Carrello vuoto
Papelitos
6 Marzo

Giù le mani dal Meazza!

Alberto Fabbri

74 articoli
Contro l'abbattimento dello stadio di San Siro.

La notizia è freschissima, anzi praticamente uno scoop, così noi ci teniamo a giocare d’anticipo come un esperto centrale di difesa che sventa la minaccia, rubando il tempo all’attaccante. Secondo “Repubblica”, lo stadio Giuseppe Meazza avrebbe ormai le ore contate ed accanto a lui dovrebbe essere edificato un nuovo e futuristico impianto, insieme ad un palazzetto dello sport ed un centro commerciale. Infatti, mancherebbe soltanto il bene placito del FC Internazionale, affinché si accendano i motori delle ruspe. E’ doveroso allora soffermarsi e riflettere sulle conseguenze di questa decisione, tanto futile quanto luttuosa per tutti i calciofili, condivisa dalle due società meneghine ed avallata dal Comune.

 

Innanzitutto prepariamoci a destinare al dimenticatoio uno dei profili più inconfondibili del panorama del calcio mondiale. Sul globo terraqueo pochi impianti possono vantare un tale connubio di eleganza e maestosità, capace di suggestionare con tanta semplicità l’immaginario dei tifosi, grazie all’inimitabile gioco di superfici, linee e volumi. Addirittura l’estetica dello stadio, inaugurato nel 1926, è sopravvissuta a numerosi interventi di ampliamento e restauro, accrescendo il proprio fascino di volta in volta. Eupalla se ne faccia una ragione: l’Uomo non le dedicherà mai più templi del genere. Asettiche, fredde, ma funzionali e profittevoli, così saranno le cattedrali del futuro.

 

Ora rimarchiamo l’essenza del Meazza in quanto luogo della memoria, approfondendone quindi l’accezione più irrazionale ed intima, partendo dall’impossibilità di descrivere lo spettro di emozioni suscitate in chiunque ne abbia mai varcato i cancelli o tornelli, interista, milanista oppure forestiero. Senza dubbio non possiamo dimenticare l’atmosfera elettrica che lo ammanta nelle notti di coppa, così stracolmo ed imponente. Quando il sipario si alza e rivela il suo palcoscenico verde, la lirica è oscurata e Milano riconosce un’unica Scala, quella del Calcio. Personalmente rimpiangerò la fatica compiuta nel percorrere le infinite spirali delle sue torri, così come il senso di impotenza innanzi al resto dello stadio e la conseguente voglia di cantare più forte dal settore ospiti. Mi mancheranno perfino le impagabili, ma amare, vedute sulla città godibili dal terzo anello, quando l’occhio cercava di evadere momentaneamente dal rettangolo verde per ignorare il risultato avverso.

 

Capitan Giuseppe Meazza prima della finale mondiale del 1938

 

Infine i diritti di denominazione del nuovo impianto, primaria fonte di rientro dell’investimento complessivo di 600 milioni, offuscheranno irrimediabilmente la memoria di uno dei più importanti interpreti del pallone nostrano, nonché uno dei cittadini più illustri del capoluogo lombardo. Le due proprietà straniere potrebbero non saperlo, eppure sembra proprio che anche in Comune si siano dimenticati che Giuseppe Meazza riposi nella cripta del Famedio del cimitero monumentale. Qui gli fanno compagnia esimie personalità milanesi appartenenti ai più differenti ambiti, da quello militare all’arte, passando per la scienza, la politica e l’imprenditoria. Nuovamente la memoria corta ha portato a mettere una mano sul portafoglio.

 

Tuttavia, noi la mano possiamo metterla sul cuore e lo facciamo con fierezza. Tra i più virtuosi capostipiti della scuola calcistica italiana, “Peppin” ha contribuito con le sue prodezze a creare l’immaginario collettivo di un’intera nazione, al netto della strumentalizzazione da parte del regime. Non può essere considerata una casualità se nel sonno eterno lo accompagnano giganti del nostro Paese quali Alessandro Manzoni, Carlo Cattaneo e Francesco Hayez. Dal canto nostro, non possiamo ignorarlo e ciò è sufficiente per farci gridare: no all’abbattimento dello stadio di San Siro!

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Calcio
Alberto Fabbri
6 Ottobre

Arte e calcio, un amore lungo un secolo

Gli artisti hanno usato il pallone per raccontare la storia d'Italia nel '900.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
2 Agosto

Sul tetto del mondo

L'estate italiana non è mai stata così dolce.
Altro
Alberto Girardello
5 Ottobre

Metamorfosi dell’addio

Lasciare lo sport praticato non ha più lo stesso significato: a cambiare è l'atto stesso dell'andarsene.
Altro
Cristian Lovisetto
26 Febbraio

Sei Nazioni 2019, terzo atto

Come è andata la terza giornata di gioco tra i titani europei della palla ovale.
Calcio
Matteo Mancin
21 Giugno

Zdeněk Zeman

Il fumo del bel gioco.
Calcio
Luca Giorgi
6 Febbraio

Sport USA e getta

Dobbiamo essere chiari, per come intendiamo noi lo sport gli Stati Uniti non hanno una cultura sportiva.
Calcio
Luca Giorgi
27 Marzo

Età di passaggio

A che punto è il lavoro di Ventura?
Altro
Alberto Fabbri
19 Luglio

Per Nelson Mandela lo sport era politica

Rugby e calcio nella lotta contro l'apartheid.
Calcio
Michelangelo Freda
10 Gennaio

Riconoscimento facciale, l’ultima folle idea della Serie A

L'ultima proposta della Serie A riguarda il riconoscimento facciale. De Siervo, amministratore delegato della Lega, sembra determinato.
Papelitos
Andrea Antonioli
29 Novembre

Buon sangue non mente

Bar Sport, Episodio II. Manifestazioni di giubilo ed entusiasmo della grande narrazione sportiva! Sotto l'albero di Natale potremmo avere ancora un campionato aperto!
Storie
Massimiliano Vino
14 Ottobre

Lo sport in Libia per capire il Fascismo

Calcio, ciclismo e motori per forgiare l'uomo nuovo fascista.
Storie
Stefano Peradotto
11 Settembre

Il calcio in Israele è una questione da adulti

In Israele la scelta della squadra per cui tifare è una questione maledettamente importante, collegata spesso alla politica e all’appartenenza etnica.
Papelitos
Federico Brasile
8 Novembre

Un derby che viene dal futuro

Per intensità, ritmo, qualità. La partita dell'anno.
Papelitos
Federico Brasile
20 Ottobre

L’Europa chiama, l’Italia non risponde

Il calcio italiano deve guardarsi allo specchio.
Interviste
Domenico Rocca
29 Marzo

Il livello successivo di Davide Nicola

Intervista a Davide Nicola, tra calcio e filosofia.
Altri Sport
Alberto Fabbri
4 Ottobre

Bentornata Fortitudo

Il ritorno in A della Fortitudo non poteva passare inosservato
Calcio
Enrico Leo
4 Novembre

Padova, amare l’amaro

Sotto la notte stellata di Giotto, il calcio è una ferita aperta.
Storie
Lorenzo Ottone
4 Aprile

Ezio Vendrame e Piero Ciampi, amici maledetti

Vino, donne, poesia e pallone. In memoria di Ezio Vendrame e Piero Ciampi.
Calcio
Antonio Torrisi
22 Settembre

Joe Tacopina, il primo tifoso

Il giro d'Italia del Presidente d'America a tempo determinato.
Papelitos
Domenico Rocca
18 Luglio

Contro il campionato spezzatino

Il calcio che siamo abituati a conoscere è una carcassa abbandonata nel deserto: l’avvoltoio che la smembra è il business televisivo.
Interviste
Mattia Di Lorenzo
19 Aprile

L’educazione dello sport

Abbiamo intervistato la professoressa Maria Luisa Iavarone sul ruolo che lo sport può recitare come fenomeno sociale, creando comunità dal basso e sottraendo i giovanissimi alla strada.
Editoriali
Luca Giannelli
5 Luglio

Calcio Italia: un sistema senza speranza?

Conflitti di interessi, rapporti tra calcio, politica e giornalismo, strapotere dei procuratori e dei giocatori: il mondo del calcio (e non solo) in Italia è al collasso.
Storie
Gianluigi Sottile
16 Maggio

Con Barzagli saluta il carattere italiano

L'importanza di preservare la nostra sacra arte difensiva.
Storie
Alessandro Imperiali
13 Aprile

Football? No grazie, calcio storico fiorentino

Viva Fiorenza! Viva il calcio, quello vero!
Calcio
Diego Mariottini
23 Novembre

The Ibrahimovic dilemma

Può Zlatan dominare a tal punto la Serie A?
Papelitos
Paolo Pollo
18 Gennaio

Fuochi a San Siro

Inter v Juventus diventa il veglione di Capodanno.
Calcio
Vito Alberto Amendolara
20 Marzo

Pirelli è scritto nella storia dell’Inter

Dopo 26 anni finirà il rapporto di sponsorizzazione più bello del nostro calcio.
Calcio
Diego Mariottini
17 Febbraio

Ciro Immobile non è pop

Eppure in Europa segna nettamente più di tutti.
Calcio
Alberto Maresca
6 Aprile

Le due facce di Casablanca

Il rosso e il verde. I colori del Marocco, i colori di Casablanca.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
22 Novembre

Libertà per il Voltolini

Cronache da un paese in paranoia perenne.
Calcio
Gianluca Palamidessi
20 Ottobre

Italiani, popolo di tifosi ma soprattutto di gufi

La partita dal trespolo si vede meglio.
Calcio
Alberto Maresca
26 Dicembre

Anche la pastasciutta è una droga

Racconto dell'ultimo, e storico, scudetto del Bologna.
Ritratti
Gianluca Palamidessi
3 Luglio

Uno, nessuno e Nicolò Barella

L'amore per la Sardegna, l'importanza della famiglia.
Tifosi
Gennaro Malgieri
12 Febbraio

Oriente e pallone

Tra Oriente e Occidente i rapporti si fanno sempre più complessi e il pallone non è da meno.
Altro
Lorenzo Innocenti
30 Agosto

Geopolitica di Francia-Italia. Il rugby come metafora della guerra

Il rugby è molto più di un semplice sport.
Papelitos
Luca Pulsoni
12 Agosto

Il ciclismo italiano è a un punto di non ritorno

L'allontanamento di Cassani è solo la punta dell'iceberg.
Papelitos
Matteo Paniccia
26 Marzo

Tra Sky e Dazn ci rimettono i tifosi

La battaglia per i diritti tv ha più vinti che vincitori.
Tifosi
Emanuele Meschini
17 Dicembre

Genoa-Siena: tra farsa e realtà

Una tragedia inscenata sul palcoscenico dello Stadio Ferraris.
Papelitos
Lorenzo Santucci
8 Luglio

Mai più Europeo itinerante

Una formula fallimentare su tutta la linea.
Storie
Matteo Paniccia
14 Marzo

La Master League di PES come lezione di vita

Il 15 Marzo del 2001 usciva Pro Evolution Soccer per Play Station, segnando la storia dei videogiochi.
Calcio
Francesco Andreose
31 Marzo

Le maglie vanno messe dentro i pantaloncini!

Se non si può cambiare il calcio, s'intervenga sull'estetica.
Tennis
Diego D'Avanzo
7 Agosto

Leandro Arpinati: il dissidente creatore dello sport fascista

Anarchico, poi gerarca e ideatore dello sport in camicia nera. Infine fiero dissidente.
Calcio
Diego Mariottini
2 Marzo

Te lo do io Zico

La Leggenda di uno dei più forti numeri 10 della storia del calcio.
Tifosi
Jacopo Benefico
29 Novembre

Brescia-Atalanta è storia, ma senza tifosi che derby è?

Contro-storia del derby più sentito del Nord Italia.
Ritratti
Jacopo Benefico
28 Marzo

Enzo Jannacci, l’arcimilanista

La storia rossonera di un artista a tutto tondo, capace di rappresentare una milanesità ormai perduta.
Recensioni
Massimiliano Vino
9 Aprile

I primi cinquant’anni del calcio in Italia

Enrico Brizzi racconta il pallone tricolore, dalle sue origini fino al Grande Torino.
Papelitos
Andrea Antonioli
27 Ottobre

Più segnano, più ci annoiamo

Un paradosso che svuota la propaganda dello spettacolo.
Calcio
Carlo Garzotti
17 Febbraio

Adriano alla fine dell’impero

Un fenomeno vittima dei propri demoni.
Editoriali
Alberto Fabbri
22 Aprile

Torneremo a cantare, ma non sui balconi

Siamo una tribù che non può rinunciare ai suoi riti.
Calcio
Daniele Berardi
29 Settembre

Il calcio ai tempi della Play Station

Come la console più famosa del mondo ha cambiato il nostro modo di pensare (e di intendere) il gioco.