo attaccati” ha detto il teutonico, “Mi piace sentire questa vicinanza” ha risposto la prima guida della Mercedes. Una rivalità che giro dopo giro si arricchisce di dettagli sempre più interessanti.

SPA, BELGIUM - AUGUST 27: Lewis Hamilton of Great Britain driving the (44) Mercedes AMG Petronas F1 Team Mercedes F1 WO8 leads Sebastian Vettel of Germany driving the (5) Scuderia Ferrari SF70H on track during the Formula One Grand Prix of Belgium at Circuit de Spa-Francorchamps on August 27, 2017 in Spa, Belgium. (Photo by Mark Thompson/Getty Images)
Lewis Hamilton, leader del granpremio, ha visto e gestito per un’intera gara Sebastian Vettel negli specchietti retrovisori

Il lavoro sporco di Raikkonen e Bottas oggi non c’è stato semplicemente perché partivano rispettivamente quarto e terzo, c’è stato però nelle prime curve un duello molto interessante tra quelle che sono le seconde guide delle scuderie che dominano il mondiale costruttori: è durato poco ma Kimi ha mostrato i denti a Valtteri che, a sua volta, ha chiuso ogni possibile spazio guadagnando, giro dopo giro, un distacco tale da gestire con tranquillità la terza posizione. O meglio, fino a quando c’è stata la Safety Car, perché successivamente l’ex Williams si è distratto e Ricciardo prima, e Raikkonen poi, lo hanno infilato senza troppi patemi. Il duello tra finlandesi va dunque alla Ferrari che sta minando la maggior parte delle certezze guadagnate nelle ultime stagioni dalla Mercedes.

.

Duello fratricida all’interno della Force India. A dare spettacolo in una gara giocata costantemente sul filo della tensione ci hanno pensato infatti i due piloti della scuderia asiatica: Esteban Ocon e Sergio Perez. I compagni di team si sono pizzicati fin dalle prime battute e nei primi giri c’è stata una ‘ruotata’ significativa da parte di Ocon per far capire al messicano che non c’era bisogno di forzare così tanto la mano. Le due vetture in tenuta rosa hanno mostrato un passo gara decisamente superiore di quello delle altre vetture non in cima alla classifica ma con il passare dei giri gli attriti sono aumentati e dopo 3/4 di gara Perez ha cercato di chiudere il francese contro un muro ma a rimetterci è stato proprio il latino americano che ha perso una ruota (costringendo l’intervento della safety car) e ha concluso la gara nelle ultime posizioni mentre il compagno è arrivato nono. La guerra fratricida è iniziata in Canada a suon di insulti via team radio, è continuata a Baku e a Spa ha avuto, per ora, il suo ultimo capitolo, come finirà la storia? Vale la pena scoprirlo.

.

Weekend in salsa Schumacher. La prima vittoria di Micheal in Formula Uno è arrivata nel 1992 nel Gran Premio di Spa alla guida della Benetton. In memoria di suo padre Mick Schumacher, pilota di Formula Tre, ha regalato al pubblico presente un giro celebrativo proprio sull’auto con la quale il sette volte campione del mondo vinse la sua prima gara. Un momento toccante e un passaggio di consegne: chissà che Mick non possa ripercorrere le orme del padre a partire proprio dal GP del Belgio.

SPA, BELGIUM - AUGUST 27: Mick Schumacher of Germany drives his father Michael Schumacher's Benetton Ford B194 on track before the Formula One Grand Prix of Belgium at Circuit de Spa-Francorchamps on August 27, 2017 in Spa, Belgium. (Photo by Dan Mullan/Getty Images)
Il diciottenne Mick Schumacher mentre guida la Benetton del padre (Spa, 2017)

Tra pochi giorni ci si ritrova a Monza dove questa battaglia titanica si arricchirà di un’ulteriore capitolo tutto da scoprire: Vettel è consapevole che mai come quest’anno il titolo è vicino e vincere con la rossa lo catapulterebbe nel Gotha dei migliori piloti di sempre. Anche in Italia sarà Hamilton a contendere lo scettro a Seb, tornante dopo tornate, ruota a ruota.

 

Bentornata Formula 1.

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Motori
Giacomo Cunial
24 Febbraio 2022

Non è un paese per piloti

l'Italia è rimasta indietro anche nel motorsport.
Motori
Luca Pulsoni
12 Dicembre 2021

È andata come volevamo

Max Verstappen è campione del mondo dopo una stagione rocambolesca.
Motori
Giacomo Cunial
22 Novembre 2021

Max Verstappen è uno di noi

Il pilota fuori dal coro che stavamo aspettando.
Motori
Giacomo Cunial
24 Settembre 2021

Nino Vaccarella: Professore, Pilota, Semi-Dio

L'automobilismo siciliano perde il suo simbolo.
Ritratti
Luca Cameroni
17 Settembre 2021

Daijiro Kato e l’anima del Giappone

Lo spirito del Sol Levante racchiuso nel corpo del suo più grande pilota.
Motori
Giacomo Cunial
30 Agosto 2021

Formula 1 Horror Show

Il Gran Premio di SPA 2021 ha sancito il punto più basso nella storia della Formula 1.
Altri Sport
Giacomo Cunial
27 Agosto 2021

Chi ha ucciso Top Gear?

Un'analisi sulla chiusura del programma televisivo più seguito al mondo.
Motori
Giacomo Cunial
23 Agosto 2021

Le Mans è la corsa del destino

Così è stato anche nel 2021.
Altro
Giacomo Cunial
8 Agosto 2021

Valentino, artista eterno

Valentino Rossi non si è ritirato e non si ritirerà mai, semplicemente perché non ci si può ritirare da sé stessi.
Motori
Luca Pulsoni
21 Luglio 2021

C’è vita in Formula 1

Tra Hamilton e Verstappen volano gli stracci dopo l’incidente di Silverstone
Motori
Antonio Torrisi
22 Giugno 2021

Sebastian Vettel, uno stoico in Formula 1

Un pilota con un preciso centro di gravità permanente.
Ritratti
Luca Pulsoni
16 Giugno 2021

Giacomo Agostini, l’irraggiungibile

Il cannibale delle due ruote.
Motori
Giacomo Cunial
8 Giugno 2021

Bernie Ecclestone, il Napoleone della Formula 1

Un uomo che ha segnato un'epoca.
Motori
Luca Pulsoni
26 Maggio 2021

Verstappen è il rivale perfetto per Hamilton

Finalmente in Formula 1 c'è storia.
Altri Sport
Luca Pulsoni
3 Maggio 2021

Ducati è l’Italia vincente

Miller e Bagnaia portano in alto la Rossa.
Motori
Luigi Fattore
1 Maggio 2021

Ayrton Senna, l’immortale

Da ben prima di quel dannato 1 maggio 1994.
Motori
Luca Pulsoni
17 Aprile 2021

La Formula 1 vuole darsi un taglio

Il budget cap (tetto agli stipendi per i piloti) divide il Circus.
Motori
Giacomo Cunial
16 Marzo 2021

Cosa significa amare un pilota

L'amore irrazionale delle compagne dei piloti da corsa.
Motori
Luca Pulsoni
24 Gennaio 2021

L’automobilismo ecologico non piace a nessuno

La svolta green rischia di snaturare la Formula 1 (e non solo).
Altri Sport
Giacomo Cunial
2 Gennaio 2021

La NASCAR è un mito a stelle e strisce

Dalla velocità dei contrabbandieri di alcolici al business.
Altri Sport
Luca Pulsoni
17 Dicembre 2020

Leclerc è l’uomo di cui la Ferrari ha bisogno

Nella peggiore stagione degli ultimi 40 anni, la speranza per il futuro.
Altri Sport
Giacomo Cunial
12 Dicembre 2020

Se la tecnologia può comprare il talento

Che ne sarà del motorsport?
Altri Sport
Luca Pulsoni
14 Novembre 2020

Il doping è diffuso anche nella MotoGP?

Il caso Iannone riaccende i riflettori su un tema delicato.
Altri Sport
Luca Pulsoni
10 Novembre 2020

Schumacher e Hamilton oltre i record

Il confronto tra gli uomini che si celano dietro agli idoli.
Ritratti
Giacomo Cunial
10 Ottobre 2020

Giorgio Faletti, un intellettuale al volante

I motori prima di cinema, televisione e scrittura.
Ritratti
Giacomo Cunial
15 Settembre 2020

Colin McRae, guida allo stato puro

25 anni fa l'unico titolo mondiale di un pilota che ha reso pop i motori.
Altri Sport
Giacomo Cunial
18 Agosto 2020

In Moto GP è questione di coraggio, non di idiozia

Lezione per Zarco: anche il mondo dei piloti ha i suoi limiti.
Tennis
Giacomo Cunial
25 Luglio 2020

Il pilota è prima di tutto un artista

Animato da un demone irrazionale ed estetico, viene oggi represso dalla tecnica.
Motori
Antonio Torrisi
23 Luglio 2020

Abbiamo ucciso la Formula 1

Un mondiale che, come da pronostico, è finito prima di iniziare.
Papelitos
Giacomo Cunial
11 Luglio 2020

Alonso alla Renault, un ritorno d’immagine

Un'ottima operazione di marketing per una scuderia in difficoltà.
Papelitos
Giacomo Cunial
22 Giugno 2020

Lewis Hamilton vuole abbattere le statue

Ma nelle sue posizioni estreme c'è qualcosa che non torna.
Altri Sport
Giacomo Cunial
22 Maggio 2020

Il tramonto del Futurismo automobilistico

Sognavamo corse folli e roboanti ma saranno le macchine a guidare le persone.
Altro
Giacomo Cunial
20 Aprile 2020

Il pilota tra eros e morte

Spingersi oltre i propri limiti, conquistando le donne e beffando la morte.
Papelitos
Giacomo Cunial
5 Aprile 2020

Formula Uno 2020, tra eSport e realtà

La proiezione virtuale dell'esistenza alla quale stiamo assistendo ha inevitabilmente investito anche lo sport.
Storie
Alberto Fabbri
12 Marzo 2020

Il D’Annunzio sportivo

Un ritratto del Vate attraverso lo sport.
Cultura
Alberto Fabbri
3 Marzo 2020

Lucio Dalla ha cantato lo sport

Aspirante cestista, cuore rossoblù, aedo degli eroi sportivi.
Papelitos
Luca Pulsoni
28 Febbraio 2020

Lewis Hamilton, alla ricerca di un vero rivale

Punti di forza e debolezze di un mito (forse) imbattibile.
Papelitos
Giacomo Cunial
25 Febbraio 2020

Ferrari, due prime guide sono troppe

Gestire la convivenza tra Leclerc e Vettel sarà un problema per la scuderia di Maranello.
Papelitos
Giacomo Cunial
6 Febbraio 2020

Fernando Alonso, un talento egocentrico

Il pilota spagnolo non si rassegna, e non esclude il ritorno in Formula 1.
Papelitos
Giacomo Cunial
3 Gennaio 2020

Vogliamo sapere come sta Michael Schumacher

Tutti coloro che hanno vissuto con passione le sue cavalcate hanno diritto a sapere di più.
Recensioni
Giacomo Cunial
20 Novembre 2019

Le Mans ’66 – La grande sfida

Il film di James Mangold è pura epica contemporanea.
Ritratti
Giacomo Cunial
17 Ottobre 2019

Il carisma intramontabile di Kimi Raikkonen

Iceman è basso profilo, amore puro per la guida di auto da corsa e passione smodata per gli alcolici.
Altri Sport
Giacomo Cunial
9 Settembre 2019

La furia gentile di Charles Leclerc

È nata una stella.
Storie
Giacomo Cunial
17 Luglio 2019

Il mondo di Kazunori Yamauchi

L'ontologia digitale dell’automobile.
Altri Sport
Giacomo Cunial
1 Luglio 2019

Riusciranno i giovani a fermare il declino della F1?

Verstappen, Leclerc e il loro spirito barricadero: unica speranza di questo circus in piena crisi mistico-sportiva.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
2 Febbraio 2018

È la Formula 1 a non essere più appropriata

Ci hanno tolto pure le gioie alla griglia di partenza. Ora se lo guardano loro quello scempio di gare.
Altri Sport
Giacomo Cunial
27 Dicembre 2017

Il sogno dell’ingegner Dallara

E venne “la Stradale”.
Altri Sport
Giacomo Cunial
9 Novembre 2017

La sveglia posticipata di Lewis

A fine stagione bisogna tirare una riga e sommare quel che è stato.
Ritratti
Nicola Ventura
9 Marzo 2017

Clay Regazzoni

Grandi gioie e grandi amarezze. Le due vite di Clay Regazzoni, un pilota simbolo degli anni settanta.
Ritratti
Nicola Ventura
7 Febbraio 2017

Niki Lauda

Da pilota computer a uomo che vola alto.