Carrello vuoto
Papelitos
13 Gennaio

Agli ordini di Sanremo

Matteo Paniccia

17 articoli
Perché Sanremo è Sanremo.

Dal 1951 Sanremo non è più solamente un gioiello turistico della Liguria, ma anche la casa dell’omonimo festival della canzone italiana, capace di attirare ogni anno una marea di appassionati nella provincia di Imperia e di incollare davanti alla televisione milioni di telespettatori.

 

 

Come ogni grande evento mediatico, anche Sanremo suscita critiche e polemiche: dalle sempre più ingenti spese per gli “stipendi” di conduttori e ospiti, alla “maschilista” conferenza stampa di Amadeus in occasione della presentazione della passata edizione, fino al siparietto tra Bugo e Morgan, capace di diventare oggetto di discussione per mamme annoiate e ragazzi nichilisti. L’edizione numero 71 di Sanremo non è ancora neanche partita che già ha scatenato più di qualche perplessità da parte dell’opinione pubblica. L’oggetto della polemica, questa volta, è la nostra amata Serie A.

 

 


Sanremo è business


 

 

 

Che Sanremo venga organizzato non in nome della buona musica ma del business non è certamente un segreto: nell’ultima edizione “Mamma Rai” ha potuto festeggiare ben 30 milioni di entrate, a fronte dei 17 spesi per l’organizzazione. Una crescita del 18% sull’edizione del 2019 e uno share del 60,6%. Un trionfo su tutti i fronti.

 

 

Il problema sorge quando, in nome del vil danaro, si vanno a toccare gli interessi altrui, come è il caso del campionato italiano di calcio. Nel 2020 ne avevamo avuto un assaggio con la presenza di Cristiano Ronaldo per una serata del festival: ma qui, al di là del nome, alcun interesse era stato toccato. L’esperimento verrà invece riproposto e ampliato per l’edizione 2021: Zlatan Ibrahimovic sarà infatti ospite fisso per tutte le serate.

 

 

Ora, sappiamo tutti delle difficoltà (sanitarie, logistiche, economiche) che sta attraversando il campionato a causa del Covid-19. Sanremo pare però non avvedersene, poiché l’edizione del Festival andrà a incrociarsi con un intero turno infrasettimanale di Serie A, sconvolgendo i piani dello svedese e dei suoi colleghi. L’attaccante del Milan sarebbe infatti costretto a saltare per forza maggiore uno dei due impegni, visto che Sanremo 2021 prenderà il via martedì 2 marzo e terminerà sabato 6 marzo, mentre il Milan il 3 marzo scenderà in campo contro l’Udinese di Gotti. Impossibile essere da entrambe le parti. A meno di un “piccolo aiuto proveniente dai piani alti”.

 

Georgina Rodriguez, moglie di CR7, insieme ad Amadeus, tifoso interista, in uno dei siparietti della serata (ph Daniele Venturelli/Getty Images)

 

 

Come ripete spesso nelle sue auto-pubblicità, “il Re” può tutto. E il primo sospetto che possa essere da entrambe le parti lo si coglie andando a leggere la recente nota della Lega di Serie A, con cui sono state ufficializzate date e orari di anticipi e posticipi dal 17° turno del girone di andata al 10° del girone di ritorno: in soldoni, da gennaio ad aprile ogni orario delle gare di campionato è stato già definito, ad esclusione di quelle previste proprio tra il 2 e il 4 marzo (6° turno del girone di ritorno).

 

 

Amadeus, a capo della direzione artistica, a cui spetta l’organizzazione dell’evento, ha già dichiarato che Zlatan Ibrahimovic sarà presente a tutte le serate dell’evento; il Milan invece, che il suo calciatore non salterà neanche una partita. Come è possibile? Il 2, 3 e 6 marzo il calciatore del Milan si collegherà a distanza con il palco dell’Ariston, mentre il 4 e il 5, serate in cui sarà presente fisicamente, si avvarrà di un jet privato per raggiungere Sanremo il prima possibile.

 

E la Serie A si piegherà dunque agli ordini di Sanremo, anticipando le partite delle 20:45 alle 18:30.

 

Se il cambiamento degli orari della sesta giornata del girone di ritorno con ogni probabilità non andrà a toccare i tifosi, che saranno ancora costretti a seguire la propria squadra del cuore dal divano di casa, lo stesso non si può dire per la società. Perché il Milan dovrà concedere a Zlatan Ibrahimovic di impegnarsi in un appuntamento che andrà a interferire con quello principale, regolato da tanto di contratto?

 

Non è forse il Milan e la squadra stessa (di cui peraltro è il capitano) la cosa più importante? Dovrebbe essere Sanremo a passare in secondo piano, e non la società rossonera; perché se è vero che Amadeus ricompenserà lo svedese con 50.000 euro a serata la sua partecipazione al festival, sarà poi il Milan a garantirgli uno stipendio nei mesi successivi. A netto del fatto che Ibra è fermo già da un po’ tra Covid e infortuni. I tifosi del Milan impareranno a ripetere il mantra: perché Sanremo è Sanremo.

 


Copertina: Copyright Rivista Contrasti


 

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Papelitos
Gianluca Palamidessi
24 Maggio 2022

Evviva lo striscione dei calciatori del Milan!

Il calcio vive di sfottò, non di leccate social.
Italia
Annibale Gagliani
24 Maggio 2022

Perdere per vincere, come Pioli

Una storia che parte da lontano e sterza bruscamente.
Calcio
Matteo Mancin
3 Aprile 2022

Maurizio Mosca, il colto giullare

Qual è il vero Maurizio Mosca?
Italia
Raffaele Scarpellini
18 Marzo 2022

La tragica commedia del Parma di Manenti

La pagina più triste della storia dei Ducali.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
4 Marzo 2022

Cosa accomuna Balotelli, Berlusconi e Jeff Bezos?

Non è l'iniziale del cognome.
Papelitos
Valerio Santori
7 Febbraio 2022

I want you, Serie A TIM!

Siete pronti a trasferirvi a Nuova York?
Papelitos
Valerio Santori
18 Gennaio 2022

Gli arbitri non contano più nulla

Dopo il VAR, ora addirittura le scuse dell'AIA.
Italia
Vito Alberto Amendolara
13 Gennaio 2022

L’anno del Serpente

L'Inter è ancora la squadra da battere.
Papelitos
Alessandro Imperiali
9 Gennaio 2022

Chissenefrega dei tifosi

Questo, in sostanza, è il messaggio congiunto di Lega calcio e governo.
Italia
Lorenzo Serafinelli
9 Gennaio 2022

È la Lazio a sceglierti

122 anni di gioia, sofferenza e senso d'appartenenza.
Italia
Marco Armocida
6 Gennaio 2022

La crisi della Juventus non può sorprendere

Analisi alla prima parte di stagione della Vecchia Signora.
Tennis
Vito Alberto Amendolara
6 Gennaio 2022

Bruciamo le autobiografie sportive

Liberiamoci da questa piaga.
Italia
Gianluca Palamidessi
4 Gennaio 2022

Il sarrismo non esiste, Sarri sì

Il tecnico toscano ha bisogno di più tempo e meno retorica.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Dicembre 2021

Tra i tre litiganti, l’Inter gode

C'era una volta un campionato combattuto.
Papelitos
Federico Brasile
8 Dicembre 2021

Siamo periferia d’Europa

Mai così impotente e lontana del centro.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
6 Dicembre 2021

L’Atalanta è pronta per vincere lo Scudetto

Come è cambiata quest'anno la Dea.
Recensioni
Marco Armocida
30 Novembre 2021

All or Nothing Juventus, o della crisi di identità

Che cosa ci ha detto la serie prodotta da Amazon.
Italia
Lorenzo Santucci
28 Novembre 2021

La normalità di Simone Inzaghi

L'allenatore dell'Inter non fa notizia, ed è un bene.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Novembre 2021

Sarri e Ancelotti parlano anche per noi

Troppe partite, troppo calcio. Ma noi tifosi siamo pronti a rinunciarci?
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Novembre 2021

Serie A isola Felix (per gli stranieri)

Cosa ci dice la doppietta del classe 2003 giallorosso.
Papelitos
Lorenzo Santucci
9 Novembre 2021

DAZN fa rima con disperazione

Tolta la concurrency.
Papelitos
Federico Brasile
8 Novembre 2021

Un derby che viene dal futuro

Per intensità, ritmo, qualità. La partita dell'anno.
Italia
Pierfilippo Saviotti
7 Novembre 2021

Baùscia contro Casciavìt

Quando il derby aveva un sapore tipicamente meneghino.
Papelitos
Federico Brasile
1 Novembre 2021

Il Milan (in Italia) sta un passo avanti

Almeno ad oggi, almeno in Serie A.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
25 Ottobre 2021

Zero a zero è puro punk

Roma vs Napoli è stata la partita perfetta.
Tennis
Marco Armocida
19 Ottobre 2021

Radja Nainggolan, guerriero incompreso

Un giocatore irripetibile, come i suoi eccessi.
Ritratti
Matteo Mancin
17 Ottobre 2021

Beppe Viola, l’anticonvenzionale

Ritratto della breve e memorabile esistenza di Pepinoeu.
Italia
Edoardo Franzosi
3 Ottobre 2021

Il Pisa parla russo

Una squadra da capogiro con un progetto serissimo alle spalle.
Calcio
Gianluigi Sottile
1 Ottobre 2021

I campionati non valgono più nulla

Ormai, per le grandi squadre, è solo la Champions il metro della stagione.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
23 Settembre 2021

Anche basta

Il terribile teatrino dei calciatori allenatori.
Italia
Antonio Torrisi
22 Settembre 2021

Joe Tacopina, il primo tifoso

Il giro d'Italia del Presidente d'America a tempo determinato.
Interviste
Leonardo Aresi
21 Settembre 2021

A tu per tu con Dino Zoff

Conversazione con il campione friulano.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
21 Settembre 2021

Impossibile nascondersi

Zitto zitto, il Napoli di Spalletti è in testa alla classifica.
Italia
Antonio Aloi
18 Settembre 2021

Allenatore padre padrone

Quanto incide sul risultato finale il lavoro di un tecnico.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
12 Settembre 2021

Ronaldo è un sogno

E insieme un incubo.
Papelitos
Valerio Santori
11 Settembre 2021

Il lancio degli Inter Fan Token è stato imbarazzante

Il sonno dei tifosi produce mostri.
Tifo
Lorenzo Santucci
6 Settembre 2021

State attenti ad insultare i tifosi

La protesta dei tifosi del Milan è sacrosanta ma non sufficiente.
Papelitos
Vittorio Ray
5 Settembre 2021

Lunga vita ai fantallenatori

Vitelloni, immobili, finto-impegnati. Meravigliosamente italiani.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
30 Agosto 2021

Ridateci la fascia di Davide Astori

La Lega insegna che anche la memoria ha una data di scadenza.
Papelitos
Marco Armocida
26 Agosto 2021

Ci vuole equilibrio

La stampa italiana e la sindrome da titolite.
Italia
Luca Pulsoni
24 Agosto 2021

La Serie A non par(l)a più italiano

Su 20 squadre di A, 13 hanno il portiere titolare straniero.
Italia
Gabriele Fredianelli
20 Agosto 2021

Il sentimento infinito di Borja Valero e Francesco Flachi

Quando il calcio è qualcosa di simile all'amore.
Ritratti
Edoardo Franzosi
17 Agosto 2021

Smetto quando voglio

Da campione a clochard. Le mille vite di Maurizio Schillaci.
Italia
Raffaele Scarpellini
31 Luglio 2021

Lo Scudetto dimenticato a La Spezia

Sotto le bombe i Vigili del Fuoco diventavano Campioni d'Italia.
Ritratti
Marco Metelli
23 Luglio 2021

Julio Cruz, il giardiniere di San Siro

Il dodicesimo uomo nerazzurro.
Papelitos
Luca Pulsoni
19 Luglio 2021

Il boomerang del Decreto Crescita

Il capolavoro di Mancini rischia di essere un episodio isolato.
Podcast
La Redazione
13 Luglio 2021

Lasciateci il pallone

Due chiacchiere con Francesco Repice.
Italia
Paolo Cammarano
10 Luglio 2021

Maurizio Sarri torna alle origini

La Lazio non è la Juventus, per sua fortuna.
Ritratti
Marco Metelli
3 Luglio 2021

La leggenda di Osvaldo Bagnoli

Compie oggi 86 anni un mito della panchina.
Ritratti
Marco Metelli
5 Giugno 2021

Alberto Malesani, l’ultimo degli umani

Sorridere in faccia al fallimento.