Estero
27 Agosto 2022

Il caso Figo o del tradimento come simbolo del calcio moderno

Il documentario Netflix è insieme inquietante e rivelativo.

Il documentario Netflix “El caso Figo: el fichaje del siglo” (“Il caso Figo: il trasferimento del secolo”) è solo l’ultimo di una sempre più imponente produzione filmica e documentaria sul mondo del calcio. È un fenomeno che non può sorprendere: in un’epoca caratterizzata dall’immagine, filmare il calcio e i suoi protagonisti (dal vivo, dentro gli spogliatoi o a posteriori, ricostruendone il racconto) significa amplificarne infinitamente le possibilità. Il calcio sul grande schermo è come un film al quadrato: spettacolo dello spettacolo.

Nel caso del trasferimento più costoso (all’epoca) della storia del gioco, poi, a maggior ragione: 60 mln di euro è la clausola che Florentino Perez, prossimo e promesso presidente del Real Madrid, pagò al Barcelona per portare nella capitale un calciatore che dell’opposizione alla capitale (la Catalogna e il mes que un club) aveva fatto la propria biografia fino a quel momento.

jorge valdano caso luis figo
Jorge Valdano, ex giocatore e dirigente del Real Madrid, commenta il ritorno di Figo al Nou Camp

Il caso Figo è davvero l’icona primordiale del calcio moderno: che sia stato Florentino Perez a inciderne il tratto nella storia, lui che poco più di vent’anni dopo proverà – chissà, forse per noia – a riformare un nuovo calcio superleghista, non è certamente un caso. Perez è a tutti gli effetti il primo grande imprenditore calcistico della storia. Guardare questo documentario è un’esperienza simile a quella provata da Alex nella cinetortura di Arancia Meccanica. Il Figo del 2022 ha uno sguardo furbesco, inquietante e diabolico. Come lui il suo procuratore José Veiga, altra figura chiave e simbolica del nuovo calcio – caratterizzato da Azzeccagarbugli succhiasoldi (il caso del doppio trasferimento farsa a Parma e Juventus di Figo nel ’95 è in questo senso emblematico).


Questo è un estratto dal nostro gazzettino settimanale. Per leggere tutta la nostra recensione al caso Figo, iscriviti gratuitamente: basta compilare il seguente form: http://eepurl.com/gSqOx1.


Gruppo MAGOG

Ancelotti, il più grande di tutti
Estero
Gianluca Palamidessi
02 Giugno 2024

Ancelotti, il più grande di tutti

Nel club che sta sopra tutto.
Ma quale sfortuna
Papelitos
Gianluca Palamidessi
30 Maggio 2024

Ma quale sfortuna

La Fiorentina ha giochicchiato, l'Olympiakos, meno forte di lei, ha vinto con merito.
L’Atalanta entra in un’altra dimensione
Papelitos
Gianluca Palamidessi
23 Maggio 2024

L’Atalanta entra in un’altra dimensione

Cosa significa il trionfo sul Leverkusen nella finale di Europa League.

Ti potrebbe interessare

Adriano Galliani, il calcio come devozione
Ritratti
Matteo Zega
31 Luglio 2023

Adriano Galliani, il calcio come devozione

Nel nome della passione, del Padre e della Madre.
Le finali non si giocano, si vincono
Calcio
Gianluca Palamidessi
27 Maggio 2021

Le finali non si giocano, si vincono

Il Villarreal è campione d'Europa.
Bremer alla Juventus e il calcio post-identitario
Papelitos
Lorenzo Ottone
01 Agosto 2022

Bremer alla Juventus e il calcio post-identitario

Il campanilismo nel pallone non esiste più.
Non è normale che sia normale
Critica
Matteo Zega
22 Agosto 2023

Non è normale che sia normale

Un'estate da dimenticare, ammesso che sia possibile.
A Vallecas non ci sono strade diritte
Ultra
Raffaele Scarpellini
14 Novembre 2023

A Vallecas non ci sono strade diritte

Storia, filosofia e (nuove) battaglie del Rayo Vallecano.