Carrello vuoto
Papelitos
6 Marzo

Giù le mani dal Meazza!

Alberto Fabbri

78 articoli
Contro l'abbattimento dello stadio di San Siro.

La notizia è freschissima, anzi praticamente uno scoop, così noi ci teniamo a giocare d’anticipo come un esperto centrale di difesa che sventa la minaccia, rubando il tempo all’attaccante. Secondo “Repubblica”, lo stadio Giuseppe Meazza avrebbe ormai le ore contate ed accanto a lui dovrebbe essere edificato un nuovo e futuristico impianto, insieme ad un palazzetto dello sport ed un centro commerciale. Infatti, mancherebbe soltanto il bene placito del FC Internazionale, affinché si accendano i motori delle ruspe. E’ doveroso allora soffermarsi e riflettere sulle conseguenze di questa decisione, tanto futile quanto luttuosa per tutti i calciofili, condivisa dalle due società meneghine ed avallata dal Comune.

 

Innanzitutto prepariamoci a destinare al dimenticatoio uno dei profili più inconfondibili del panorama del calcio mondiale. Sul globo terraqueo pochi impianti possono vantare un tale connubio di eleganza e maestosità, capace di suggestionare con tanta semplicità l’immaginario dei tifosi, grazie all’inimitabile gioco di superfici, linee e volumi. Addirittura l’estetica dello stadio, inaugurato nel 1926, è sopravvissuta a numerosi interventi di ampliamento e restauro, accrescendo il proprio fascino di volta in volta. Eupalla se ne faccia una ragione: l’Uomo non le dedicherà mai più templi del genere. Asettiche, fredde, ma funzionali e profittevoli, così saranno le cattedrali del futuro.

 

Ora rimarchiamo l’essenza del Meazza in quanto luogo della memoria, approfondendone quindi l’accezione più irrazionale ed intima, partendo dall’impossibilità di descrivere lo spettro di emozioni suscitate in chiunque ne abbia mai varcato i cancelli o tornelli, interista, milanista oppure forestiero. Senza dubbio non possiamo dimenticare l’atmosfera elettrica che lo ammanta nelle notti di coppa, così stracolmo ed imponente. Quando il sipario si alza e rivela il suo palcoscenico verde, la lirica è oscurata e Milano riconosce un’unica Scala, quella del Calcio. Personalmente rimpiangerò la fatica compiuta nel percorrere le infinite spirali delle sue torri, così come il senso di impotenza innanzi al resto dello stadio e la conseguente voglia di cantare più forte dal settore ospiti. Mi mancheranno perfino le impagabili, ma amare, vedute sulla città godibili dal terzo anello, quando l’occhio cercava di evadere momentaneamente dal rettangolo verde per ignorare il risultato avverso.

 

Capitan Giuseppe Meazza prima della finale mondiale del 1938

 

Infine i diritti di denominazione del nuovo impianto, primaria fonte di rientro dell’investimento complessivo di 600 milioni, offuscheranno irrimediabilmente la memoria di uno dei più importanti interpreti del pallone nostrano, nonché uno dei cittadini più illustri del capoluogo lombardo. Le due proprietà straniere potrebbero non saperlo, eppure sembra proprio che anche in Comune si siano dimenticati che Giuseppe Meazza riposi nella cripta del Famedio del cimitero monumentale. Qui gli fanno compagnia esimie personalità milanesi appartenenti ai più differenti ambiti, da quello militare all’arte, passando per la scienza, la politica e l’imprenditoria. Nuovamente la memoria corta ha portato a mettere una mano sul portafoglio.

 

Tuttavia, noi la mano possiamo metterla sul cuore e lo facciamo con fierezza. Tra i più virtuosi capostipiti della scuola calcistica italiana, “Peppin” ha contribuito con le sue prodezze a creare l’immaginario collettivo di un’intera nazione, al netto della strumentalizzazione da parte del regime. Non può essere considerata una casualità se nel sonno eterno lo accompagnano giganti del nostro Paese quali Alessandro Manzoni, Carlo Cattaneo e Francesco Hayez. Dal canto nostro, non possiamo ignorarlo e ciò è sufficiente per farci gridare: no all’abbattimento dello stadio di San Siro!

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Papelitos
Federico Brasile
15 Giugno 2022

Nel calcio ci sono le categorie

E la nostra è sempre più bassa.
Italia
Gabriele Tassin
13 Giugno 2022

La storia si ripete, come l’Italia fuori dai Mondiali

Anche nel calcio, la storia è ciclica.
Tifo
Nicole Pezzato
9 Giugno 2022

A Venezia i bambini non tifano l’Unione

Marketing, sabermetrica ed una società confusa.
Tifo
Domenico Rocca
4 Giugno 2022

Nel nome di Antonio De Falchi

04/06/1989: il buio a San Siro.
Tifo
Alberto Fabbri
13 Maggio 2022

Le sottoculture contro la società moderna

Intervista a Mauro Bonvicini, esperto ed interprete delle sottoculture giovanili.
Calcio
Matteo Mancin
3 Aprile 2022

Maurizio Mosca, il colto giullare

Qual è il vero Maurizio Mosca?
Italia
Luca Pulsoni
30 Marzo 2022

I ragazzi che diventeranno uomini senza l’Italia ai mondiali

Storia di un disamore antico: quello tra i ragazzi italiani e il pallone.
Italia
Valerio Santori
28 Marzo 2022

La disfatta dell’Italia senza un capro espiatorio

Perché la conferma di Mancini è una buona notizia per il movimento.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
26 Marzo 2022

Capello: seguire il modello tedesco, non quello (defunto) di Guardiola

Don Fabio indica la via al calcio italiano.
Papelitos
Andrea Antonioli
25 Marzo 2022

È giusto così

Il male oscuro dell'Italia è tornato.
Altri Sport
Lorenzo Innocenti
22 Marzo 2022

A che punto è la notte del rugby italiano?

Stato della (dis)unione dell'ovale tricolore.
Italia
Raffaele Scarpellini
18 Marzo 2022

La tragica commedia del Parma di Manenti

La pagina più triste della storia dei Ducali.
Papelitos
Matteo Paniccia
9 Marzo 2022

Non tifare, investi! (e perdi)

Perché i fan token sono pericolosi.
Podcast
La Redazione
23 Febbraio 2022

Il più sudamericano dei nove italiani

Un podcast con Bruno Giordano.
Ritratti
Emanuele Iorio
22 Febbraio 2022

La telecronaca è una cosa seria

Ritratto di Nando Martellini.
Cultura
Giuseppe Gerardi
18 Febbraio 2022

Creuza de mä

La storia d'amore tra il Genoa e Fabrizio De André.
Papelitos
Valerio Santori
7 Febbraio 2022

I want you, Serie A TIM!

Siete pronti a trasferirvi a Nuova York?
Papelitos
Valerio Santori
18 Gennaio 2022

Gli arbitri non contano più nulla

Dopo il VAR, ora addirittura le scuse dell'AIA.
Italia
Vito Alberto Amendolara
13 Gennaio 2022

L’anno del Serpente

L'Inter è ancora la squadra da battere.
Italia
Alberto Fabbri
12 Gennaio 2022

Palermo vive di calcio

Il tifo per i rosanero, il Palermo Calcio Popolare e l'amore per il meraviglioso gioco.
Papelitos
Alessandro Imperiali
9 Gennaio 2022

Chissenefrega dei tifosi

Questo, in sostanza, è il messaggio congiunto di Lega calcio e governo.
Italia
Lorenzo Serafinelli
9 Gennaio 2022

È la Lazio a sceglierti

122 anni di gioia, sofferenza e senso d'appartenenza.
Italia
Marco Armocida
6 Gennaio 2022

La crisi della Juventus non può sorprendere

Analisi alla prima parte di stagione della Vecchia Signora.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
6 Gennaio 2022

Bruciamo le autobiografie sportive

Liberiamoci da questa piaga.
Italia
Gianluca Palamidessi
4 Gennaio 2022

Il sarrismo non esiste, Sarri sì

Il tecnico toscano ha bisogno di più tempo e meno retorica.
Papelitos
Alessandro Imperiali
26 Dicembre 2021

Il caos plusvalenze e la figuraccia della federazione

Ci risvegliamo tutti sudati, come troppo spesso capita.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Dicembre 2021

Elogio del sercio, il pallone di una volta

Quanti chili pesava la sfera della nostra scuola calcio?
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Dicembre 2021

Tra i tre litiganti, l’Inter gode

C'era una volta un campionato combattuto.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
6 Dicembre 2021

L’Atalanta è pronta per vincere lo Scudetto

Come è cambiata quest'anno la Dea.
Cultura
Gabriele Fredianelli
30 Novembre 2021

Luciano Bianciardi e quella notte speciale a Cagliari

Conversazioni alcolico-notturne con Scopigno tra Hegel, Guttuso e Gershwin.
Italia
Lorenzo Santucci
28 Novembre 2021

La normalità di Simone Inzaghi

L'allenatore dell'Inter non fa notizia, ed è un bene.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Novembre 2021

Sarri e Ancelotti parlano anche per noi

Troppe partite, troppo calcio. Ma noi tifosi siamo pronti a rinunciarci?
Estero
Luca Pulsoni
25 Novembre 2021

Orfani di Maradona

Un anno senza Diego e al calcio è già successo di tutto.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Novembre 2021

Serie A isola Felix (per gli stranieri)

Cosa ci dice la doppietta del classe 2003 giallorosso.
Ritratti
Alberto Fabbri
16 Novembre 2021

Edmondo Fabbri, il controritratto

Verità e bugie sull'allenatore della Nazionale eliminata dalla Corea del Nord.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Novembre 2021

Questi siamo

Campioni d'Europa, ma dove sono i campioni?
Tennis
Vito Alberto Amendolara
12 Novembre 2021

Musetti al rovescio

Lorenzo sta cercando di ritrovare se stesso.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
12 Novembre 2021

A nessuno frega più niente della nazionale

E forse a nessuno gliene è mai importato davvero.
Papelitos
Lorenzo Santucci
9 Novembre 2021

DAZN fa rima con disperazione

Tolta la concurrency.
Papelitos
Federico Brasile
8 Novembre 2021

Un derby che viene dal futuro

Per intensità, ritmo, qualità. La partita dell'anno.
Italia
Enrico Leo
4 Novembre 2021

Padova, amare l’amaro

Sotto la notte stellata di Giotto, il calcio è una ferita aperta.
Papelitos
Federico Brasile
1 Novembre 2021

Il Milan (in Italia) sta un passo avanti

Almeno ad oggi, almeno in Serie A.
Altri Sport
Gabriele Fredianelli
26 Ottobre 2021

Stefano Cerioni diventerà il Mancini della scherma?

Un parallelo tra i CT del fioretto e del calcio.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
25 Ottobre 2021

Zero a zero è puro punk

Roma vs Napoli è stata la partita perfetta.
Papelitos
Federico Brasile
20 Ottobre 2021

L’Europa chiama, l’Italia non risponde

Il calcio italiano deve guardarsi allo specchio.
Tennis
Marco Armocida
19 Ottobre 2021

Radja Nainggolan, guerriero incompreso

Un giocatore irripetibile, come i suoi eccessi.
Altri Sport
Luca Pulsoni
4 Ottobre 2021

Sonny Colbrelli trionfa in un inferno di fango e pavé

22 anni dopo l'ultima vittoria, Roubaix si tinge nuovamente di azzurro.
Italia
Edoardo Franzosi
3 Ottobre 2021

Il Pisa parla russo

Una squadra da capogiro con un progetto serissimo alle spalle.
Podcast
La Redazione
2 Ottobre 2021

San Siro non si tocca

Ne abbiamo parlato con Riccardo Aceti, ingegnere al Politecnico di Milano.
Calcio
Gianluigi Sottile
1 Ottobre 2021

I campionati non valgono più nulla

Ormai, per le grandi squadre, è solo la Champions il metro della stagione.