Estero
27 Agosto 2022

Il caso Figo o del tradimento come simbolo del calcio moderno

Il documentario Netflix è insieme inquietante e rivelativo.

Il documentario Netflix “El caso Figo: el fichaje del siglo” (“Il caso Figo: il trasferimento del secolo”) è solo l’ultimo di una sempre più imponente produzione filmica e documentaria sul mondo del calcio. È un fenomeno che non può sorprendere: in un’epoca caratterizzata dall’immagine, filmare il calcio e i suoi protagonisti (dal vivo, dentro gli spogliatoi o a posteriori, ricostruendone il racconto) significa amplificarne infinitamente le possibilità. Il calcio sul grande schermo è come un film al quadrato: spettacolo dello spettacolo.

Nel caso del trasferimento più costoso (all’epoca) della storia del gioco, poi, a maggior ragione: 60 mln di euro è la clausola che Florentino Perez, prossimo e promesso presidente del Real Madrid, pagò al Barcelona per portare nella capitale un calciatore che dell’opposizione alla capitale (la Catalogna e il mes que un club) aveva fatto la propria biografia fino a quel momento.

jorge valdano caso luis figo
Jorge Valdano, ex giocatore e dirigente del Real Madrid, commenta il ritorno di Figo al Nou Camp

Il caso Figo è davvero l’icona primordiale del calcio moderno: che sia stato Florentino Perez a inciderne il tratto nella storia, lui che poco più di vent’anni dopo proverà – chissà, forse per noia – a riformare un nuovo calcio superleghista, non è certamente un caso. Perez è a tutti gli effetti il primo grande imprenditore calcistico della storia. Guardare questo documentario è un’esperienza simile a quella provata da Alex nella cinetortura di Arancia Meccanica. Il Figo del 2022 ha uno sguardo furbesco, inquietante e diabolico. Come lui il suo procuratore José Veiga, altra figura chiave e simbolica del nuovo calcio – caratterizzato da Azzeccagarbugli succhiasoldi (il caso del doppio trasferimento farsa a Parma e Juventus di Figo nel ’95 è in questo senso emblematico).


Questo è un estratto dal nostro gazzettino settimanale. Per leggere tutta la nostra recensione al caso Figo, iscriviti gratuitamente: basta compilare il seguente form: http://eepurl.com/gSqOx1.


SUPPORTA !

Ormai da anni rappresentiamo un’alternativa nella narrazione sportiva italiana: qualcosa che prima non c’era, e dopo di noi forse non ci sarà. In questo periodo abbiamo offerto contenuti accessibili a tutti non chiedendo nulla a nessuno, tantomeno ai lettori. Adesso però il nostro è diventato un lavoro quotidiano, dalla prima rassegna stampa della mattina all’ultima notizia della sera. Tutto ciò ha un costo. Perché la libertà, prima di tutto, ha un costo.

Se ritenete che Contrasti sia un modello virtuoso, un punto di riferimento o semplicemente un coro necessario nell'arena sportiva (anche quando non siete d’accordo), sosteneteci: una piccola donazione per noi significa molto, innanzitutto il riconoscimento del lavoro di una redazione che di compromessi, nella vita, ne vuole fare il meno possibile. Ora e sempre, il cuore resterà il nostro tamburo.

Sostieni

Gruppo MAGOG

La partita del secolo
Papelitos
Gianluca Palamidessi
19 Dicembre 2022

La partita del secolo

Argentina-Francia è stata una metafora dell'esistenza.
La colpa degli argentini? Essere bianchi!
Critica
Gianluca Palamidessi
11 Dicembre 2022

La colpa degli argentini? Essere bianchi!

La domanda è: quando, il Washington Post, parlerà dello stesso problema per la Croazia?
È tornato il calcio degli stregoni
Critica
Gianluca Palamidessi
10 Dicembre 2022

È tornato il calcio degli stregoni

I Mondiali come essenza del calcio.

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Il Fair Play Finanziario ha fatto acqua da tutte le parti
Calcio
Michelangelo Freda
05 Aprile 2021

Il Fair Play Finanziario ha fatto acqua da tutte le parti

Da uno scopo nobile, dei risultati dannosi.
Non prendiamocela con Messi e Lukaku
Papelitos
Lorenzo Santucci
12 Agosto 2021

Non prendiamocela con Messi e Lukaku

Guardare il dito e non la luna.
Disfarsi di Kean è stato un affare
Papelitos
Federico Brasile
31 Luglio 2019

Disfarsi di Kean è stato un affare

Gli sbrodolamenti dei media a favore di Kean non sono stati solo patetici, ma anche dannosi.
Antonio Puerta
Calcio
Remo Gandolfi
19 Febbraio 2019

Antonio Puerta

Leggenda del Sevilla.
Il Bayern Monaco non può restare conservatore
Calcio
Mattia Curmà
10 Luglio 2019

Il Bayern Monaco non può restare conservatore

La globalizzazione pallonara ha messo a dura prova l'autarchico modello bavarese, costretto a snaturarsi per competere in un mercato da cifre folli.