Carrello vuoto
Papelitos
12 Settembre

Il tifoso del Manchester City sta morendo

Persone che diventano cose.

Il Manchester City vive da qualche anno con il piede in due staffe. Mentre delizia i tifosi con una squadra da capogiro e un deciso ritorno ad elementi tradizionali del club (ci torneremo), fa di tutto per rendere il già grigio clima da stadio persino tetro. Il difficile equilibrio è garantito dal successo tecnico della squadra, tra le maggiori forze a livello nazionale ed internazionale – in Europa, a dire il vero, ancora stenta ad imporsi, ma è solo questione di tempo.

Pep Guardiola, un calcio sopraffino, un’estetica sublime, una rosa debordante di talento, gli Oasis. I titoli, tantissimi da quando lo sceicco Mansur, nel 2008, decide di prelevare le quote del club per dare maggiore visibilità alla compagnia Etihad Airways, parlano a favore del presidente. La sua gestione, contrariamente al suo gemello presidenziale, Nasser Al-Khelaïfi – proprietario del PSG -, si è sempre contraddistinta per un’attenzione particolare alle tradizioni e alle richieste dei tifosi. Il povero Jimmy Grimble non lo avrebbe neanche potuto sognare: ad oggi il City è la prima squadra di Manchester.

Guardiola e il milionario proprietario del Manchester City, Mansur

In quest’orizzonte da “e vissero per sempre felici e contenti“, si staglia minacciosa la riforma tecnologica che il presidente del City, con l’appoggio massimo delle autorità inglesi, sta intraprendendo da qualche anno. Già nel 2014, la società obbligava i tifosi a rimuovere le bandiere (le pezze) dal secondo anello dello Stadio. La motivazione? Esse avrebbero ostruito la visibilità dei nuovissimi LED pubblicitari, montati senza previo avviso. Nel 2019, l’incubo è diventato realtà. Alcune storiche pezze del tifo citizen scorrono sui pannelli precedentemente destinati alla pubblicità del club. Forse in Premier c’è di peggio, tipo il simulatore di cori impiantato nel nuovo stadio del Tottenham Hotspur. Problemi di tifo, in quel di Albione.

A onor del vero, i tifosi del club mancuniano potrebbero reagire. Se solo ci fossero, i veri tifosi. In primo luogo, protestare. In Inghilterra c’è chi lo fa spesso e volentieri: è il caso dei tifosi del Palace, del Liverpool, del West Ham. Ancor prima di alzare la voce, però, bisognerebbe andare allo stadio. L’Etihad risulta essere il nono impianto della Premier League per seggiolini vuoti, e il settore in trasferta non è proprio uno spettacolo – sia a livello di presenze che di atmosfera. Che queste cifre si riferiscano alla squadra che ha vinto, nell’ultimo anno, tutti e quattro i titoli disponibili in Inghilterra, è un dato che fa pensare. Certo è che il linguaggio utilizzato dalla società per giustificare la rimozione dei banner fisici a favore di quelli elettronici è da letteratura distopica:

“[to] enhance (migliorare) the matchday experience for fans inside the stadium”.

Totalmente senza senso

Purtroppo c’è dell’altro. E in peggio. L’ultima idea balenata nella mente degli organi alti del City riguarda il riconoscimento facciale come strumento alternativo al biglietto. Smentita dagli stessi accusati, la notizia è però circolata con grande fretta ed apprensione in Inghilterra. A giudicare dal recente passato degli Sky Blues, la cosa non ci sembra impossibile. La manovra avrebbe lo scopo di favorire il flusso degli spettatori. Quanta velocità, tanta disumanità. Tutto ciò mentre la stessa società del Manchester City annuncia un ritorno alle origini. Per il 125° anniversario del club, è stata lanciata una collezione che celebra la Storia della squadra; oltre alla maglietta, il “pacchetto” rilasciato da Puma prevede anche una sciarpa, un pallone di cuoio old school, un cappellino e delle sneaker. Che culo!

Alla luce di quanto detto, le parole di Omar Berrada, direttore operativo del Manchester City, suonano come una presa in giro: “Manchester City has enjoyed tremendous success in recent years, but we also have a rich history that we are incredibly proud of“. Dopo il ritorno al vecchio stemma, quello del kit celebrativo è un altro passo in direzione dei tifosi. Quali tifosi, però? Chi sono davvero i citizens? Quelli cresciuti con l’Etihad e le prodezze del Kun Aguero, o quelli abituati a soffrire ogni maledetta domenica al Maine Road? Chiedete agli Oasis:

I’m free to be whatever I

whatever I choose

and I’ll sing the blues if want.


Dipinto di copertina: René Magritte, “Le Miroir Faux” (1928)

La citazione degli Oasis è tratta da “Whatever” (1994)


Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Papelitos
Andrea Antonioli
5 Maggio 2022

Tradizione, mistica, religione

Así gana el Madrid.
Papelitos
La Redazione
1 Maggio 2022

La Serie A se la vedono giusto nel metaverso

L'ennesima conquista del progresso.
Estero
Vito Alberto Amendolara
11 Aprile 2022

Manchester City-Liverpool, e tutto il mondo fuori

Da qui passano i destini del calcio attuale (non solo inglese).
Tifo
Jacopo Benefico
20 Marzo 2022

Feyenoord v Ajax, il classico del calcio olandese

Due Olande diverse, due visioni del mondo inconciliabili.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
26 Febbraio 2022

La carne è forte, ma lo spirito è debole

Antonio Conte è sempre lo stesso, non i risultati della sua squadra.
Papelitos
La Redazione
18 Febbraio 2022

Verratti, dall’abbecedario al metaverso

Il centrocampista azzurro ha acquistato l'isola che non c'è (letteralmente).
Estero
La Redazione
13 Febbraio 2022

Perché nessuno parla del City Football Group?

Più che un gruppo una multinazionale.
Estero
Eduardo Accorroni
3 Febbraio 2022

Mikel Arteta è un maniaco del controllo

È lui il vero erede di Pep Guardiola?
Papelitos
Alessandro Imperiali
9 Gennaio 2022

Chissenefrega dei tifosi

Questo, in sostanza, è il messaggio congiunto di Lega calcio e governo.
Ritratti
Marco Armocida
3 Gennaio 2022

Momo Salah è un’icona vivente

Di sicuro in Egitto, probabilmente anche nel mondo.
Papelitos
Valerio Santori
19 Dicembre 2021

Ci mancava il VAR del VAR

La trasparenza della tecnica.
Tifo
Alessandro Imperiali
15 Dicembre 2021

Andy Capp tra denuncia sociale e post-modernità

Icona Ultras, il fumetto ha radici storiche e politiche ben definite.
Tifo
Alberto Fabbri
12 Dicembre 2021

ToroMio: un altro Toro è possibile!

Intervista a Guido Regis, presidente della più attiva associazione di tifosi granata.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
9 Dicembre 2021

Non studio, non lavoro, non guardo la tv

Non vado al cinema, non faccio sport.
Tifo
Alessandro Imperiali
24 Novembre 2021

Francia violenta

Negli stadi d'oltralpe la situazione sta degenerando.
Estero
Emanuele Iorio
21 Novembre 2021

Manchester United, una crisi lunga otto anni

Da Ferguson a Solskjaer, i colpevoli sono sempre gli stessi: Ed Woodward e i Glazer.
Estero
Eduardo Accorroni
20 Novembre 2021

Aaron Ramsdale, ovunque proteggimi

Il portiere dell'Arsenal è matto come un cavallo e forte come un leader.
Estero
Vito Alberto Amendolara
17 Novembre 2021

Il tempo del Kun

Una carriera vissuta in un attimo.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
12 Novembre 2021

A nessuno frega più niente della nazionale

E forse a nessuno gliene è mai importato davvero.
Editoriali
Andrea Antonioli
10 Novembre 2021

Il calcio è stanco di essere umano

La mania di controllo condannerà il football.
Tifo
Lorenzo Serafinelli
3 Novembre 2021

L’Europa tifa solo il giovedì

Se lo spettacolo non è in campo ma sugli spalti.
Podcast
La Redazione
2 Ottobre 2021

San Siro non si tocca

Ne abbiamo parlato con Riccardo Aceti, ingegnere al Politecnico di Milano.
Calcio
Gianluigi Sottile
1 Ottobre 2021

I campionati non valgono più nulla

Ormai, per le grandi squadre, è solo la Champions il metro della stagione.
Tifo
Alessandro Imperiali
25 Settembre 2021

Tutti in piedi, in Inghilterra si torna a tifare

Sono tornate le standing areas.
Tifo
Alberto Fabbri
16 Settembre 2021

O tutti o nessuno: il tifo organizzato si divide ancora

Le curve si dividono sugli stadi al 50%, mentre gli ultras del basket chiedono un confronto alle istituzioni.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
12 Settembre 2021

Ronaldo è un sogno

E insieme un incubo.
Estero
Lorenzo Solombrino
12 Settembre 2021

A beautiful mind (and club)

Costruito sugli algoritmi, il Brentford sta scrivendo la storia del calcio.
Papelitos
Valerio Santori
10 Settembre 2021

Salutava sempre

A suon di milioni, s'intende.
Tifo
Lorenzo Santucci
6 Settembre 2021

State attenti ad insultare i tifosi

La protesta dei tifosi del Milan è sacrosanta ma non sufficiente.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
30 Agosto 2021

C’era una volta il calcio inglese

Secondo Klopp e Solskjaer alcuni club giocano un calcio troppo duro.
Estero
Eduardo Accorroni
21 Agosto 2021

In Inghilterra c’è un razzismo di serie b

Quello nei confronti dei British Asian.
Estero
Marco Armocida
8 Agosto 2021

Lukaku al Chelsea è già Superlega

Sul ponte (italiano) sventola bandiera bianca.
Tifo
Alberto Fabbri
10 Giugno 2021

NOIF: una legge per l’azionariato popolare

Intervista a Massimiliano Romiti, presidente del comitato "Nelle Origini Il Futuro".
Italia
Edoardo Franzosi
25 Maggio 2021

Salvate il Tardini, salvate Parma

Cosa si nasconde dietro al rifacimento dello stadio gialloblu.
Tifo
Alberto Fabbri
6 Maggio 2021

La presa di Old Trafford: un’opportunità per il tifo italiano

La rivoluzione deve essere innanzitutto culturale.
Cultura
Vito Alberto Amendolara
28 Aprile 2021

Il Manchester City è quello dei Gallagher

Noel e Liam: fratelli divisi da tutto, ma uniti dal City.
Tifo
Jacopo Benefico
24 Aprile 2021

I tifosi salveranno il calcio

Il calcio è del suo popolo, non dei consumatori.
Estero
Luca Pulsoni
23 Aprile 2021

La Brexit nel calcio di Boris Johnson

Il primo ministro britannico ha deciso la partita.
Papelitos
Guglielmo Russo Walti
14 Aprile 2021

Le follie dell’imperatore

Le spese del City e l'obbligo di vincere la Champions.
Estero
Gianluca Palamidessi
13 Aprile 2021

La difesa è il miglior attacco

Il Chelsea di Tuchel lo dimostra.
Tifo
Valerio Santori
9 Aprile 2021

Il posto dei tifosi è all’inferno

Quello spot Nike in cui rappresentavano il Male.
Estero
Michelangelo Freda
5 Aprile 2021

Il Fair Play Finanziario ha fatto acqua da tutte le parti

Da uno scopo nobile, dei risultati dannosi.
Editoriali
Andrea Antonioli
30 Marzo 2021

Psicopatologia del tifo

L'ultima grande narrazione collettiva rimasta.
Papelitos
Matteo Paniccia
26 Marzo 2021

Tra Sky e Dazn ci rimettono i tifosi

La battaglia per i diritti tv ha più vinti che vincitori.
Italia
Gianluca Palamidessi
14 Marzo 2021

Il modello AlbinoLeffe tra futuro e distopia

Luci e ombre della società bergamasca.
Interviste
Giuseppe Cappiello
12 Marzo 2021

US Fasano, il calcio del suo popolo

Il pallone come rito e bene collettivo.
Editoriali
Francesco Andreose
12 Marzo 2021

Non sparate sulla nostalgia

Il popolo escluso dagli addetti ai lavori.
Ritratti
Gianluca Palamidessi
30 Gennaio 2021

Dimitar Berbatov, il più elegante svogliato di sempre

Compie oggi 40 anni un gentiluomo del pallone.
Tifo
Alessandro Imperiali
8 Gennaio 2021

I tifosi del West Ham United tra storia e mitologia

Congratulations, you have just met the Inter City Firm.
Calcio
Lorenzo Solombrino
27 Dicembre 2020

Ancelotti ha stravolto l’Everton

Una squadra che si era rassegnata a galleggiare.