Carrello vuoto
Altri Sport
22 Maggio

Il tramonto del Futurismo automobilistico

Giacomo Cunial

41 articoli
Sognavamo corse folli e roboanti ma saranno le macchine a guidare le persone.

All’inizio del XX secolo l’uomo conobbe per la prima volta il rombo dei motori: una musica nuova. Nessuno prima avrebbe potuto immaginare che i sogni potessero sublimarsi in una forma così bella, fatta di metallo verniciato e benzina da bruciare alla velocità del vento.

 

A vedere in anticipo la portata storica dell’invenzione automobilistica fu il Futurismo – movimento culturale di congiunzione tra l’interesse umanistico degli artisti e la tecnica – che vedeva proprio nella rivoluzionaria evoluzione della tecnica il progresso dell’umanità. Dopo oltre cent’anni le cose sono cambiate e l’automobilismo vive una profonda crisi d’identità.

“Noi vogliamo inneggiare all’uomo che tiene il volante, la cui asta ideale attraversa la Terra, lanciata a corsa, essa pure, sul circuito della sua orbita”.

Così scriveva Marinetti nel 1909 a Le Figarò, nella pubblicazione del manifesto “Le Futurisme”. Immediato fu lo sviluppo appena successivo – osannato dai futuristi – del motorsport, che per Henry Ford “nacque appena fu prodotta la seconda autovettura”. Un cocktail di arte, cultura e sport che eccitò una società ribollente nel periodo post-rivoluzione industriale. L’ideale nel progresso tra le due guerre mondiali e poi oltre, nuove forme di libertà e bellezza, più grande della Vittoria di Samotracia, a misura dell’uomo nuovo e moderno.

 

“Dinamismo di un’automobile”, Luigi Russolo (1913)

 

 

Come detto però, oggi sia l’automobile sia il motorsport vivono una profonda crisi d’identità. L’utilitarismo contemporaneo infatti, abbandonati sia Epicuro che Malthus e Ricardo, lo sviluppo dei sistemi urbani, il concetto di Smart Cities, le evoluzioni del mercato, la sharing economy, stanno portando a riconsiderare l’automobile come un semplice ingranaggio nel sistema della vita civile da automatizzare, un mezzo di trasporto utile soprattutto a spostare l’individuo da A a B. E poi norme di sicurezza, ecologia alla Greta Thunberg, necessità di ridurre al minimo il tempo sprecato in attività inutili, sono solo alcune delle moderne ragioni che stanno inevitabilmente sterilizzando l’esperienza automobilistica.

 

 

Elon Musk e l’autopilot di Tesla ne sono l’esempio più vivace: una vittoria della cultura nerd. Che ne sarà dei viaggi senza meta e magari oltre i limiti del Codice della strada? Non è dato sapere che posto occuperà il piacere della velocità nella società di domani. Di certo sarà diverso da come l’aveva immaginato il futurista Roberto Marcello Baldassari: nel suo quadro “auto+corsa+città” – descritto da Achille Funi – le case arrivavano addirittura a piegarsi al passaggio dell’automobile.

 

 

Non solo futurismo, ma anche molte altre espressioni della cultura novecentesca; automobilismo e motorsport hanno occupato un posto di enorme prestigio nella società per più di mezzo secolo. Le gesta eroiche dei piloti nei diversi circuiti del mondo, la consuetudine dell’individuo al volante della propria auto appena lucidata in viaggio anche senza una meta precisa, l’arte connaturata nel design di alcune opere marchiate Ferrari, Alfa Romeo, Maserati, Lancia, Mercedes, BMW, Aston Martin, le sfide ingegneristiche all’inseguimento del limite, sono state espressioni autentiche del genio umano. Così si è scritta la grande cultura dei motori.

 

Il futuro ci toglierà persino il gusto della guida

 

 

Se in principio il valore di un’auto – anche semplicemente di status symbol – era dato da estetica, potenza, qualità dei materiali, ora l’unico tratto di distinzione è l’aspetto green. È l’ecologicamente corretto, come ci hanno insegnato i programmi Top Gear e The Grand Tour. E così è nato il nuovo dualismo automobilistico tra untori inquinanti e ecologisti salvatori dell’umanità a bordo di ibride-elettriche.

 

 

Non c’è dubbio, lo sviluppo tecnologico ha permesso al progresso umano di fare passi in avanti esponenziali, ma questa potenza può facilmente perdere la dimensione dell’uomo. Come scrive il Papa emerito Ratzinger nel libro Il tempo e la storia. Il senso del nostro viaggio:

“il mondo della tecnica, del calcolo esatto e della pianificazione da solo non basta. La nostra società moderna è scossa da un’insurrezione inconscia contro la totale pianificazione della nostra esistenza, che produce un senso di soffocamento da cui ci vorremmo difendere, anche se non è possibile”.

Se la tecnica – oltre a imporre interrogativi di largo respiro, e a restringere sempre di più lo spazio dell’humanitas – sembra aver tradito gli ideali futuristi, è suggestivo pensare che il rombo di un motore rimarrà simbolo di libertà, anche nel mondo elettrificato e automatizzato di domani.

 

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Motori
Giacomo Cunial
28 Marzo 2022

Verstappen e Leclerc, il talento nella bolla

Da Jeddah, Arabia Saudita, arrivano conferme.
Motori
Luca Pulsoni
21 Marzo 2022

La Ferrari è tornata, ed era ora

In Bahrain finisce in parata, e i segnali sono ottimi.
Motori
Giacomo Cunial
24 Settembre 2021

Nino Vaccarella: Professore, Pilota, Semi-Dio

L'automobilismo siciliano perde il suo simbolo.
Recensioni
Luca Pulsoni
18 Settembre 2021

Schumi meritava di più

La docuserie Netflix su Michael Schumacher è una vera delusione.
Ritratti
Luca Cameroni
17 Settembre 2021

Daijiro Kato e l’anima del Giappone

Lo spirito del Sol Levante racchiuso nel corpo del suo più grande pilota.
Motori
Giacomo Cunial
30 Agosto 2021

Formula 1 Horror Show

Il Gran Premio di SPA 2021 ha sancito il punto più basso nella storia della Formula 1.
Altri Sport
Giacomo Cunial
27 Agosto 2021

Chi ha ucciso Top Gear?

Un'analisi sulla chiusura del programma televisivo più seguito al mondo.
Motori
Giacomo Cunial
23 Agosto 2021

Le Mans è la corsa del destino

Così è stato anche nel 2021.
Altro
Giacomo Cunial
8 Agosto 2021

Valentino, artista eterno

Valentino Rossi non si è ritirato e non si ritirerà mai, semplicemente perché non ci si può ritirare da sé stessi.
Motori
Luca Pulsoni
21 Luglio 2021

C’è vita in Formula 1

Tra Hamilton e Verstappen volano gli stracci dopo l’incidente di Silverstone
Motori
Luca Pulsoni
28 Giugno 2021

Date una macchina a Leclerc

Il monegasco è l’unica certezza per il futuro della Ferrari.
Motori
Antonio Torrisi
22 Giugno 2021

Sebastian Vettel, uno stoico in Formula 1

Un pilota con un preciso centro di gravità permanente.
Ritratti
Luca Pulsoni
16 Giugno 2021

Giacomo Agostini, l’irraggiungibile

Il cannibale delle due ruote.
Motori
Giacomo Cunial
8 Giugno 2021

Bernie Ecclestone, il Napoleone della Formula 1

Un uomo che ha segnato un'epoca.
Motori
Giacomo Cunial
4 Giugno 2021

Ferrari a Le Mans, alla ricerca dell’epica perduta

Un ritorno che sa di storia e identità.
Motori
Luca Pulsoni
26 Maggio 2021

Verstappen è il rivale perfetto per Hamilton

Finalmente in Formula 1 c'è storia.
Altri Sport
Luca Pulsoni
3 Maggio 2021

Ducati è l’Italia vincente

Miller e Bagnaia portano in alto la Rossa.
Motori
Luigi Fattore
1 Maggio 2021

Ayrton Senna, l’immortale

Da ben prima di quel dannato 1 maggio 1994.
Motori
Giacomo Cunial
16 Marzo 2021

Cosa significa amare un pilota

L'amore irrazionale delle compagne dei piloti da corsa.
Motori
Giacomo Cunial
2 Febbraio 2021

Enzo Ferrari senza filtri

Nel dialogo con Enzo Biagi, il Drake si raccontò in profondità.
Motori
Luca Pulsoni
24 Gennaio 2021

L’automobilismo ecologico non piace a nessuno

La svolta green rischia di snaturare la Formula 1 (e non solo).
Altri Sport
Diego Mariottini
10 Gennaio 2021

Per non dimenticare Ignazio Giunti

Cinquanta anni moriva tragicamente il pilota della Ferrari.
Altri Sport
Giacomo Cunial
2 Gennaio 2021

La NASCAR è un mito a stelle e strisce

Dalla velocità dei contrabbandieri di alcolici al business.
Altri Sport
Luca Pulsoni
17 Dicembre 2020

Leclerc è l’uomo di cui la Ferrari ha bisogno

Nella peggiore stagione degli ultimi 40 anni, la speranza per il futuro.
Altri Sport
Giacomo Cunial
12 Dicembre 2020

Se la tecnologia può comprare il talento

Che ne sarà del motorsport?
Altri Sport
Luca Pulsoni
14 Novembre 2020

Il doping è diffuso anche nella MotoGP?

Il caso Iannone riaccende i riflettori su un tema delicato.
Altri Sport
Luca Pulsoni
10 Novembre 2020

Schumacher e Hamilton oltre i record

Il confronto tra gli uomini che si celano dietro agli idoli.
Altri Sport
Giacomo Cunial
3 Novembre 2020

Mick Schumacher è solo un’operazione di marketing?

Non vorremmo essere nei panni del figlio d'arte.
Ritratti
Giacomo Cunial
10 Ottobre 2020

Giorgio Faletti, un intellettuale al volante

I motori prima di cinema, televisione e scrittura.
Ritratti
Giacomo Cunial
15 Settembre 2020

Colin McRae, guida allo stato puro

25 anni fa l'unico titolo mondiale di un pilota che ha reso pop i motori.
Altri Sport
Antonio Torrisi
14 Settembre 2020

Non abbiamo scelto di nascere cristiani né ferraristi

La Ferrari (oggi più che mai) è un atto di fede.
Altri Sport
Antonio Torrisi
31 Agosto 2020

La Ferrari non ha ancora raggiunto il punto più basso

Una stagione da dimenticare, che purtroppo non è ancora finita.
Altri Sport
Giacomo Cunial
18 Agosto 2020

In Moto GP è questione di coraggio, non di idiozia

Lezione per Zarco: anche il mondo dei piloti ha i suoi limiti.
Tennis
Giacomo Cunial
25 Luglio 2020

Il pilota è prima di tutto un artista

Animato da un demone irrazionale ed estetico, viene oggi represso dalla tecnica.
Motori
Antonio Torrisi
23 Luglio 2020

Abbiamo ucciso la Formula 1

Un mondiale che, come da pronostico, è finito prima di iniziare.
Papelitos
Giacomo Cunial
11 Luglio 2020

Alonso alla Renault, un ritorno d’immagine

Un'ottima operazione di marketing per una scuderia in difficoltà.
Altro
Giacomo Cunial
20 Aprile 2020

Il pilota tra eros e morte

Spingersi oltre i propri limiti, conquistando le donne e beffando la morte.
Papelitos
Giacomo Cunial
5 Aprile 2020

Formula Uno 2020, tra eSport e realtà

La proiezione virtuale dell'esistenza alla quale stiamo assistendo ha inevitabilmente investito anche lo sport.
Storie
Alberto Fabbri
12 Marzo 2020

Il D’Annunzio sportivo

Un ritratto del Vate attraverso lo sport.
Cultura
Alberto Fabbri
3 Marzo 2020

Lucio Dalla ha cantato lo sport

Aspirante cestista, cuore rossoblù, aedo degli eroi sportivi.
Papelitos
Giacomo Cunial
25 Febbraio 2020

Ferrari, due prime guide sono troppe

Gestire la convivenza tra Leclerc e Vettel sarà un problema per la scuderia di Maranello.
Papelitos
Giacomo Cunial
6 Febbraio 2020

Fernando Alonso, un talento egocentrico

Il pilota spagnolo non si rassegna, e non esclude il ritorno in Formula 1.
Papelitos
Giacomo Cunial
3 Gennaio 2020

Vogliamo sapere come sta Michael Schumacher

Tutti coloro che hanno vissuto con passione le sue cavalcate hanno diritto a sapere di più.
Recensioni
Giacomo Cunial
20 Novembre 2019

Le Mans ’66 – La grande sfida

Il film di James Mangold è pura epica contemporanea.
Ritratti
Giacomo Cunial
17 Ottobre 2019

Il carisma intramontabile di Kimi Raikkonen

Iceman è basso profilo, amore puro per la guida di auto da corsa e passione smodata per gli alcolici.
Altri Sport
Giacomo Cunial
9 Settembre 2019

La furia gentile di Charles Leclerc

È nata una stella.
Storie
Giacomo Cunial
17 Luglio 2019

Il mondo di Kazunori Yamauchi

L'ontologia digitale dell’automobile.
Altri Sport
Giacomo Cunial
1 Luglio 2019

Riusciranno i giovani a fermare il declino della F1?

Verstappen, Leclerc e il loro spirito barricadero: unica speranza di questo circus in piena crisi mistico-sportiva.
Storie
Andrea Catalano
14 Maggio 2018

Schumacher = Ferrari

Storia di un binomio leggendario e con ogni probabilità, irripetibile: Schumacher e la Ferrari.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
2 Febbraio 2018

È la Formula 1 a non essere più appropriata

Ci hanno tolto pure le gioie alla griglia di partenza. Ora se lo guardano loro quello scempio di gare.