Carrello vuoto
Altro
17 Marzo

Luna Rossa ci ha fatto sognare

Leonardo Aresi

34 articoli
La sconfitta in Coppa America non scalfisce la portata dell'impresa.

“La Coppa America è un gioco dove vincere è quasi impossibile, quasi ma non del tutto, ed ecco perché vale la pena battersi. È la difficoltà di vincere che rende la Coppa ciò che è.” Patrizio Bertelli, nel lontano 2000, lanciò la prima sfida di Luna Rossa consapevole del significato racchiuso nelle parole del mitico Peter Blake. Da allora sono passati 20 anni e 5 ostinati tentativi. Per la Coppa vale la pena battersi: arrivando a sputare sangue se necessario. E, di sangue, Bertelli e i suoi uomini ne hanno sputato davvero tanto.

Neppure stavolta sono riusciti ad avvolgere il Sacro Graal d’argento nel tricolore. Team New Zealand, autentica bestia nera, ha dimostrato la propria superiorità anche in occasione di questa edizione. La Vecchia Brocca non luccicherà nella teca del Circolo della Vela Sicilia: il sogno, cullato regata dopo regata, si è infranto in mille pezzi nel Golfo di Hauraki. Ma il risveglio da queste notti neozelandesi non va analizzato soltanto sotto la lente del risultato sportivo. Partiamo da lì però, perché anche sotto quel profilo sarebbe impietoso ridurre tutto a un fallimento.

Team New Zealand si conferma la bestia nera di Luna Rossa (Ph Fiona Goodall/Getty Images)

Mai una barca italiana era riuscita infatti a vincere una gara di Coppa America prima di quest’anno. 3 vittorie che non fanno un trionfo ma alle quali va riconosciuto il peso della storia. 3 vittorie che hanno proiettato su scala mondiale il talento dei membri dell’equipaggio di Max Sirena. Talento collettivo, caratterizzato da diverse estrazioni veliche, che è stato affinato da un lavoro certosino dietro le quinte durato anni. La Coppa America si svolge nell’arco di poche settimane ma la campagna di avvicinamento alla manifestazione ha inizio molto tempo prima. Progettazione, costruzione, test, allenamento: è una sfida di enorme fascino e complessità.

Sfaccettature che vanno tenute in considerazione per una valutazione di ampio respiro. Quello di Coppa America è un percorso davvero unico nel suo genere: una vera e propria maratona di insidie tecniche e industriali. L’élite dei velisti italiani coinvolti, nonostante la sconfitta finale, ha fatto vedere al mondo intero di aver preparato al meglio la competizione. Per la prima volta Luna Rossa se l’è giocata a viso aperto contro i migliori in assoluto, dei cannibali della disciplina. Nel mancato tripudio, una bella pagina della storia sportiva italiana.

All’equipaggio va riconosciuto anche il merito di aver nuovamente unito l’Italia, regalandole belle emozioni in un periodo drammatico come quello che stiamo attraversando. Il potere del marketing ha giocato il suo ruolo, per carità, ma la gioia che Luna Rossa ha saputo dare a tutti coloro i quali si sono avvicinati alle sue imprese è stata una boccata d’ossigeno. Ed è stata anche una bella occasione per diffondere il verbo della vela in un Paese di smemorati “santi, poeti e navigatori”.

Luna Rossa è un sentimento (Ph Dave Rowland/Getty Images for G.H. Mumm)

Un risveglio che non va analizzato soltanto dal punto di vista prettamente sportivo, dicevamo. L’avventura in Coppa America della squadra di Luna Rossa infatti è stata resa materialmente possibile da alcune eccellenze nostrane del settore. Realtà di cui dovremmo andare fieri. A partire dalla Cariboni, che come scrive “Il Sole 24 Ore”:

“È un’azienda familiare fondata da Gianni Cariboni nel 1984 come azienda specializzata nella realizzazione di alberi per imbarcazioni a vela. Oltre al fondatore, i proprietari sono i figli Marco e Paola. L’azienda brianzola progetta e produce attrezzature oleodinamiche per imbarcazioni a vela: per la Coppa America ha fornito alle barche i cilindri di titanio di movimentazione degli arm e i pezzi di titanio di giunzione degli arm ai cilindri e allo scafo. Per Luna Rossa ha invece fornito tutto l’impianto oleodinamico, cilindri, pompe, valvole, manifolds (distributori di olio) e parti meccaniche.”

Quindi la Eligio Re Fraschini, dell’omonimo creatore. Come scrive “Il Giornale”:

“Nel 1946 si lascia la guerra alle spalle e scommette sulle sue mani, sul legno. La sua azienda ha ancora casa a Legnano. I due figli però si sono specializzati nella fibra di carbonio. Sono i migliori al mondo. Massimo ama le auto, Piero la vela. Re Fraschini produce tutte le parti in carbonio della Ferrari e di Luna Rossa.”

E infine la Persico Marine, guidata da Marcello Persico, fiore all’occhiello della cantieristica navale italiana che guarda all’aerospazio. Come scrive Rainews.it:

“Persico, oltre a costruire due versioni di Luna Rossa per Prada e Pirelli, ha realizzato anche i doppi foil per tutti i team di Coppa America. Il processo di costruzione combina la robotica high-tech con la perizia artigianale. Plotter vengono utilizzati per tagliare la fibra di carbonio, che viene laminata a mano o tramite robot, prima di essere applicata su un materiale a forma di nido d’ape e che diventa la struttura. L’assemblaggio a mano è un passaggio chiave, che coinvolge anche la limatura di precisione.”

Max Sirena è l’anello di congiunzione tra il passato e il presente di Luna Rossa (Ph Phil Walter/Getty Images)

Se la storia della Coppa America ci insegna che la gara non è solo sportiva ma interessa anche le potenzialità dell’industria di un dato tempo, una sorta di sfida tra nazioni a colpi di innovazioni tecnologiche, possiamo dire che la piccola, grande Italia su questo fronte è uscita assoluta vincitrice. Senza le nostre eccellenze il circo della 36esima edizione della Coppa non avrebbe visto la luce. Per la Brocca invece ci sarà ancora da sputare sangue. Bertelli andrà fino in fondo, questo è poco ma sicuro. Luna Rossa tornerà. Più forte di prima.

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Tifo
Alberto Fabbri
13 Maggio 2022

Le sottoculture contro la società moderna

Intervista a Mauro Bonvicini, esperto ed interprete delle sottoculture giovanili.
Calcio
Matteo Mancin
3 Aprile 2022

Maurizio Mosca, il colto giullare

Qual è il vero Maurizio Mosca?
Altri Sport
Lorenzo Innocenti
22 Marzo 2022

A che punto è la notte del rugby italiano?

Stato della (dis)unione dell'ovale tricolore.
Ritratti
Emanuele Iorio
22 Febbraio 2022

La telecronaca è una cosa seria

Ritratto di Nando Martellini.
Papelitos
Alessandro Imperiali
26 Dicembre 2021

Il caos plusvalenze e la figuraccia della federazione

Ci risvegliamo tutti sudati, come troppo spesso capita.
Estero
Luca Pulsoni
25 Novembre 2021

Orfani di Maradona

Un anno senza Diego e al calcio è già successo di tutto.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Novembre 2021

Serie A isola Felix (per gli stranieri)

Cosa ci dice la doppietta del classe 2003 giallorosso.
Ritratti
Alberto Fabbri
16 Novembre 2021

Edmondo Fabbri, il controritratto

Verità e bugie sull'allenatore della Nazionale eliminata dalla Corea del Nord.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Novembre 2021

Questi siamo

Campioni d'Europa, ma dove sono i campioni?
Tennis
Vito Alberto Amendolara
12 Novembre 2021

Musetti al rovescio

Lorenzo sta cercando di ritrovare se stesso.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
12 Novembre 2021

A nessuno frega più niente della nazionale

E forse a nessuno gliene è mai importato davvero.
Italia
Enrico Leo
4 Novembre 2021

Padova, amare l’amaro

Sotto la notte stellata di Giotto, il calcio è una ferita aperta.
Altri Sport
Luca Pulsoni
4 Ottobre 2021

Sonny Colbrelli trionfa in un inferno di fango e pavé

22 anni dopo l'ultima vittoria, Roubaix si tinge nuovamente di azzurro.
Motori
Giacomo Cunial
24 Settembre 2021

Nino Vaccarella: Professore, Pilota, Semi-Dio

L'automobilismo siciliano perde il suo simbolo.
Interviste
Leonardo Aresi
21 Settembre 2021

A tu per tu con Dino Zoff

Conversazione con il campione friulano.
Altri Sport
Luca Pulsoni
20 Settembre 2021

É Bagnaia l’erede di Valentino?

Il ducatista trionfa a Misano nel giorno del saluto al Dottore.
Ritratti
Luca Pulsoni
15 Settembre 2021

Fausto Coppi, ribelle e traditore

Vivere intensamente fino a bruciarsi.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
8 Settembre 2021

Ci son Cassano di nuovo!

Antonio pensa sia un gioco.
Tennis
Gabriele Fredianelli
7 Settembre 2021

La quasi perfetta simmetria delle Paralimpiadi

La spedizione olimpica giapponese è stata la punta dell’iceberg della migliore Italia sportiva paralimpica.
Altri Sport
Giacomo Rossetti
6 Settembre 2021

l’Italvolley e il significato del trionfo a Belgrado

L’Italia della pallavolo femminile è tornata sul tetto d'Europa.
Italia
Luca Pulsoni
24 Agosto 2021

La Serie A non par(l)a più italiano

Su 20 squadre di A, 13 hanno il portiere titolare straniero.
Italia
Diego Mariottini
15 Agosto 2021

Berlino 1936, il Ferragosto d’oro del calcio italiano

La nazionale di Pozzo che vinse l'oro alle Olimpiadi.
Papelitos
Luca Pulsoni
12 Agosto 2021

Il ciclismo italiano è a un punto di non ritorno

L'allontanamento di Cassani è solo la punta dell'iceberg.
Altro
Antonio Aloi
7 Agosto 2021

Luigi Busà, il Gorilla d’Avola con l’oro al collo

Il primo karateka a vincere un oro olimpico è italiano.
Cultura
Gabriele Fredianelli
5 Agosto 2021

Il lungo viaggio della scherma italiana

La scherma in Italia, parte II: il Novecento e i Giochi Olimpici.
Podcast
La Redazione
4 Agosto 2021

Mamma Italia

Un podcast con Bruno Pizzul.
Altro
Giacomo Rossetti
3 Agosto 2021

La vela italiana si ricopre d’oro

La strana coppia Tita-Banti ha compiuto un'impresa incredibile.
Altro
Gabriele Fredianelli
2 Agosto 2021

Il momento cruciale della scherma italiana

Non (più) top ma nemmeno flop.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
2 Agosto 2021

Sul tetto del mondo

L'estate italiana non è mai stata così dolce.
Altro
Antonio Aloi
1 Agosto 2021

Irma Testa, nella direzione giusta

La rivincita della scuola pugilistica italiana.
Altro
Gabriele Fredianelli
29 Luglio 2021

L’ultimo ballo di Aldo Montano

Il campione dice addio alla pedana con un argento al collo.
Cultura
Gabriele Fredianelli
27 Luglio 2021

La disciplina del vero cavaliere

La storia della scherma in Italia, parte I: dal Rinascimento a fine '800.
Altro
Gabriele Fredianelli
25 Luglio 2021

Luigi Samele, l’argento contro tutti i pronostici

Lo schermidore foggiano ha vissuto il punto più luminoso della sua carriera.
Papelitos
Luca Pulsoni
19 Luglio 2021

Il boomerang del Decreto Crescita

Il capolavoro di Mancini rischia di essere un episodio isolato.
Italia
Lorenzo Ottone
18 Luglio 2021

Il (difficile) Rinascimento italiano

La patria del tifo non ha un tifo nazionale.
Ritratti
Giacomo Rossetti
16 Luglio 2021

Arturo Gatti, o dell’elogio del dolore

Non è stato il più forte, non è stato il più tecnico. Ma è stato uno dei pugili più appassionanti mai saliti su un ring.
Podcast
La Redazione
13 Luglio 2021

Lasciateci il pallone

Due chiacchiere con Francesco Repice.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
7 Luglio 2021

Occhi lucidi

Il cuore dell'Italia non muore mai.
Ritratti
Gabriele Fredianelli
4 Luglio 2021

Aldo Montano, la scherma nel sangue

Cinque olimpiadi e non sentirle.
Ritratti
Gianluca Palamidessi
3 Luglio 2021

Uno, nessuno e Nicolò Barella

L'amore per la Sardegna, l'importanza della famiglia.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Giugno 2021

La sofferenza aiuta a crescere

La vittoria mette a tacere inutili polemiche, almeno per ora.
Italia
Raffaele Scarpellini
23 Giugno 2021

Dal Pescara alla Nazionale

Immobile, Insigne e Verratti: da Zeman a Mancini.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
21 Giugno 2021

Matteo Berrettini non fa notizia

Il più forte tennista italiano si è imposto al Queen's.
Papelitos
Luca Pulsoni
17 Giugno 2021

Governare l’entusiasmo

Non soffiare sul fuoco, ma nemmeno spegnerlo.
Italia
Edoardo Franzosi
25 Maggio 2021

Salvate il Tardini, salvate Parma

Cosa si nasconde dietro al rifacimento dello stadio gialloblu.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Maggio 2021

Errare è umano, perseverare…

La classe arbitrale italiana ha bisogno di una rivoluzione.
Italia
Raffaele Scarpellini
8 Aprile 2021

Mundialgate, le ombre dell’Italia ’82

Fu vera gloria?
Ritratti
Marco Armocida
17 Marzo 2021

Giovanni Trapattoni, il contadino che conquistò il mondo

Compie 82 anni l'allenatore italiano più vincente di sempre.
Interviste
Gianluca Losito
15 Marzo 2021

Clemente Russo, una vita sul ring

Intervista con il pugile campano, pronto per la sua quinta Olimpiade.
Interviste
Giuseppe Cappiello
12 Marzo 2021

US Fasano, il calcio del suo popolo

Il pallone come rito e bene collettivo.