Carrello vuoto
Papelitos
29 Settembre

Moriremo di moralismo

Lasciate in pace Nicolò Zaniolo.

Zaniolo non è stato squalificato. Una (ridicola) ammenda di appena 10mila euro e la storia si è conclusa. E menomale, aggiungiamo noi. Il giocatore della Roma non è il primo ad aver “rivolto ai sostenitori della squadra avversaria un gesto di sfida volgare”, come scrive il giudice sportivo nel comunicato in cui viene riportata la multa. E di certo non sarà l’ultimo calciatore a farlo. Per i pochi che se lo fossero perso, Zaniolo è stato colto in fallo (in tutti i sensi) dall’occhio di una videocamera presente allo stadio domenica sera (probabilmente quella di Anna Falchi, giusto per rendere il tutto ancor più assurdo).

Noi, forse esagerando ma senza alcun tipo di ipocrisia o buonismo, ci permettiamo di dire che è stata la miglior giocata della partita. La stessa che fece entrare Simeone nel cuore dei tifosi biancocelesti in un derby di vent’anni fa. Il colore della maglia quando accadono certe cose non ha alcuna importanza, è l’importanza del gesto ciò che conta. Se parliamo di educazione ed eleganza allora il ragazzo ha sbagliato, se parliamo di Derby tra Lazio e Roma, il ragazzo ha fatto bene (soprattutto alla luce di certe testimonianze d’amore che il tifo biancoceleste gli ha riservato da due anni a questa parte). Alla stampa generalista che ha immediatamente condannato Zaniolo per il “terribile gesto” suggeriamo di continuare ad occuparsi dell’ultima fiamma del ragazzo. Qualcuno ha detto che ci vorrebbe “la VAR per questi episodi”, qualcun altro che il numero 22 della Roma ha sbagliato in quanto esempio per i più piccoli (gli stessi che su internet possono godere di qualsiasi porcheria).

Il puritanesimo ha rincoglionito l’occidente.

Nessuno però ha riflettuto sul fatto che un atteggiamento simile rappresenta una doppia vittoria: sia per i laziali che per i romanisti. Per i primi ovviamente perché non è altro che un ottimo pretesto per continuare a sfottere i cugini (una reazione del genere rappresenta la “rosicata” per eccellenza, se arriva dopo una sconfitta). Per i romanisti perché un loro giocatore, nonostante un derby perso, ha dimostrato di essere in grado di uscire dal campo con un’arroganza fuori dal comune. Tipica di quei personaggi che ami alla follia se sono nella tua squadra e che odi con tutto il cuore se hai contro. E vissero tutti felici e contenti.

Quasi tutti. Durante il derby di Roma si ha solo un compito: entrare in campo con la bava alla bocca, dare tutto per la vittoria, per se stessi, per i tifosi per la città. Mostrare gli attributi all’avversario fa parte del gioco. Il calcio non è una cena di gala. È sport di popolo e per questo viva tutti i gesti scorretti che possono esaltare le tifoserie. Di bravi ragazzi alla Claudio Marchisio ne abbiamo pieni i coglioni (a proposito di attributi). Viva la visceralità di Zaniolo. Viva Nicolò che a 20 anni proprio non deve essere l’esempio di nessuno. Permetteteci di chiudere con una speranza. Ci auguriamo che Maurizio Sarri, prima del prossimo derby, mostri nello spogliatoio il video di Zaniolo. Ne vedremo delle belle!

Promozioni

Con almeno due libri acquistati, un manifesto in omaggio

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

Ti potrebbe interessare

Calcio
Gianluca Palamidessi
12 Luglio

L’importanza del simbolo

Ricordare se stessi.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
22 Novembre

Serie A isola Felix (per gli stranieri)

Cosa ci dice la doppietta del classe 2003 giallorosso.
Editoriali
Andrea Antonioli
22 Marzo

Gli scommettitori moriranno soli

Il gioco online è un genocidio silenzioso che distrugge migliaia di vite.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
16 Ottobre

Lezioni

Cosa ci ha insegnato l'8a giornata di campionato con il triplice incontro tra le prime (presunte) sei forze del campionato.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
22 Novembre

Libertà per il Voltolini

Cronache da un paese in paranoia perenne.
Podcast
La Redazione
30 Maggio

Ago

Una chiacchierata con Antonio Bongi su Agostino Di Bartolomei.
Altro
Gianluca Palamidessi
28 Gennaio

Lo Stadio Flaminio è un pezzo di storia

Riuscirà l'impianto a risorgere dalle (proprie) ceneri?
Interviste
Gianluca Palamidessi
21 Novembre

Intervista malata a The TED inside

Il vero tifoso non vince mai.
Papelitos
Luca Rubeo
27 Febbraio

Quando il gioco si fa duro

Ventiseiesima giornata di Serie A (quasi) alle spalle, tra incroci ad alta quota e transizione domenicale.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
18 Giugno

Che ci sei stato a fare

Fare i conti con Totti.
Calcio
Matteo D'Argenio
5 Gennaio

Un pressing per sovvertire le gerarchie


I più grandi allenatori del calcio europeo sono tutti in un momento di svolta della propria carriera. Chi è in crisi, chi è profondamente cambiato e chi forse si è solo arreso.
Tifosi
Jacopo Benefico
19 Novembre

Marsiglia vs Nizza, il derby del mare

Storia di due città che si odiano da sempre.
Papelitos
Andrea Antonioli
5 Dicembre

Due a zero

Oggi il Bar dello Sport si trasferisce nella Capitale, e il tema all'ordine del giorno non può che essere il derby appena giocato. La Roma lo ha vinto due volte: la prima in campo, la seconda sugli spalti.
Tifosi
Jacopo Benefico
16 Ottobre

Trainspotting

Il derby di Edimburgo: Hearts v Hibernian.
Editoriali
Niccolò Maria de Vincenti
20 Febbraio

J’accuse

Chi è che davvero non vuole lo stadio della Roma?
Tifosi
Jacopo Benefico
15 Novembre

Oviedo e Gijòn. Il derby che divide le Asturie

Real Oviedo v Sporting Gijòn.
Editoriali
Andrea Antonioli
30 Novembre

La Juventus non doveva omologarsi

I rischi del voler diventare un “top club” a tutti i costi.
Tifosi
Jacopo Benefico
1 Marzo

Il derby di Sarajevo

FK Sarajevo e Željezničar, diverse ma unite.
Papelitos
Vittorio Ray
27 Settembre

Totti è nella nuca

Inventare calcio girati di spalle.
Calcio
Pierfilippo Saviotti
7 Novembre

Baùscia contro Casciavìt

Quando il derby aveva un sapore tipicamente meneghino.
Tifosi
Jacopo Benefico
3 Febbraio

Ferencváros-Újpest, l’inferno magiaro di Budapest

La nobiltà ungherese contro la classe rurale.
Interviste
Luigi Fattore
3 Aprile

A lezione da Mister Condò

Lunga chiacchierata con un punto fermo del giornalismo sportivo italiano.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
16 Aprile

Serie A, c’è solo la Juventus

In una scialba giornata di campionato, la Juventus mette una seria ipoteca sul settimo scudetto consecutivo.
Calcio
Alessandro Imperiali
10 Agosto

Sarri alla Lazio è una rivoluzione

Ambientale, culturale, politica.
Papelitos
Gianluca Palamidessi
21 Settembre

Impossibile nascondersi

Zitto zitto, il Napoli di Spalletti è in testa alla classifica.
Calcio
Niccolò Maria de Vincenti
12 Agosto

Pallotta, poche luci e tante ombre

Dopo nove anni di passione termina l'esperienza romana del finanziere di Boston.
Calcio
Luigi Fattore
24 Ottobre

È solo il tempo di Hazard

Dopo nove giornate di Premier il Chelsea di Sarri è ancora imbattuto e a tratti incanta. Merito anche della libertà di azione di cui dispone il suo fuoriclasse.
Calcio
Niccolò Maria de Vincenti
27 Maggio

L’Antetotti

Compendio di storia romanista 1927-1993 per sopravvivere al 28 maggio.
Ritratti
Remo Gandolfi
2 Agosto

Francesco Rocca, con la Roma nel cuore

Kawasaki è tuttora nel cuore dei tifosi giallorossi.
Cultura
Alessandro Imperiali
2 Settembre

Enrico Montesano, mille maschere una fede: la Lazio

C'era una volta Roma, c'era una volta la Lazio.
Calcio
Marco Metelli
22 Marzo

Walter Samuel, l’ultimo muro difensivo

La nobile arte dello Stopper.
Papelitos
Alberto Maresca
31 Agosto

De Rossi, con la testa a Roma e i piedi al Monumental

Il calcio sa essere ambiguo.
Recensioni
Luigi Fattore
11 Marzo

Duellanti

Paolo Condò ci racconta i diciotto giorni di fuoco in cui Guardiola e Mourinho si affrontarono per ben quattro volte.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
13 Dicembre

Maledetto campionato

Quarto caffè al Bar Sport, offre Allegri. La Serie A è un campionato serio. Rectius: è tornato alla serietà. Sì, perché in Europa paiono essersi allineati i pianeti.
Calcio
Davide Aiello
11 Dicembre

Le trame giallorosse di Giulio Andreotti

Il grande burattinaio non si limita agli intrighi di potere.
Calcio
Ermanno Durantini
17 Marzo

Derby made in China?

Per la prima volta il derby di Milano si disputerà all'ora di pranzo per venire incontro alle esigenze cinesi. Il rischio è che la dicotomia nostalgici-moderni perda di vista i veri problemi delle due milanesi e del calcio italiano in generale.
Ritratti
Alberto Fabbri
13 Gennaio

Fulvio Bernardini, una vita per il pallone

Giocatore, allenatore, giornalista, dirigente. Dottore del calcio italiano.
Calcio
Gianluca Palamidessi
4 Gennaio

Il sarrismo non esiste, Sarri sì

Il tecnico toscano ha bisogno di più tempo e meno retorica.
Ritratti
Marco Metelli
2 Novembre

Antonio Cassano

Il ragazzo che non voleva crescere.
Calcio
Luigi Fattore
23 Gennaio

L’equivoco Higuain

Il deprezzamento del Pipita nella percezione calcistica collettiva segue quello sul piano economico. L'approdo al Chelsea come ultima spiaggia per tornare a sorridere.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
29 Gennaio

Daniele De Rossi come ideale

Daniele De Rossi, il mio io in campo.
Ritratti
Paolo Cammarano
14 Agosto

Jorge Valdano e il gioco infinito

L'ultimo poeta del fútbol.
Calcio
Matteo Mancin
21 Giugno

Zdeněk Zeman

Il fumo del bel gioco.
Papelitos
Niccolò Maria de Vincenti
28 Agosto

Moriremo di VAR

La Serie A è ripartita e le polemiche, malgrado la tecnologia in campo, non si sono ridotte (anzi).
Altri Sport
Alberto Fabbri
14 Aprile

Il derby di Bologna

Fortitudo contro Virtus: 104 scontri per una rivalità infinita
Calcio
Gezim Qadraku
3 Gennaio

Derby dell’odio

A Mostar si tratta di Est contro Ovest, Armata Rossa contro Ultras, operai contro nobili, stella rossa contro šahovnica. Quando si affrontano Velez e Zrinjski la Bosnia torna inesorabilmente indietro di vent'anni, ai tempi delle guerre jugoslave.
Tifosi
Jacopo Benefico
21 Marzo

Feyenoord v Ajax, il classico del calcio olandese

Due Olande diverse, due visioni del mondo inconciliabili.
Calcio
Luca Giannelli
6 Novembre

La solitudine di José Mourinho

Il mito portoghese del superuomo nasce dalla geografia di un Paese stretto tra la Spagna e l'Oceano Atlantico. Ascesa e declino dello "special one".
Papelitos
Andrea Antonioli
29 Novembre

Buon sangue non mente

Bar Sport, Episodio II. Manifestazioni di giubilo ed entusiasmo della grande narrazione sportiva! Sotto l'albero di Natale potremmo avere ancora un campionato aperto!
Interviste
Luigi Fattore
26 Luglio

Sconcerti d’estate

Fregarsene del lettore, imparare una cosa nuova al giorno e diventare riconoscibili.