Carrello vuoto
Vito Alberto Amendolara
4 Gennaio

Pablo Daniel Osvaldo, uomo libero

In una carriera divisa equamente tra spettacolari acrobazie e assurde follie, El Loco - non a caso - ci ha regalato l’ennesimo colpo di scena.

Daniel Pablo Osvaldo torna a giocare. E francamente per chi aveva scelto il rock’n’roll come stile di vita, questo ultimo encore suona come la chiusura ideale di una carriera perfetta nella sua unicità. L’ultima volta che aveva indossato gli scarpini, Dani, era comodamente seduto negli spogliatoi del Complejo Pedro Pompilio, centro di allenamento del Boca Juniors, a fumare una sigaretta. Il gesto non era piaciuto troppo all’allora tecnico Xeneize Guillermo Barros Schelotto che aveva allontanato il giocatore dalla rosa.

 

A Osvaldo la reazione era piaciuta ancora meno, e aveva istintivamente deciso di lasciare il calcio per dedicarsi alla sua vera passione: la musica. Sotto il nome d’arte di Dani Stone, il cantante della band Argentina Barrio Viejo ha scaldato i locali bonarensi e qualche club europeo dove il richiamo dell’attaccante Italo-argentino era sicuramente più forte di quella del cantante latino. In fondo, già a Porto, ultima esperienza europea di Osvaldo, si ricordano più le serate passate imbracciando la chitarra sulla Ribeira rispetto alle reti segnate al Do Dragāo.

 

Risultati immagini per osvaldo barrio viejo
Dani Stone, frontman dei Barrio Viejo, al secolo Daniel Pablo Osvaldo, talentuosissimo attaccante argentino Photo Reuters

 

All’alba dei 34 anni, Dani è il nuovo attaccante del Banfield, Primera División, massima serie del campionato argentino: un palcoscenico di tutto rispetto per un giocatore inattivo da 3 anni. Una sfida – alla corte del manager Falcioni, vero demiurgo dell’operazione, alla ricerca di una figura di rilievo e carisma per l’attacco del Taladro – che l’età permette ancora di sostenere. Ma soprattutto in questi anni di carriera turbolenta e vita accelerata, Osvaldo ci ha regalato una lezione di vita capitale, in un mondo artificiale e prevedibile.

 

Ci ha ricordato il valore della scelta libera e talvolta scomoda. L’incomparabile piacere di fare ciò che si vuole, essere semplicemente sé stessi, lontani dalle convenzioni che riducono a standard ogni gesto. Che sia una rinascita o un flop, un’esperienza condita da gol o l’ennesimo fallimento di una carriera altalenante, difficile prevederlo.

 

Perché Osvaldo è così: una rovesciata immacolata in un pomeriggio romano, un gol da cineteca che non sarà mai tale. Anche lì un piede oltre il lecito, un soffio oltre le regole sul lancio dolcissimo dell’amico Gago; un’illegalità che ha reso ancora più memorabile, perché unico, il non gol più bello della storia del calcio italiano.
Volevi fare la rock star, Dani hai fatto di più: tu SEI la rock star.

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Storie
Luca Pulsoni
24 Maggio

Victor Hugo Morales, Maradona e l’aquilone cosmico

Quando la narrazione sportiva diventa letteratura.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
8 Marzo

La maledizione di Zielinski

Tevez urla, Maradona ride, Román osserva: il Boca torna campione, nella notte dei campioni.
Calcio
Vito Alberto Amendolara
24 Ottobre

Di Maria, ultimo tango a Parigi

La corsa contro il tempo di Ángel Di Maria.
Ritratti
Giacomo Amorati
29 Maggio

Miroslav Klose, l’umiltà porta alla gloria

Controritratto di un fuoriclasse.
Ritratti
Edoardo Salvati
12 Novembre

Julio Velasco

Allenatore, filosofo, leader, vate.
Ritratti
Vito Alberto Amendolara
28 Gennaio

El Trinche Carlovich è un atto di fede

L'antieroe che devi amare.
Ritratti
Vito Alberto Amendolara
9 Novembre

Marcelo Salas, l’autentico Matador

L'attaccante più forte della storia cilena.
Papelitos
Luca Pulsoni
1 Ottobre

Carlos Bilardo e il fantasma di Maradona

Il mitico ct dell'Argentina campione del mondo non sa ancora che Diego è morto.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
19 Maggio

La lezione del calcio sudamericano

E la brutta figura del nostro calcio.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
7 Settembre

Piuttosto che mollare, morire. Maradona torna ad allenare

El Pibe de Oro è il nuovo allenatore del Gimnasia.
Ritratti
Cristian Lovisetto
15 Marzo

Sergio Parisse

Venerabile gigante.
Ritratti
Paolo Cammarano
14 Agosto

Jorge Valdano e il gioco infinito

L'ultimo poeta del fútbol.
Calcio
Simone Galeotti
8 Dicembre

El Bocha

Storia di Ricardo Bochini, leggenda del calcio argentino.
Altro
Raffaele Scarpellini
13 Dicembre

Classismo e razzismo del rugby argentino

La palla ovale come specchio delle diseguaglianze sociali.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
3 Luglio

Come mangiarsi l’Asado

Semifinale senza storia. Brasile superiore, Argentina in crisi d'identità.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
26 Ottobre

Gremio corsaro, Boca da sogno

Cosa ci hanno detto le due semifinali di andata della Copa Libertadores.
Tennis
Leonardo Aresi
15 Giugno

L’epica di Hugo Pratt, tra sport e avventura

Marco Steiner racconta il padre nobile della letteratura disegnata italiana.
Storie
Sergio Taccone
6 Aprile

Osvaldo Soriano racconta il San Lorenzo

La vittoria di un campionato raccontata dal tifoso più nobile.
Ritratti
Luigi Fattore
16 Marzo

Claudio Caniggia, l’antieroe

Uno dei calciatori più sottovalutati della storia, che ha pagato a caro prezzo un gol di troppo.
Ritratti
Marco Metelli
1 Febbraio

Batistuta giocava con il cuore e segnava come un pazzo

Compie oggi 52 anni Gabriel Omar Batistuta.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
15 Marzo

Certe giocate ti rimettono al mondo

De Paul, Lautaro, Lamela: semplicemente grazie.
Calcio
Giacomo Proia
7 Giugno

Papa Francesco non poteva che tifare San Lorenzo

L'azzurro e il rosso, la Vergine Maria Ausiliatrice, il calcio e il cattolicesimo.
Altro
Cristian Lovisetto
22 Novembre

Il morso dei Pumas

L'Italia dell'ovale torna con i piedi per terra dopo la vittoria contro le Fiji.
Cultura
Sergio Taccone
20 Luglio

Osvaldo Soriano, del San Lorenzo

Il fútbol come riassunto dell'esistenza.
Storie
Simone Galeotti
28 Settembre

Boca de mi vida

Origini e storia del club più affascinante al mondo.
Interviste
Mattia Di Lorenzo
4 Agosto

Fernando Signorini, all’ombra di Maradona

Due chiacchiere con lo storico preparatore di Diego.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
26 Novembre

Vergogna finale

La festa è finita.
Tennis
Emanuele Iorio
11 Dicembre

John Lydon, come on you Gunners

Frontman dei Sex Pistols, malato di Arsenal e nemico del calcio moderno.
Storie
Diego Mariottini
9 Dicembre

Quando l’Independiente vendicò le Falkland/Malvinas

Il riscatto argentino contro gli Inglesi, prima della Mano de Dios.
Storie
Remo Gandolfi
17 Aprile

Marcelo Bielsa e Bilbao si sono tanto amati

Dalla stima alla rottura, un amore argentino nei Paesi Baschi.
Ritratti
Marco Metelli
23 Novembre

Hector Cúper

Fenomenologia di un antieroe.
Calcio
Andrea Meccia
30 Ottobre

Il Maradona politico

Populista, socialista e terzomondista, ma soprattutto Diego.
Ritratti
Marco Metelli
28 Settembre

Hernán Crespo

Innamorarsi a Parma.
Calcio
Jacopo Falanga
13 Ottobre

Paradosso argentino

Debiti, lotte intestine e contraddizioni scuotono la federazione sudamericana.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
1 Novembre

È Superclasico in finale!

Il sogno diventa realtà, sarà il primo Superclasico di sempre in finale di Libertadores.
Ritratti
Sabato Del Pozzo
26 Maggio

Osvaldo, una vita da Rockstar

La carriera Rock & Roll di un talento incompreso.
Storie
Andrea Meccia
22 Giugno

L’altra faccia di Argentina v Inghilterra 1986

22/06/1986: oltre la mano di Dio, il gol del secolo e le Falkland/Malvinas.
Calcio
Vito Alberto Amendolara
3 Aprile

Boca Juniors significa La Bombonera

Il 3 Aprile del 1905 nasceva il Boca Juniors, una squadra inscindibile dal suo stadio.
Calcio
Luca Pulsoni
25 Novembre

Orfani di Maradona

Un anno senza Diego e al calcio è già successo di tutto.
Altro
La Redazione
14 Giugno

Il rigore più lungo del mondo

Maestri, Episodio VIII: Osvaldo Soriano.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
25 Novembre

Nessuno tocchi Maradona

L'arte è arte perché amorale, al di là del bene e del male.
Calcio
Marco Metelli
22 Marzo

Walter Samuel, l’ultimo muro difensivo

La nobile arte dello Stopper.
Ritratti
Remo Gandolfi
21 Dicembre

Matias Almeyda, non mollare mai

Compie 47 anni un uomo capace di lasciare il segno.
Calcio
Remo Gandolfi
26 Aprile

Andare in guerra con Marcelo Gallardo

Il Muñeco è figlio della più pura tradizione River Plate.
Calcio
Luigi Fattore
3 Maggio

Messico 86

Il mondiale di Diego.
Ritratti
Vito Alberto Amendolara
23 Novembre

Fernando Redondo

Storia di un principe.
Tifosi
Jacopo Benefico
5 Maggio

Il Clásico de Avellaneda è una questione di identità

Il barrio diviso tra Racing Club e Independiente.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
27 Giugno

Buttare un occhio sulla Copa America

La vera Copa inizia adesso.
Calcio
Luca Giorgi
7 Giugno

Non è un paese per Messi

Fare dell'altrui croce la propria.
Storie
Remo Gandolfi
5 Novembre

Mirko Saric

Pare proprio che nessuno riesca a capire. Sto male. Sto male come un cane ma nessuno pare darci peso. Tutti a minimizzare o addirittura a scherzarci sopra.   “Hai 20 anni figliolo ! Giochi a calcio in una delle più grandi squadre del Paese ! ma di cosa ti lamenti ???”. Oppure “hai più soldi […]