Carrello vuoto
Calcio
8 Aprile

Il punto sulla B

Raffaele Arabia

7 articoli
A otto giornate dal termine, la serie cadetta non ha ancora annunciato il suo verdetto.

La maratona infinita del campionato di Serie B (42 partite tra andata e ritorno) è quasi giunta al termine ma ad oggi, dopo 34 giornate disputate, in zona promozione e retrocessione la situazione non risulta affatto delineata, variando in base ai risultati partita dopo partita. Tra le contendenti al passaggio in Serie A non si registrano fughe, come invece sembrava nella prima parte di stagione quando Cittadella prima e Verona poi sembravano pronte a staccare le dirette concorrenti per effettuare il salto di categoria senza particolari problemi. Nella seconda metà di campionato però, entrambe hanno registrato un calo che ha riaperto la stagione. Alla vigilia della trentacinquesima giornata il primo posto è conteso da Spal e Frosinone, con l’Hellas staccato di sole tre lunghezze, seguito a quattro punti di distanza dal gruppo playoff capeggiato dal Benevento e completato da Perugia, Cittadella, Entella e Bari. Tornando al vertice l’Avellino, nell’ultima uscita, ha fermato il Frosinone, beffato a 10 minuti dal termine dal gol di Castaldo che ha fissato il punteggio sull’uno a uno, facendo perdere ai Ciociari la possibilità di piazzarsi provvisoriamente al primo posto in solitaria, seppur con soli due punti di vantaggio dalla Spal. La squadra guidata dal tecnico Pasquale Marino, trascinata dai gol di Dionisi e Ciofani, nel girone di ritorno ha dimostrato tutto il suo valore, uscendo sconfitta solo una volta nelle ultime dodici partite e riuscendo a imporsi negli scontri diretti, sia in casa contro il Verona che in casa della Spal. Oggi l’avversario da battere sarà l’Ascoli, squadra che ha bisogno di fare bene per non perdere ulteriori punti a favore del gruppo di coda dal quale dista solo tre punti.

Castaldo e compagni dopo il goal del pareggio a Frosinone
Castaldo e compagni dopo il goal del pareggio a Frosinone

La Spal, dal canto suo, marca stretto i Ciociari, raggiunti in prima posizione dopo l’ultima vittoria ai danni del Novara. Vittoria molto importante per il morale, dopo le due sconfitte consecutive proprio con Avellino e Frosinone, che avevano interrotto un ottimo momento degli Estensi – in 12 gare 7 vittorie e 5 pareggi, 23 gol fatti e solo 6 subiti. Per i Ferraresi il ritorno nella massima serie – che manca dal 1968 – è un sogno che si sta trasformando in realtà, ma è necessario far più che bene in ogni gara per tentare il salto di categoria diretto, senza imbattersi nella lotteria dei playoff. Nel prossimo posticipo contro il Brescia gli uomini di Leonardo Semplici cercheranno di ottenere il massimo bottino sperando in un passo falso del Frosinone. Chi non può permettersi ulteriori cadute è, invece, l’Hellas Verona. Gli Scaligeri, reduci dalla sconfitta casalinga contro lo Spezia, devono decisamente cambiare il loro ritmo, cercando la continuità nei risultati di inizio campionato, necessaria per rimanere in corsa e combattere per la promozione diretta, che spetta solo alle prime due della classe.

L’Hellas quest’anno ha avuto due facce. Dopo una prima parte di stagione a grande livello, condita di vittorie e gol, dall’inizio del 2017 ha ottenuto solo 4 vittorie perdendo troppi punti per strada, tanto da ritrovarsi oggi a inseguire le prime due. Giampaolo Pazzini, attualmente capocannoniere della B con 20 reti, dall’alto della sua esperienza in Serie A avrà l’oneroso compito di trascinare il Verona fino a fine stagione, cercando di continuare a mettere in rete quanti più palloni possibili. Oggi più che mai gli Scaligeri hanno bisogno di ritrovare fiducia nelle proprie potenzialità per ricominciare a macinare punti, anche perché alle spalle le inseguitrici non sono intenzionate a fare sconti. Benevento, Perugia, Cittadella, Entella e Bari chiudono la zona playoff, ma sono perennemente minacciate da Spezia e Carpi, staccate di soli due punti. Questo il quadro odierno della zona alta. Attenzione ai duelli di oggi, in contemporanea alle 15.00: il Cittadella ospita il Benevento, mentre il Bari va a far visita allo Spezia.

Gattuso, anima e mente del Pisa
Gattuso sta lottando, con il suo Pisa, per una salvezza che sarebbe miracolosa

Anche nella parte bassa della classifica, quella di chi lotta per rimanere in B, la situazione è tutt’altro che monotona. Il Trapani che fino a poco tempo fa sembrava condannato alla retrocessione diretta è riuscito a riacciuffare con l’ultima e importantissima vittoria ottenuta in casa del Vicenza il quintultimo posto, imponendosi come prima nel gruppo playout, che vede il ballottaggio per la permanenza nella serie cadetta in una sfida tra quintultima e quartultima. I siciliani, dopo l’esonero a Novembre di Serse Cosmi con il quale avevano ottenuto solo una vittoria, hanno mantenuto un andamento altalenante fino a Gennaio, risalendo in seguito la classifica. Basti pensare che nel 2017 il Trapani ha perso solo tre gare, ottimo andare per una squadra che deve salvarsi. Se il ritmo tenuto da tre mesi a questa parte si fosse verificato anche nella prima parte di campionato, adesso il Trapani navigherebbe in acque chete. Il Vicenza, dopo la sconfitta con i siciliani, non può sbagliare lo scontro diretto contro il Latina, che dopo essere stato condannato dalla Corte Federale d’Appello a ricevere un punto di penalizzazione per il ritardo nel pagamento degli stipendi dello scorso anno, occupa l’ultimo posto in classifica. Anche la Ternana di Liverani e il Pisa di Gattuso appaiate al penultimo posto devono assolutamente fare risultato se vogliono continuare a crederci. A otto giornate dal termine questo campionato di serie B è ancora tutto da scrivere e con ogni probabilità lo sarà fino all’ultimo, diversamente della serie A dove i posti in vetta e quelli nei bassifondi della classifica sembrano già prenotati. L’analisi condotta fin qui potrebbe ribaltarsi nel giro di un paio di giornate, viste le minime distanze che separano le squadre che si trovano a combattere per rimanere in B o, ancor di più, quelle che lottano per ottenere il salto di categoria. A prescindere dalla classifica, un dato certo è offerto dallo spettacolo regalato in campo; partite mai scontate, molto simili alla Premier League inglese, in quanto a gol e a fisicità. Non a caso, per gli amanti di scommesse calcistiche la serie B rappresenta un vero nemico, data l’imprevedibilità dei 90 minuti su tutti i campi. Sarà uno spettacolo fino all’ultima gara, uno spettacolo ricco di calcio e povero di noia.

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Italia
Valerio Santori
27 Ottobre 2021

Igor Tudor e lo spirito Hellas

Un piratesco ritorno alle origini.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
25 Ottobre 2021

Zero a zero è puro punk

Roma vs Napoli è stata la partita perfetta.
Italia
Edoardo Franzosi
3 Ottobre 2021

Il Pisa parla russo

Una squadra da capogiro con un progetto serissimo alle spalle.
Italia
Antonio Torrisi
22 Settembre 2021

Joe Tacopina, il primo tifoso

Il giro d'Italia del Presidente d'America a tempo determinato.
Ritratti
Marco Metelli
29 Agosto 2021

Enzo Maresca il saggio

Un allenatore da seguire.
Ritratti
Edoardo Franzosi
17 Agosto 2021

Smetto quando voglio

Da campione a clochard. Le mille vite di Maurizio Schillaci.
Italia
Luca Pulsoni
4 Agosto 2021

Quando gli asini volavano

Il Chievo è una storia senza lieto fine.
Ritratti
Marco Metelli
3 Luglio 2021

La leggenda di Osvaldo Bagnoli

Compie oggi 86 anni un mito della panchina.
Ritratti
Marco Metelli
5 Giugno 2021

Alberto Malesani, l’ultimo degli umani

Sorridere in faccia al fallimento.
Italia
Lorenzo Fabiano
28 Maggio 2021

Anche le belle storie finiscono

Juric e il Verona, un divorzio all'italiana.
Italia
Edoardo Franzosi
25 Maggio 2021

Salvate il Tardini, salvate Parma

Cosa si nasconde dietro al rifacimento dello stadio gialloblu.
Italia
Giacomo Maria Bertocco
5 Marzo 2021

Resurrezione a Venezia

La città più bella del mondo nel calcio, tra nostalgie e speranze.
Ritratti
Domenico Rocca
6 Febbraio 2021

Erasmo da Taranto

Erasmo Iacovone, l’uomo e il simbolo.
Ritratti
Matteo Mancin
25 Gennaio 2021

Giovanni Galeone l’integralista

Compie 80 anni un uomo del paradosso, “padre” di Max Allegri.
Calcio
Matteo Mancin
19 Gennaio 2021

La favola del Castel di Sangro

Memorie sull'indimenticabile cavalcata condotta da Osvaldo Jaconi.
Calcio
Lorenzo Fabiano
30 Novembre 2020

Innamorati dell’Hellas Verona

Il calcio frugale di provincia che fa invidia agli spendaccioni.
Papelitos
Paolo Pollo
10 Novembre 2020

Marco Silvestri e la sottile arte della provocazione

Come il portiere del Verona ha fregato sua maestà Zlatan.
Calcio
Andrea Mainente
6 Novembre 2020

Lunga vita al Lanerossi Vicenza

La squadra e la città, unite per sempre.
Ritratti
Francesco Andreose
19 Ottobre 2020

Ho scelto Mandorlini per amico

Un allenatore tanto bravo quanto controverso.
Calcio
Matteo Paniccia
25 Settembre 2020

Il Frosinone, leone di provincia

Grazie alla passione della famiglia Stirpe, il club ciociaro è diventato una della realtà più solide della Provincia del calcio italiano.
Calcio
Luca Pulsoni
20 Agosto 2020

La dura vita delle neopromosse in Italia

Neanche salgono in Serie A, e già sono con un piede in Serie B.
Ritratti
Francesco Andreose
3 Agosto 2020

Costantino Rozzi, il Presidentissimo per eccellenza

Il Grande Ascoli, l'indimenticabile presidente.
Calcio
Lorenzo Fabiano
17 Luglio 2020

Tony D’Amico, l’uomo del silenzio

Il DS anti-mediatico dietro ai successi del Verona.
Calcio
Gianluca Palamidessi
15 Luglio 2020

Il Monza è lo specchio di Berlusconi e Galliani

E infatti la Serie A non è più una chimera.
Calcio
Francesco Andreose
21 Giugno 2020

Hellas Verona, il futuro celebra il passato

Breve storia degli Scaligeri a partire dall'evoluzione del logo.
Calcio
Francesco Andreose
9 Maggio 2020

La maglia più bella è quella Made in Italy

Un viaggio nei marchi storici della provincia italiana.
Editoriali
Alberto Fabbri
22 Aprile 2020

Torneremo a cantare, ma non sui balconi

Siamo una tribù che non può rinunciare ai suoi riti.
Interviste
Michelangelo Freda
29 Marzo 2020

Il Coronavirus sta facendo implodere il calcio

Abbiamo intervistato Pippo Russo sulle possibili ripercussioni dell'emergenza nel calcio.
Ritratti
Gianluca Palamidessi
27 Marzo 2020

Luca Toni, tu sei per me il Numero Uno

L'italiano perfetto era pure un attaccante straordinario.
Calcio
Francesco Andreose
24 Febbraio 2020

Il riscatto del calcio di provincia

Le serie minori credono ancora nel calcio di una volta.
Calcio
Lorenzo Fabiano
12 Febbraio 2020

Ivan Juric, l’uomo che nessuno voleva

In estate Juric era un condannato all'esonero e il Verona una candidata alla retrocessione: oggi si è tutto rovesciato.
Calcio
Remo Gandolfi
8 Febbraio 2020

La rivincita di Roberto D’Aversa

Alla faccia del bel gioco, il Parma di D'Aversa stupisce nel segno della tradizione italiana.
Storie
Diego Mariottini
16 Dicembre 2019

La fine di re Giorgio

Nel 1984/85 affonda definitivamente il progetto Chinaglia per una Lazio competitiva, mentre il Verona lancia la fuga verso lo scudetto.
Tifo
Jacopo Benefico
29 Novembre 2019

Brescia-Atalanta è storia, ma senza tifosi che derby è?

Contro-storia del derby più sentito del Nord Italia.
Storie
Sergio Taccone
21 Ottobre 2019

Milan 1981, l’annus horribilis

Il racconto del campionato 1981/82, la stagione più infausta in centoventi anni di storia rossonera.
Calcio
Umberto De Marchi
15 Ottobre 2019

Le multiproprietà rischiano di uccidere il calcio

Come se non bastasse tutto il resto, il tema delle multiproprietà si sta imponendo nel calcio in modo sempre più problematico.
Papelitos
Lorenzo Santucci
27 Settembre 2019

Aldrovandi vive nel ricordo

Lo stadio come luogo di coerenza sentimentale.
Calcio
Marco Metelli
21 Agosto 2019

Grazie, Brescia

Una grande piazza del nostro calcio è tornata a sognare.
Calcio
Matteo Mancin
21 Giugno 2019

Zdeněk Zeman

Il fumo del bel gioco.
Storie
Domenico Rocca
19 Giugno 2019

Cento anni di Salernitana

La Salernitana è sopravvissuta un secolo a tanti bassi e pochi alti ma risultati, categorie, presidenti e dirigenti non hanno minimamente scalfito l'autentica passione di tutta una città.
Calcio
Michelangelo Freda
6 Giugno 2019

La Serie B è un enorme conflitto di interessi

L'annus horribilis della Serie B tra stravolgimenti, sentenze ad personam e clamorose smentite.
Calcio
Remo Gandolfi
14 Aprile 2019

Piermario Morosini

In memoriam.
Calcio
Michelangelo Freda
28 Marzo 2019

Avellino resiliente

L'Avellino calcio è l'espressione di un popolo abituato a soffrire ma che ha sempre saputo rialzarsi, anche nei momenti più duri.
Papelitos
Federico Brasile
4 Marzo 2019

Se il VAR diventa kafkiano

A fianco dei tifosi della Spal, in rivolta contro il mondo moderno (e l'assurdo).
Calcio
Michelangelo Freda
15 Febbraio 2019

Spezia, tra calcio e traffico di esseri umani

Umar Sadiq, Abdullahi Nura e David Okerke sono i tre nomi dell'Abuja Football Academy, arrivati in Italia tramite una squadra di Serie D.
Tifo
Domenico Rocca
12 Febbraio 2019

La rivolta di Caserta

La rabbia e le tre lunghe giornate di guerriglia che infiammarono la città campana dopo la revoca della promozione in Serie B nella stagione 1968\69.
Papelitos
Michelangelo Freda
8 Febbraio 2019

B come Balata, C come Caos

Il calcio italiano è nel caos più totale. Tra penalizzazioni, esclusioni e squadre sull'orlo del fallimento è partita la riforma dei campionati.
Interviste
Matteo Fontana
24 Gennaio 2019

A tu per tu con Gianfranco Zigoni

Il grande Zigo si racconta.
Storie
Lorenzo Solombrino
19 Ottobre 2018

Cittadella, un modello italiano

Uno dei pochi esempi rimasti di progetto serio e a lungo termine, con un'idea e una struttura importanti alla base.
Ritratti
Sergio Taccone
10 Ottobre 2018

Joe Jordan, lo squalo

Dare tutto in campo, conquistare l'affetto fuori.