Carrello vuoto
Calcio
17 Febbraio

La difesa di Zeman

Luigi Fattore

46 articoli
Zemanlandia è ancora viva, grazie al cielo!

Sono tempi duri per l’avvocatura in Italia. Ci sono più avvocati che clienti. E spesso quei pochi clienti non sono neanche solventi. Quando si lavora, si lavora per la gloria, tanto che ormai più di un professionista ha già iniziato a guardarsi intorno per cercare di tramutare in lavoro qualche altro interesse. La vita però è davvero imprevedibile, perché talvolta può capitare, in un ordinario 16 febbraio, che proprio nel paese con la più alta densità di avvocati, Zemanlandia, si palesi all’improvviso l’unica persona presente nel portafoglio clienti unipersonale comune a tutti i professionisti del circondario: Zdenek Zeman.

Zdenek Zeman pronto a vivere dalla panchina il rituale dei 90 minuti

La notizia dell’ingaggio del boemo da parte del Pescara in luogo dell’esonerato Oddo ha sconvolto tutti gli avvocati di Zemanlandia richiamandoli immediatamente all’ordine. Sono passati circa due anni dall’ultima esperienza in Serie A del Maestro, a Cagliari – sì, c’è stata anche l’avventura a Lugano, ma Zemanlandia è un luogo imprecisato dell’Italia –, e nel frattempo molti avvocati hanno sfruttato questa assenza come occasione per dedicarsi ad altro: al sarrismo, al calcio internazionale, al giornalismo, ai concorsi pubblici, alla cucina, qualcuno addirittura al cinema. Con alterne fortune. Ma in realtà la pausa forzata era necessaria più che altro per riposarsi. Perché difendere Zeman affatica. Parecchio. E’ un po’ come essere uno dei quattro difensori schierati nel suo 4-3-3 o peggio ancora il portiere: non stai mai sereno. Prima di scendere in campo sei consapevole che commetterai un errore, e la dissoluzione è una mannaia pronta ad abbattersi sulla tua testa in ogni momento, non valendo a nulla un ipotetico vantaggio anche considerevole di reti. E’ una sorta di vortice in cui per sopravvivere devi trovare la forza e la prontezza di concentrarti su quello che si costruisce prima dell’avvento dell’autodistruzione. Però se per caso l’annunciata catastrofe non dovesse materializzarsi, quella costruzione ti porterà direttamente in paradiso. Fosse anche per soli novanta minuti. Ecco perché sin dalle prime ore che hanno seguito l’annuncio della firma del contratto, tutti gli avvocati di Zemanlandia a spasso si sono ricompattati per perorare la causa del boemo e, in perfetta sintonia di squadra, si sono divisi i compiti per organizzare la strategia difensiva da adottare nel tribunale del calcio che inevitabilmente riaprirà i battenti. In un certo senso sono stati richiamati all’ordine anche i giudici. I quali, specie se impigriti, potrebbero lasciarsi convincere dalle due sole granitiche argomentazioni dell’accusa: la sterminata collezione di esoneri e il numero “0” alla voce “titoli vinti”.

Zeman e Paul “Gazza” Gascoigne: a modo loro, ribelli a tutti i costi

Ma il team di Zemanlandia è più agguerrito che mai, perché la possibilità ancorché remota di vivere delle emozioni forti val bene la fatica che costa difendere il loro unico assistito. E allora subito a rispolverare l’artiglieria pesante delle argomentazioni: il Foggia dei miracoli, il secondo ed il terzo posto con la Lazio, che non arrivava così in alto dai tempi dello scudetto del ’74, il quarto posto con la Roma che l’anno prima aveva rischiato la retrocessione, il Lecce più spettacolare di sempre, le mirabilie del Pescara, le vittorie roboanti contro le scudettate Juventus e Milan. Ma all’occorrenza vi sono anche cadenze argomentative più sottili, di tipo filosofico, come la relativizzazione del concetto di “vittoria”, che può coincidere tanto con il divertimento assicurato agli spettatori quanto con la valorizzazione dei giovani. Forse è proprio la produzione di quest’ultimo elenco il lavoro più gravoso, perché di calciatori ‘creati’ da Zeman ve ne sono a centinaia, e i vari Totti, Signori, Nesta, Nedved, Vucinic, Immobile, Delvecchio, Di Biagio, Di Francesco, Lamela sono solo la punta dell’iceberg. Così come è arduo effettuare un calcolo preciso dei miliardi di lire e dei milioni di euro fatti incassare alle società attraverso la cessione dei calciatori valorizzati proprio dal tecnico boemo: Shalimov, per esempio, passò dal Foggia all’Inter per 17 miliardi di lire, per la gioia di Casillo.

Zeman insegna calcio ad un giovanissimo Insigne
Zeman insegna calcio ad un giovanissimo Insigne

Difendere Zeman logora. Costringe ad andare indietro nel tempo, a filosofeggiare, a ragionare, a calcolare. In queste ore lo studio legale è una polveriera, ma è anche un cantiere aperto ai giovani tirocinanti, ai quali in questa fase è richiesto di individuare materiale pro Zeman nella strettissima attualità, come l’andata degli ottavi di Champions League in cui hanno brillato altre creazioni zemaniane: Marquinhos, Verratti e Insigne. Insomma, il lavoro per gli avvocati non manca, e alla fine potrebbero togliersi anche qualche soddisfazione: non in termini di guadagni bensì in termini di gloria. Quella vera. Perché le emozioni non hanno prezzo.

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Calcio
Matteo Mancin
3 Aprile 2022

Maurizio Mosca, il colto giullare

Qual è il vero Maurizio Mosca?
Italia
Raffaele Scarpellini
18 Marzo 2022

La tragica commedia del Parma di Manenti

La pagina più triste della storia dei Ducali.
Papelitos
Valerio Santori
7 Febbraio 2022

I want you, Serie A TIM!

Siete pronti a trasferirvi a Nuova York?
Papelitos
Valerio Santori
18 Gennaio 2022

Gli arbitri non contano più nulla

Dopo il VAR, ora addirittura le scuse dell'AIA.
Italia
Vito Alberto Amendolara
13 Gennaio 2022

L’anno del Serpente

L'Inter è ancora la squadra da battere.
Papelitos
Alessandro Imperiali
9 Gennaio 2022

Chissenefrega dei tifosi

Questo, in sostanza, è il messaggio congiunto di Lega calcio e governo.
Italia
Lorenzo Serafinelli
9 Gennaio 2022

È la Lazio a sceglierti

122 anni di gioia, sofferenza e senso d'appartenenza.
Italia
Marco Armocida
6 Gennaio 2022

La crisi della Juventus non può sorprendere

Analisi alla prima parte di stagione della Vecchia Signora.
Italia
Gianluca Palamidessi
4 Gennaio 2022

Il sarrismo non esiste, Sarri sì

Il tecnico toscano ha bisogno di più tempo e meno retorica.
Tifo
Simone Meloni
25 Dicembre 2021

Avellino e Foggia, amici mai

Reportage sul tifo delle due curve dal Partenio.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Dicembre 2021

Tra i tre litiganti, l’Inter gode

C'era una volta un campionato combattuto.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
6 Dicembre 2021

L’Atalanta è pronta per vincere lo Scudetto

Come è cambiata quest'anno la Dea.
Italia
Lorenzo Santucci
28 Novembre 2021

La normalità di Simone Inzaghi

L'allenatore dell'Inter non fa notizia, ed è un bene.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
27 Novembre 2021

Sarri e Ancelotti parlano anche per noi

Troppe partite, troppo calcio. Ma noi tifosi siamo pronti a rinunciarci?
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Novembre 2021

Serie A isola Felix (per gli stranieri)

Cosa ci dice la doppietta del classe 2003 giallorosso.
Papelitos
Lorenzo Santucci
9 Novembre 2021

DAZN fa rima con disperazione

Tolta la concurrency.
Papelitos
Federico Brasile
8 Novembre 2021

Un derby che viene dal futuro

Per intensità, ritmo, qualità. La partita dell'anno.
Papelitos
Federico Brasile
1 Novembre 2021

Il Milan (in Italia) sta un passo avanti

Almeno ad oggi, almeno in Serie A.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
25 Ottobre 2021

Zero a zero è puro punk

Roma vs Napoli è stata la partita perfetta.
Tennis
Marco Armocida
19 Ottobre 2021

Radja Nainggolan, guerriero incompreso

Un giocatore irripetibile, come i suoi eccessi.
Italia
Edoardo Franzosi
3 Ottobre 2021

Il Pisa parla russo

Una squadra da capogiro con un progetto serissimo alle spalle.
Calcio
Gianluigi Sottile
1 Ottobre 2021

I campionati non valgono più nulla

Ormai, per le grandi squadre, è solo la Champions il metro della stagione.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
23 Settembre 2021

Anche basta

Il terribile teatrino dei calciatori allenatori.
Italia
Antonio Torrisi
22 Settembre 2021

Joe Tacopina, il primo tifoso

Il giro d'Italia del Presidente d'America a tempo determinato.
Interviste
Leonardo Aresi
21 Settembre 2021

A tu per tu con Dino Zoff

Conversazione con il campione friulano.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
21 Settembre 2021

Impossibile nascondersi

Zitto zitto, il Napoli di Spalletti è in testa alla classifica.
Italia
Antonio Aloi
18 Settembre 2021

Allenatore padre padrone

Quanto incide sul risultato finale il lavoro di un tecnico.
Papelitos
Valerio Santori
11 Settembre 2021

Il lancio degli Inter Fan Token è stato imbarazzante

Il sonno dei tifosi produce mostri.
Papelitos
Vittorio Ray
5 Settembre 2021

Lunga vita ai fantallenatori

Vitelloni, immobili, finto-impegnati. Meravigliosamente italiani.
Papelitos
Vito Alberto Amendolara
30 Agosto 2021

Ridateci la fascia di Davide Astori

La Lega insegna che anche la memoria ha una data di scadenza.
Papelitos
Marco Armocida
26 Agosto 2021

Ci vuole equilibrio

La stampa italiana e la sindrome da titolite.
Italia
Luca Pulsoni
24 Agosto 2021

La Serie A non par(l)a più italiano

Su 20 squadre di A, 13 hanno il portiere titolare straniero.
Italia
Gabriele Fredianelli
20 Agosto 2021

Il sentimento infinito di Borja Valero e Francesco Flachi

Quando il calcio è qualcosa di simile all'amore.
Ritratti
Edoardo Franzosi
17 Agosto 2021

Smetto quando voglio

Da campione a clochard. Le mille vite di Maurizio Schillaci.
Italia
Raffaele Scarpellini
31 Luglio 2021

Lo Scudetto dimenticato a La Spezia

Sotto le bombe i Vigili del Fuoco diventavano Campioni d'Italia.
Ritratti
Marco Metelli
23 Luglio 2021

Julio Cruz, il giardiniere di San Siro

Il dodicesimo uomo nerazzurro.
Papelitos
Luca Pulsoni
19 Luglio 2021

Il boomerang del Decreto Crescita

Il capolavoro di Mancini rischia di essere un episodio isolato.
Podcast
La Redazione
13 Luglio 2021

Lasciateci il pallone

Due chiacchiere con Francesco Repice.
Ritratti
Marco Metelli
3 Luglio 2021

La leggenda di Osvaldo Bagnoli

Compie oggi 86 anni un mito della panchina.
Papelitos
Gennaro Chiappinelli
27 Giugno 2021

Zeman a Foggia è romanticismo puro

Quando la nostalgia diventa creatrice.
Italia
Raffaele Scarpellini
23 Giugno 2021

Dal Pescara alla Nazionale

Immobile, Insigne e Verratti: da Zeman a Mancini.
Ritratti
Marco Metelli
5 Giugno 2021

Alberto Malesani, l’ultimo degli umani

Sorridere in faccia al fallimento.
Papelitos
Valerio Santori
4 Giugno 2021

Il calcio spezzatino è un calcio dilaniato

Dieci partite, dieci orari differenti: è la proposta di Dazn alla Lega Calcio.
Italia
Luca Pulsoni
4 Giugno 2021

Un Italiano a La Spezia

Il Golfo dei poeti ha stregato la Serie A.
Ritratti
Luca Giannelli
29 Maggio 2021

Bruno Pesaola, napoletano d’adozione

Le estrose geometrie calcistiche attraverso il fumo delle sigarette.
Italia
Lorenzo Santucci
28 Maggio 2021

Sempre il solito Conte

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio.
Italia
Edoardo Franzosi
25 Maggio 2021

Salvate il Tardini, salvate Parma

Cosa si nasconde dietro al rifacimento dello stadio gialloblu.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
19 Maggio 2021

La lezione del calcio sudamericano

E la brutta figura del nostro calcio.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Maggio 2021

Errare è umano, perseverare…

La classe arbitrale italiana ha bisogno di una rivoluzione.
Italia
Enrico Leo
3 Maggio 2021

Beppe Marotta, l’uomo della svolta

Da Venezia a Genova, da Torino a Milano: non si vince solo sul campo.