Carrello vuoto
Papelitos
7 Agosto

Tifa, consuma e crepa

Alberto Fabbri

78 articoli
L'umiliazione fisica e morale del tifoso.

Nonostante l’ultima Serie A abbia fatto registrare il più alto tasso di affluenza negli stadi dell’ultimo decennio, rimarcando l’importanza della teoria tifo-centrica nell’universo del calcio italiano, in primavera i supporters nostrani sono stati oggetto di un nuovo attacco. Morale e fisica, l’offensiva è stata rivolta direttamente al loro diritto di “habeas corpus“. Come già denunciato in passato, la maggior parte della narrazione sportiva ha sposato una posizione funzionale alla completa trasformazione dell’appassionato da stadio in “fedelissimo cliente”.

 

“Tifa (senza rompere le scatole), consuma e crepa”.

 

è l’imperativo che ammanta i sogni dei padroni del pallone nostrano! Nel frattempo per indorare la pillola, bisogna convincere il sostenitore (o forse la persona stessa) della sua passività sugli spalti (o nella quotidianità?), della sua inferiorità morale, del suo appartenere ad una classe di cittadinanza di “Serie B”. 

 

 

In questa partita la stampa gioca un ruolo cruciale, non solo nella perenne e banale demonizzazione degli ultras, ma anche nella nuova tendenza di rapportare il “tifoso semplice” a quelli, in un coatto tentativo di attribuire i caratteri negativi associati loro dall’opinione pubblica. Ecco allora che allo stadio, come nel palazzetto, qualsiasi comportamento sopra le righe, seppur legale al di fuori di tali situazioni, diventa immediatamente esecrabile e punibile (pesantemente). Questo è l’approccio dei Gramellini, Mentana, Rocca e Report, una denigrazione della figura del sostenitore che prepara il terreno a provvedimenti come Tessera del tifoso o il Decreto Sicurezza Bis. Proprio a livello legislativo, si persegue la via della cieca repressione, in barba a qualsiasi diritto tutelato dalla Carta Costituzionale. Sotto la tirannide del “politicamente corretto” la testa dell’art. 21 è la prima ad essere caduta.

 

 

La repressione in Inghilterra ha sortito l’effetto opposto a quello agognato; la sicurezza negli stadi, eccessiva fino alla follia, ha spostato l’epicentro della violenza fuori dagli stessi. Qui i tifosi inglesi, particolarmente caldi durante le partite della nazionale, ad Euro 2016 (foto di Carl Court/Getty Images)

 

 

Negli stadi “teatro” del domani, il tifoso dovrà stare seduto nella costosa platea, ammaestrato, “a cuccia”. Consumare l’evento sportivo, “lo spettacolo”, tacendo. Tanto a ricreare l’atmosfera di un tempo ci penserà la tecnologia: striscioni sui pannelli led, cori registrati e magari ologrammi tridimensionali per mascherare i seggiolini vuoti. Sono ormai superati i tristemente noti teloni, raffiguranti i sostenitori. Nessun diritto di tifare liberamente, di celebrare il rito della partita, di vivere la battaglia sportiva dagli spalti. I faccioni emozionati potranno però essere colti a piacimento dai cameraman, dato che le emozioni in primo piano fanno audience, come sanno bene in cabina di regia. Insomma da tifoso a pagliaccio per il pubblico ludibrio televisivo! 

 

 

Da anni, tale condanna morale è accompagnata dall’ancora più pesante umiliazione fisica del tifoso, che colpisce soprattutto gli appassionati in trasferta. A testimonianza di ciò, possiamo citare due episodi che hanno visto protagonisti, loro malgrado, i sostenitori dell’Atalanta in coda alla stagione. Alla fine della semifinale di andata di Coppa Italia, il torpedone di pullman neroblu è stato bloccato dalle forze dell’ordine, che successivamente si sono scontrate con alcuni tifosi. La dinamica dei fatti è ancora oggi controversa, rimane la speranza che emerga la reale verità. Invece, non richiede particolari interpretazioni il trattamento che hanno subìto gli stessi sostenitori orobici al termine della finale di Roma. Circa 700 bergamaschi, tra cui anziani, donne e bambini, sono stati ammassati nel parcheggio della Stazione Aurelia. A fargli compagnia dall’una alle sei di mattina alcune panchine, due bagni chimici, un fast food (da raggiungere con un’apposita navetta), la pioggia e tanto freddo.

 

 

Così il ritrovato entusiasmo per la partita dal vivo, magari correlato alla sensibile diminuzione degli abbonamenti televisivi sottoscritti (fonte “Il fatto quotidiano”, giugno 2019), potrebbe essere la rondine che porta la primavera ai nostri campionati, eppure molti addetti ai lavori si ostinano a propugnare una retorica di spalti spogli e tetri, come alberi durante l’inverno, appunto. Dal canto nostro, siamo convinti che un rilancio del “Sistema Calcio” in Italia non possa prescindere dal coinvolgimento dei tifosi (veri), coloro che pongono il sentimento per la squadra al di sopra di tutto. Nella speranza che il “bel tempo” mitighi il clima sulle gradinate, fieramente continuiamo a stringerci nelle nostre sciarpe! 

 

 

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Tifo
Nicole Pezzato
9 Giugno 2022

A Venezia i bambini non tifano l’Unione

Marketing, sabermetrica ed una società confusa.
Tifo
Domenico Rocca
4 Giugno 2022

Nel nome di Antonio De Falchi

04/06/1989: il buio a San Siro.
Calcio
Matteo Mancin
3 Aprile 2022

Maurizio Mosca, il colto giullare

Qual è il vero Maurizio Mosca?
Italia
Luca Pulsoni
30 Marzo 2022

I ragazzi che diventeranno uomini senza l’Italia ai mondiali

Storia di un disamore antico: quello tra i ragazzi italiani e il pallone.
Italia
Valerio Santori
28 Marzo 2022

La disfatta dell’Italia senza un capro espiatorio

Perché la conferma di Mancini è una buona notizia per il movimento.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
26 Marzo 2022

Capello: seguire il modello tedesco, non quello (defunto) di Guardiola

Don Fabio indica la via al calcio italiano.
Papelitos
Andrea Antonioli
25 Marzo 2022

È giusto così

Il male oscuro dell'Italia è tornato.
Tifo
Jacopo Benefico
20 Marzo 2022

Feyenoord v Ajax, il classico del calcio olandese

Due Olande diverse, due visioni del mondo inconciliabili.
Papelitos
Matteo Paniccia
9 Marzo 2022

Non tifare, investi! (e perdi)

Perché i fan token sono pericolosi.
Podcast
La Redazione
23 Febbraio 2022

Il più sudamericano dei nove italiani

Un podcast con Bruno Giordano.
Cultura
Giuseppe Gerardi
18 Febbraio 2022

Creuza de mä

La storia d'amore tra il Genoa e Fabrizio De André.
Italia
Alberto Fabbri
12 Gennaio 2022

Palermo vive di calcio

Il tifo per i rosanero, il Palermo Calcio Popolare e l'amore per il meraviglioso gioco.
Altro
La Redazione
10 Gennaio 2022

Corso di formazione in giornalismo sportivo

Insegui i tuoi sogni, unisciti a noi!
Tennis
Vito Alberto Amendolara
6 Gennaio 2022

Bruciamo le autobiografie sportive

Liberiamoci da questa piaga.
Papelitos
Alessandro Imperiali
29 Dicembre 2021

Cosa ci fa Er Faina a Sportitalia?

O della crisi irreversibile dell'informazione sportiva in Italia.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Dicembre 2021

Elogio del sercio, il pallone di una volta

Quanti chili pesava la sfera della nostra scuola calcio?
Tifo
Alessandro Imperiali
15 Dicembre 2021

Andy Capp tra denuncia sociale e post-modernità

Icona Ultras, il fumetto ha radici storiche e politiche ben definite.
Tifo
Alberto Fabbri
12 Dicembre 2021

ToroMio: un altro Toro è possibile!

Intervista a Guido Regis, presidente della più attiva associazione di tifosi granata.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
9 Dicembre 2021

Non studio, non lavoro, non guardo la tv

Non vado al cinema, non faccio sport.
Cultura
Gabriele Fredianelli
30 Novembre 2021

Luciano Bianciardi e quella notte speciale a Cagliari

Conversazioni alcolico-notturne con Scopigno tra Hegel, Guttuso e Gershwin.
Tifo
Alessandro Imperiali
24 Novembre 2021

Francia violenta

Negli stadi d'oltralpe la situazione sta degenerando.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
12 Novembre 2021

A nessuno frega più niente della nazionale

E forse a nessuno gliene è mai importato davvero.
Tifo
Lorenzo Serafinelli
3 Novembre 2021

L’Europa tifa solo il giovedì

Se lo spettacolo non è in campo ma sugli spalti.
Altri Sport
Gabriele Fredianelli
26 Ottobre 2021

Stefano Cerioni diventerà il Mancini della scherma?

Un parallelo tra i CT del fioretto e del calcio.
Papelitos
Federico Brasile
20 Ottobre 2021

L’Europa chiama, l’Italia non risponde

Il calcio italiano deve guardarsi allo specchio.
Ritratti
Matteo Mancin
17 Ottobre 2021

Beppe Viola, l’anticonvenzionale

Ritratto della breve e memorabile esistenza di Pepinoeu.
Tifo
Alessandro Imperiali
25 Settembre 2021

Tutti in piedi, in Inghilterra si torna a tifare

Sono tornate le standing areas.
Interviste
Leonardo Aresi
21 Settembre 2021

A tu per tu con Dino Zoff

Conversazione con il campione friulano.
Tifo
Alberto Fabbri
16 Settembre 2021

O tutti o nessuno: il tifo organizzato si divide ancora

Le curve si dividono sugli stadi al 50%, mentre gli ultras del basket chiedono un confronto alle istituzioni.
Papelitos
Matteo Paniccia
14 Settembre 2021

Melissa Satta al Club è un insulto a questo mestiere

Qualcuno ha già avuto il coraggio di alzare la voce.
Papelitos
Valerio Santori
10 Settembre 2021

Salutava sempre

A suon di milioni, s'intende.
Italia
Michelangelo Freda
4 Settembre 2021

Il modello del Südtirol

La Bolzano biancorossa sogna il calcio che conta, ma è divisa tra tedeschi e italiani.
Papelitos
Marco Armocida
26 Agosto 2021

Ci vuole equilibrio

La stampa italiana e la sindrome da titolite.
Altro
Michelangelo Freda
19 Agosto 2021

I talebani amano il cricket (e ora pure il calcio)

Il rapporto tra gli studenti del Corano e lo sport.
Ritratti
Lorenzo Santucci
18 Agosto 2021

Cambiasso, il cervello in campo

Storia del Cuchu, il nobile proletario.
Estero
Eduardo Accorroni
9 Agosto 2021

Il calcio in Cina è pura propaganda?

Per il governo cinese, il calcio è molto più di un semplice sport.
Estero
Marco Armocida
8 Agosto 2021

Lukaku al Chelsea è già Superlega

Sul ponte (italiano) sventola bandiera bianca.
Podcast
La Redazione
4 Agosto 2021

Mamma Italia

Un podcast con Bruno Pizzul.
Podcast
La Redazione
13 Luglio 2021

Lasciateci il pallone

Due chiacchiere con Francesco Repice.
Papelitos
Lorenzo Santucci
8 Luglio 2021

Mai più Europeo itinerante

Una formula fallimentare su tutta la linea.
Ritratti
Marco Metelli
3 Luglio 2021

La leggenda di Osvaldo Bagnoli

Compie oggi 86 anni un mito della panchina.
Tifo
Alberto Fabbri
10 Giugno 2021

NOIF: una legge per l’azionariato popolare

Intervista a Massimiliano Romiti, presidente del comitato "Nelle Origini Il Futuro".
Papelitos
Alessio Nannini
10 Giugno 2021

La banalità ha (sopran)nomi e cognomi

Dal Gallo a Supermario, da Ivan il Terribile a Lorenzo il Magnifico.
Ritratti
Marco Metelli
5 Giugno 2021

Alberto Malesani, l’ultimo degli umani

Sorridere in faccia al fallimento.
Ritratti
Luca Giannelli
29 Maggio 2021

Bruno Pesaola, napoletano d’adozione

Le estrose geometrie calcistiche attraverso il fumo delle sigarette.
Ritratti
Pierfilippo Saviotti
20 Maggio 2021

Nereo Rocco, il Paròn degli italiani

A lui il nostro calcio deve successi e identità.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
19 Maggio 2021

La lezione del calcio sudamericano

E la brutta figura del nostro calcio.
Tifo
Alberto Fabbri
6 Maggio 2021

La presa di Old Trafford: un’opportunità per il tifo italiano

La rivoluzione deve essere innanzitutto culturale.
Tifo
Jacopo Benefico
24 Aprile 2021

I tifosi salveranno il calcio

Il calcio è del suo popolo, non dei consumatori.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
20 Aprile 2021

È arrivato Robin Hood

Florentino Perez è venuto a “salvare il calcio”.